30 aprile 2019

100%CARBON FEAT CARBON PARTS FOR SPORTY







Non avevo mai considerato, fino a qualche mese fa, la possibilità di montare qualche pezzo in carbonio sulla mia sporty R. Non ci avevo mai pensato in primis perchè il mercato non ha mai offerto accessori di questo tipo per le nostre moto: su preparazioni racing, ma anche su alcuni modelli stock votati allo sportivo, qualche dettaglio in carbonio ci sta benissimo secondo me.  

Dopo aver reperito grazie ai ragazzi di 100%CARBON le fiancatine, il coprifiltro e il copri tappo, ho portato tutto dal verniciatore (Kustom_Family_Milano) per una bella mano di trasparente e per la lucidatura del caso (LEGGI POST).

Noterete che, rispetto alla versione grezza, ora i pezzi sono ancora più belli (la trama risalta in maniera incredibile). Oltre a questi, sono in produzione i tappi per gli scarichi Supertrapp e il copri_cinghia, ma molte altre chicche sono in fase di studio (la palpebra, la cover fusibili e quella del perno piastra superiore etc etc)

PROSSIMO STEP IL MONTAGGIO SULLA BETTINA E RELATIVO POST.

Dopo dure insistenze ho convinto 100% Carbon a portare allo Sporty Meeting 2019 una piccola serie limitata delle loro carbon_parts: una decina di filtri, una decina di copri tappi, che sarà possibile pre_ordinare e ritirare proprio a Grazzano Visconti. Info: hundredpercentcarbon@gmail.com oppure i relativi profili socials (FB e IG).

Giusto per darvi qualche riferimento circa i prezzi, da quanto ho capito, variano da € 60 a € 190, rispettivamente per il copri_tappo_benzina e per l'ovale del filtro, verniciatura inclusa (costo verniciatura almeno 20-30 euro cad). Il carbonio, per chi non lo sapesse, è un materiale di pregio e super leggero, per sua natura considerato il TOP nel mondo del racing.


29 aprile 2019

SPORTY & DYNA CLUB FEAT RAFFAELE DE NICOLA STYLE








Raffaele De Nicola è quello che si potrebbe definire, senza rischio di smentita, un vero cultore della materia customI combutta con i suoi fratelli del SS33, da anni porta avanti con costanza e dedizione il Kustom Road, fiera a tema in quel di Malpensa, ed è stato per alcuni anni l’anima dello 0331 GarageDopo svariati modelli posseduti, trova la sintesi perfetta nel suo dyna, che con estrema cura trasforma in un riuscito esemplare di Club Style.

Anche se non sono un amante delle verniciature sgargianti che il genere impone (immaginate questa moto con una livrea racing classica) trovo il suo dyna tra le più belle espressioni club del nostro paeseRaffaele lo sporty, però, lo porta nel cuore (avendone posseduti più esemplari) e quando la sua compagna Samuela esprime il desiderio di avere la sua personal bike, coglie la palla al balzo per dimostrare, ancora una volta, le sue indubbie capacità. Anche in questo caso il trend californiano, tanto in voga negli ultimi anni in america, è la strada da seguire. Vedere vicino questi due esemplari regala un brivido di piacere.

Se nel caso della verdona, nessun compromesso è stato fatto, per la sporty di Samuela, il nostro amico ha dovuto per forza di cose scendere a patti. Il manubrio, ad esempio, è stato imposto dalla sua dolce metà per mere questioni di comodità e praticità come anche la sella passeggero, borsone e sissy bar: null'altro è dovuto, per fortuna.
Notate i bellissimi scarichi in dotazione ad entrambe le moto: due esemplari prodotti dalla nuova realtà made in Italy BS Exhaust, peraltro Partner Tecnico 2019 del nostro meeting e azienda con cui Raffaele collabora. Un due in uno racing e un più classico due in due: a tal proposito ricordo la possibilità di farsi realizzare un impianto completo su proprie direttive, in pratica al costo di un concorrente straniero in produzione


La passione di Raffaele si palesa anche nella Reunion FXR; una volta all’anno una manciata di dyna più o meno pompati sfrecciano tra i cordoli in un clima non competitivo ma di puro divertimento. Vedere le harley davidson in pista è il desiderio di molti.

Di certo il suo è un appuntamento ghiotto, che mi piacerebbe fosse esteso anche alle cugine sportster. I miei complimenti a Raffaele, che vedremo sicuramente al meeting di Giugno!

