20 gennaio 2021

1957-2020 LO SPORTSTER DIVENTA LEGGENDA


Ieri alle ore 17.00 la Motor Co ha presentato la nuova gamma 2021, con un evento virtuale globale. Confermata l'uscita di scena della piattaforma SPORTSTER dai listini Europei: rimane invece in vendita negli Stati Uniti ma in versione ridotta. Cosa dire? Mi auguro sia solo un anno sabbatico, in attesa del grande ritorno della leggenda sporty. Pensare ad una casa motociclistica che non abbia oggi una qualche rappresentante della fascia fino a 1200cc è alquanto bizzarro. Per il resto nessuna grande novità: un refresh di colorazioni e grafiche, alcuni modelli accantonati e unica novità, oltre a Panamerica, la Street Bob 114. DA OGGI LO SPORTSTER SMETTE DI ESSERE UN ICONA E DIVENTA UNA VERA LEGGENDA. AMEN.

Di certo l'interesse di aziende e customizer verso lo small block non scemerà tanto facilmente: la storia del Dyna lo insegna. Tolta dalla produzione, è iniziata una vera e propria dynamania. Mi dispiace non avremo più, almeno per ora, iniziative tipo The Battle Of The Kings che era una ricca fucina di preparazioni su base new model da cui attingere a a cui ispirarsi.

Sono certo sentiremo presto riparlare del nostro caro Sportster: ero altresì certo che mai e poi mai sarebbe stato pensionato. Vedremo cosa ci attende per il futuro. Mi auguro che questa esclusione dai listini europei sia solo un problema di omologazioni, tempistiche legate al covid e che un nuovo motore Euro5 sia in fase di progettazione. Lo spero per la Motor Co, per i dealer in primis ma anche per le nuove generazioni: noi le sporty le abbiamo già in garage 💋. E' indubbio che la scena custom firmata H-D perde una pedina fondamentale: chi si avvicina al nostro mondo si orienterà sulla entry level Softail standard o guarderà alla concorrenza (sempre più agguerrita)???

1957-2020 Sportster esce di scena. Ne danno notizia i tantissimi appassionati. L'ultimo saluto si svolgerà a Sporty Meeting 2021 il 26 Giugno prossimo a Grazzano Visconti (PC) .


19 gennaio 2021

JAY SPRINGSTEEN ICON


Restiamo in tema AMA con uno dei più grandi piloti di flat-track di sempre: Jay Springsteen. Look anni 70, baffi e capelli lunghi, correva con Harley-Davidson indossando questa stilosissima tuta arancione bianca e nera e casco Arai. E’ stato uno dei piloti più amati dai suoi connazionali, una vera icona, sempre corretto mai eccessivo, in pista e fuori. Ho scovato in rete queste foto, come non condividerle. A REAL ICON.


18 gennaio 2021

UN MEZZO PAZZESCO FEAT MERT LAWWIL STREET TRACKER


La protagonista di questo video è quello che definisco UN MEZZO PAZZESCO. Per chi non sapesse chi è MERT LAWWIL, vi dico solo che è un ex pilota professionista e attualmente designer di moto e proprietario di un team corse. Mert ha partecipato alla AMA Grand National Championship dal 1962 al 1977 e nel 1969 ha trionfato come membro della squadra di Harley-Davidson. Un mito, in buona sostanza.

Buona visione 👀

15 gennaio 2021

SPORTY CHOP BY ALEX CAPPONI





Nella mia lista dei desideri "motociclistici" non c'è una special su base sporty dotata di telaio rigido ma non per questo non apprezzo quando ne vedo una ben fatta. Un chopperino motorizzato small block può regalare grandi emozioni e un impatto visivo importante se realizzato con la dovuta cura. Appena mi sono imbattuto nella moto completamente allestita da ALEX CAPPONI non ho potuto non scrivere al proprietario per complimentarmi e per chiedere qualche foto: ho colto la palla al balzo per invitarlo alla prossima edizione del Meeting (perchè quest'anno il nostro evento si deve fare altrimenti vorrà dire che siamo davvero messi male). Ha fatto tutto Alex ed è stato bravissimo: questo chopper è una sintesi perfetta del genere per gusto, semplicità e scelta degli accessori. Qualcuno dirà che la sella poteva essere più slim, altri avrebbero preferito dei finali fishtail:  tutti piccoli dettagli, la sostanza non cambia. Davvero un bel rigido. E chi conosce la materia sa bene che non è così facile imbastire un mezzo del genere.

Sempre in rete leggo un post di ALEX in cui, visti i tanti commenti positivi e quasi per gioco, chiede quanto potrebbe valere realisticamente questa special sul mercato; nelle risposte ho letto di tutto e ho detto anche io la mia opinione. Sono curioso di sapere la vostra: la domanda non è quanto vale o potrebbe valere idealmente ma a quanto sareste voi disposti a pagarla. Il tema delle moto modificate in vendita è ampio e variegato: ne ho parlato ampiamente in passato e ne riparleremo presto. Nel mentre aspetto i vostri commenti in merito.