26 aprile 2019

FAT SPORTY MODIFIED FEAT IVAN TEDESCO








Una delle cose che più mi piace vedere sui blog e sulle riviste di settore è l'evoluzione di una preparazione: solo STEP BY STEP si possono apprezzare tutti i dettagli. Per questa ragione, pubblico nuovamente la splendida moto di Ivan, dopo l'ultimo giro di modifiche; un mezzo sempre più a fuoco, ricco di stile, carattere e personalità. Al suo owner la parola.

La modifica che più caratterizza la mia Iron my 2009 (e forse quella che che balza subito agli occhi) è senza dubbio quella che riguarda l’avantreno; molto più massiccio rispetto a quello stock è contraddistinto dalla nacella presa in prestito da un Fatboy. Le frecce integrate provengono da una Fiat 600: piccole, tonde, si sposano perfettamente e illuminano bene.
Con delle piastre così larghe, il cerchio originale da 19 pollici risultava un po’ troppo skinny; per questa ragione l'ho sostituito con quello da 21 pollici a dieci razze di provenienza Softail Breakout. Così facendo ho montato una gomma più massiccia riuscendo a riproporzionare il tutto. Per completare la parte frontale ho fortemente voluto il bellissimo manubrio Ape Chubby da 11'', all'interno del quale ho nascosto tutti i cavi precedentemente a vista.
Stanco del blocco motore tutto nero, ho sverniciato i coperchi testate (con tanto – ma tanto - olio di gomito) e successivamente rastremato i bordi delle lamelle dei cilindri con una semplice lima da bricolage. Il serbatoio è stato alzato per far passare i vari cavi e connettori sopra il tubolare del telaio. Riposizionata anche la bobina e il tachimetro grazie ad una piastra di supporto in acciaio disegnata ad hoc da un amico (non la troverete uguale in commercio).
Gli iniettori sono della Feuling e si differenziano dagli originali perché sono pensati apposta per lo STAGE ONE (scarichi e filtro). Voglio spendere una parola in più per questa modifica, invisibile ma sostanziale: bastano gli iniettori per risolvere i problemi della carburazione troppo magra dovuta agli scarichi totalmente aperti (Khrome Werks) e al filtro aftermarket (Kuryakyn Hypercharger). La moto va bene, ha un'erogazione fluida a tutti i regimi e soprattutto non si surriscalda mai. Una modifica molto poco conosciuta (io stesso l’ho scoperto per puro caso) ma che per esperienza personale mi sento di consigliare vivamente a chi come me possiede uno Sporty a iniezione dotato di STAGE ONE. La centralina, che di fabbrica era posizionata di fronte al cilindro posteriore, è stata nascosta nel fianchetto laterale, di fianco alla batteria.
Fra le altre modifiche: regolatore minimo Mad, Ohlins posteriori da 11,5’’, cerchio lenticolare, paracalore originali forati stile “buckshot”, cover cam sagomata e cavi rivestiti con guaina telata rossa. Tutte le modifiche sono state pensate (e in gran parte anche eseguite) da WINGWALL KUSTOM, un garage underground in Penisola Sorrentina, punto di ritrovo di amici appassionati del mondo custom e non solo.

Vorrei infine ringraziare gli amici centauri del Road Legends Motorcycle Club di Sorrento, che con il loro proverbiale buonumore diffondono la cultura delle due ruote in Costiera, organizzando numerosi giri e gite sia nel contesto locale che fuori porta.

24 aprile 2019

NO WORDS FEAT SPECIAL SPORTY






Quando una special su base sporty raggiunge livelli altissimi entra in gioco, NO WORDS, una rubrica in cui le parole diventano superflue. Dal progetto su carta, alla realizzazione vera e propria, tutto è curato fino all'ultimo bullone: a prescindere dai gusti personali, qui l'eccellenza è fuori discussione.

Unico appunto (perchè tutto è perfettibile) la posizione della batteria (sembra quasi appesa) e della targa (l'avrei messa sotto il codino, quasi come continuazione dello stesso): due dettagli che sono marginali ma che avrebbero reso questa moto da lode.




23 aprile 2019

JUDGE BEST SPORTY LADY 2019 FEAT CHIARA CARRARO




Come ormai è tradizione, anche quest'anno abbiamo voluto che il Judge della categoria BEST SPORTY LADY, fosse una ragazza che ha sempre presenziato allo Sporty Meeting Italia, dimostrando passione e costanza. A questo giro sarà CHIARA CARRARO a decretare, a suo insindacabile giudizio, la vincitrice 2019.  La sporty più bella, la proprietaria più cool o un mix delle due cose; sarà lei a decidere i criteri per la scelta.


Peraltro, proprio in queste settimane, la sporty 883 Low di Chiara è in fase di trasformazione: la vedremo debuttare nella sua nuova veste il 22 Giugno prossimo a Grazzano Visconti.




19 aprile 2019

100% CARBON FEAT SPORTY PARTS FOR BETTINA





Era da un pò che mi frullava in testa questa storia del CARBONIO. Sdoganato da anni nel mondo dyna, sulle sportster non ha ancora preso piede del tutto: forse manca sul mercato qualcuno che offra dei pezzi fatti e finiti per lo small block o forse non si ha del tutto chiaro la potenzialità di questo materiale.

Dopo una lunga ricerca, trovo le fiancatine laterali, il filtro ovale e il copri_tappo nella loro versione grezza/naturale: tanto mi bastavaParliamo di carbonio made in Italy, di primissima qualità, leggerissimo ma ultraresistente. Proprio per queste sue peculiarità (diminuire il peso del mezzo mantenendo la robustezza della struttura), unitamente alla bellezza della trama, viene considerato performante e pregiato.

Pochi giorni fa, ho portato tutti i pezzi da Andrea di Kustom Family (alla prese con l'allestimento della sua nuova sede in Via Cardone 22 a Milano) per la rifinitura: una mano di trasparente garantirà un bell'effetto lucido e farà risaltare le tipiche venature naturali che caratterizzano il carbonio. VEDRETE CHE DIFFERENZA UNA VOLTA VERNICIATI I PEZZI.



Seguirà post del lavoro finito e il relativo montaggio sulla Bettina: sono molto curioso di vedere il risultato. Chissà se riuscirò a coinvolgere i ragazzi di 100% CARBON a realizzare una piccola serie di parts for sporty da portare al meeting.






18 aprile 2019

STAY CLEAN WITH NOLINE



Una bella iniziativa quella di NOLINE, leader dei prodotti di pulizia per le moto, al prossimo Sporty Meeting. Porta la tua moto al loro stand, il 22 Giugno, e verrà pulita, lucidata e protetta gratuitamente. Avete capito bene, gratuitamente.


NOLINE è Partner Tecnico 2019.


LAMBO JUDGE FEAT SPORTY MEETING 2019




Un motivo di vanto per il nostro meeting poter annoverare, nel ruolo di JUDGE della categoria BEST MODIFIED, un personaggio cardine della scena Harley_Davidson italiana. Mi riferisco a LAMBERTO LAMBO CATTANEO (al centro nella prima foto) che, al fianco di Carlo Talamo prima e Giovanni Valla poi, ha condotto la mitica Numero Uno Milano per oltre due decadi, sempre ad altissimi livelli. 

Sarà proprio Lambo a decretare e premiare la più bella preparazione su base sporty presenteGrazzano Visconti il 22 Giugno prossimo. 


Un grande onore per me e obbiettivo raggiunto grazie al prezioso quanto determinante contributo di Pier e Damiano.


17 aprile 2019

MOTOBAST FOR SPORTY MEETING 2019






ANDREA CHIARAVALLI, alias MOTOBAST, oltre a progettare dei bellissimi gioielli nel negozio di famiglia in pieno centro a Milano, ha collaborato per anni con la rivista Riders (suoi gli originalissimi ArtWorks per la rubrica In Serbatoio Veritas). Andrea è un vero appassionato di motociclette

Di certo possiede, tra gli altri mezzi, uno splendido esemplare di XLCR; questo la dice lunga sulla sua cultura, nel mondo delle due ruote. 

Per darvi l'idea di quanto apprezzo i suoi lavori, il bellissimo paint realizzato per l'edizione 2017 dello Sporty Meeting, è stato incorniciato e appeso nella camera da letto del sottoscritto. 

Proprio qualche settimana fa ci siamo incontrati casualmente: quello che vedete in foto è il frutto dei pochi minuti passati insieme. E' evidente che la quarta edizione del nostro meeting ha la benedizione artistica di Andrea: nella prima e seconda foto il logo 2019 by Motobast (cerca il suo profilo on Instagram).


Come si dice in questi casi, sono onorato!



16 aprile 2019

SPORTSTER_STORZ_CAFE_KIT E QUELLE STRANE IDEE







Puntualmente, ogni qualvolta che mi imbatto in preparazioni dotate del bellissimo CAFE_KIT di STORZ, mi vengono strane idee in testa. Il codone, proprio del produttore americano lo posseggo, un SUPERTRAPP 2 into 1 perfetto per un progetto del genere anche; di certo non monterei il semi_manubri ma un più comodo dragbar e quasi sicuramente mi farei replicare un serbatoio come quello in foto (risparmiando la metà rispetto al più costoso Storz). Nonostante sia un cultore del tank originale, ho spesso constatato che il suddetto codone, accostato al 12 litri o al peanut, non mi convince completamente.

Cercherei un paio di molle svedesi, valuterei le pedane arretrate e poco altro: chissà se avrò mai il coraggio di farlo. Modificare la mia sporty total stock sarebbe un'eresia, ma prendere una sporty ad hoc per il progetto sarebbe altrettanto folle per le mie tasche

Quelle che si definiscono S T R A N E__I D E E 





15 aprile 2019

XL1200R FULL_CARBON_SPORTY FEAT SURE_SHOT







Da decenni il carbonio viene utilizzato nel mondo delle auto e moto sportive per alcune sue peculiarità: leggerezza e robustezza su tutte. A parte la questione meramente estetica, l'uso di questo materiale toglie molto peso dalle auto_moto su cui viene montato: a parità di potenza, un mezzo più leggero è ovviamente più veloce. Ma parliamo della Sporty, ritratta nelle foto: un cafe_racer_2.0.

Direttamente dal lontano Giappone, un 1200 Roadster Full Carbon, con tanti pezzi realizzati su specifiche richieste del committente (codino e serbatoio su tutti). Una preparazione davvero originale, in primis proprio per la totale veste in carbonio, ma anche per i moltissimi accessori di pregio selezionati. Sospensioni Ohlins, pinze Brembo, pedane arretrate RSD, semi manubri, pompante, scarico completo, filtro e cover Rail delle teste sono le prime che balzano agli occhi. Osservate la fessura che si intravede nella parte finale del codino: un escamotage per inserire un led che funge da luce posteriore. Semplicemente geniale.


In sintesi: una splendida cafe_racer_moderna che, con la veste in carbonio, acquista ancor più carattere e esclusività.



12 aprile 2019

UNA NUOVA RUBRICA FEAT LOWRIDE



Finalmente, posso ufficializzare una NUOVA RUBRICA firmata dal sottoscritto, sul mitico LOWRIDE. Già in passato ho avuto il privilegio di scrivere una decina di articoli su codesto magazine, ma avere uno spazio mensile ad hoc è tutta un'altra storia. Ovviamente si parla sempre di una collaborazione fondata sulla passione: in cambio ho chiesto di avere il logo del blog ben in evidenza e di poter proporre le sporty da pubblicare (il placet finale spetta sempre alla rivista). Un angolo dedicato a sporty di carattere e owners dalla forte identità.

Le prime moto che animeranno le prossime uscite sono state immortalate alla Riding Season di Milano, dal mitico Giuseppe Roncen che, non dimentichiamolo, per anni ha svolto la professione di fotografo ad altissimi livelli prima di diventare editore e direttore di molte testate a tema custom e non solo (Freeway, Cafe'Racer, Inked, Chop&Roll, MotoHeroes).


Presto, tutti i dettagli. . . 

11 aprile 2019

RCK ROLL CHOP FEAT ROBERTO CAPUTO






Si è messo in evidenza, nelle stagioni passate, allo Sporty Meeting ma anche ad Alba Chopper Show e Kustom Road, dove ha portato a casa premi e apprezzamenti: ROBERTO CAPUTO dimostra, fin da subito, le sue indubbie capacità manuali e progettuali sulle nostre care moto.

Dopo la classica gavetta, maneggiando con cura le h-d di amici e conoscenti nel garage di casa, da qualche tempo il nostro decide, visti i sempre maggiori consensi, di dedicarsi al 100% all'attività di customizers. Così, con il contributo di alcuni fidati collaboratori, nasce RCK-CHOP: il dado è tratto, non si torna indietro. Gusto classico ed inventiva non gli fanno difetto.

Quest'anno Roberto esporrà alcune sue modified nella zona Circle del nostro evento; di certo questa splendido chopper su base XL, premiato in alcuni recenti e importanti bike show italiani. 


Avanti tutta: le premesse sono ottime.

Nota a margine; nell'ultima foto by DoctorHarley, il nostro posa con Silvia Repetti, nota PIN_UP (qui in abiti civili) apparsa su alcune importante riviste e in particolare proprio sulla copertina del numero di LowRide dove fu pubblicata la mia R.



10 aprile 2019

UN BOMBARDONE SPORTY FEAT RIDING SEASON MILANO





Rimaniamo all'Idroscalo di Milano, dove si è svolta con successo sabato scorso l'ultima edizione della RIDING SEASON; un evento che ufficializza idealmente l'inizio della stagione motociclistica. Indugiando tra le tantissime moto parcheggiate non ho potuto non notare questa sporty_extreme: un vero BOMBARDONE.

Un neo bobber con influenze anni novanta, un hi_tech sporty, scegliete la definizione che preferite: per quanto mi riguarda spero solo di vederla alla prossima edizione dello Sporty Meeting.