13 gennaio 2021

STEFANO BIGONI IRON CLUB STYLE FOR AREA57 DECEMBER '20



UN CLUB SEMPRE PIU’ NUMEROSO E COINVOLGENTE. UN GENERE CHE VANTA TANTISSIMI ADEPTI IN TUTTO IL GLOBO: ANCHE IL POPOLO SPORTY SI CIMENTA IN QUESTO STILE CON RISULTATI APPREZZABILI

Il trend nato in california, salito agli onori della cronaca grazie alla serie televisiva Sons Of Anarchy è a tutti gli effetti un protagonista di punta dell’attuale scena custom. Mezzi potenti, dotati di ciclistiche al top, comodi per percorrenze di medio raggio e caratterizzati da soluzioni tecnico estetiche divenute dei veri dictat del genere. Mi riferisco a fairing, riser alti ma anche paramani e borse. Bandito invece il caro vecchio cromo in favore di parti leggere meglio se in fibra di carbonio. Prerogativa della piattaforma Fxr e Dyna, il club style ha di recente influenzato anche la tendenza performance bagger e, come tutte le correnti stilistiche di successo, ha dato i natali a numerosi sottogeneri. In tutto questo, noi fanatici dello small block non siamo rimasti a guardare ed è sempre più frequente imbattersi in preparazioni dal sapore MC anche sulla nostra base preferita. Allo Sporty Liberation Run, moto giro di fine giugno indetto da Duecilindri, non sono mancate alcune rappresentanti: l’iron di STEFANO BIGONI ad esempio. Il proprietario attinge allo stile californiano, lo fonde con il suo gusto personale e con le reali necessità di un utilizzo quotidiano: solo nell’ultimo anno ha percorso in sella per lavoro oltre 20 mila chilometri. Stefano cita tra i suo i suoi riferimenti builder del calibro di Rusty Butcher e Speed Merchant ma è l'italianissima officina OMT Garage ad apporre la firma su questa modified. Oltre ad una grande esperienza in materia custom i preparatori di Origgio (Va), al contrario di altri colleghi interpellati, sposano fin da subito la conditio sine qua non di convertire a catena la trasmissione finale. A questo scopo viene utilizzato un kit corona e pignone Lowbrow custom. Altro kit, questa volta marchiato Screaming Eagle porta la cilindrata a 1200cc mentre camme 585, aste e bilanceri S&S regalano il giusto strappo ad ogni apertura del gas. Non mancano elementi distintivi come il cupolino Los Angeles Fairing, i paramani Cycra Rebound, lo scarico TBR o i riser Biltewell Murdock. Gli ingredienti ci sono proprio tutti: lo sporty conferma ancora una volta la sua grande versatilità. Avevate dubbi? Noi no e neanche Stefano

- Pneumatici Cruisetec di Metzeler, manubrio Rusty Butcher e sella Mustang sono garanzia di confort anche su lunghe percorrenze. 

-   Look total black. Unica nota di colore la grafica che campeggia sul tank: una reissue della decal VLD del 1934.

Osservando questa sporty ho subito pensato che alcuni dettagli in carbonio come le fiancatine laterali e delle belle sospensioni svedesi con serbatoietto separato sarebbero davvero la ciliegina sulla torta.

Foto di Alessandra Leocata per Lowride Mag

12 gennaio 2021

XRTROFEO PROJECT VIDEO C/O SPORTY MEETING


Un video che rappresenta una bella testimonianza dello Sporty Meeting 2019. Realizzato dal fotografo PIETRO LAZZARINI, prematuramente scomparso l'estate scorsa e interamente incentrato sull'amico DAMIANO CAPUTO, collezionista, appassionato e ideatore del progetto XRTROFEO. Proprio Damiano con l'aiuto di Gallery Motorcycles sta lavorando in questi mesi ad una nuova special su base sporty che sarà presentata al MBE e che ammireremo anche al meeting 2021: ho avuto il privilegio di vedere qualche anticipazione e vi assicuro sarà un mezzo non solo di di livello altissimo ma anche dallo stile unico e personale. Conoscenza della materia, fantasia, ricerca e componentistica al top: questi gli ingredienti.

Buona visione 👀👀

11 gennaio 2021

SPORTSTER CLUB STYLE BY BAD BOYS GARAGE









Che sia il TREND del momento non ci sono dubbi. Linee di accessori, contest specifici, serie televisive ne sono la chiara dimostrazione. Dyna e Touring in versione club o performance sono ormai all’ordine del giorno. Meno facile imbattersi in preparazioni sulla nostra base preferita, almeno qui da noi. In America al contrario sono sempre di più gli sporty enthusiast che si cimentano con lo stile californiano. 

In Italia mancava fino ad oggi però una rappresentante credibile del genere; anche allo Sporty Meeting non ne abbiamo mai ammirata una che rispettasse i dettami al 100%. Mi riferisco al club vecchia scuola caratterizzato da verniciature articolate e curatissime: la nuova tendenza invece mette in secondo piano la livrea in favore della pura performance. Arriva in nostro aiuto 💥 LORENZO NISI patron di BAD BOYS GARAGE 💥 con la sua ultima creazione. Il customizer lombardo in oltre dieci anni di onorata carriera sul campo ha dimostrato di cavarsela egregiamente in ogni stile: scrambler, bagger, dirt-track, classic. Bravo Lorenzo e il suo team: questa sporty si guadagna di diritto un posto nel Circle di Sporty Meeting 2020+1. Dettaglio killer il serbatoio, sapientemente modificato per essere adattato alla causa sporty.

Impossibile invece non citare l’artefice della bellissima verniciatura: LORENZO DOX DOSSENA, un big della scena custom tricolore che ha dato il colore a tantissime blasonate special. 

Curiosità:  

👉Tra le numerose sporty realizzate da Bad Boys Garage anche Arcadia di Jurij Re Cecconi. Leggi l'articolo completo QUI 

👉 Stavamo rifinendo il progetto LIBERATION RUN, moto-giro di fine giugno quando l'amico Jurij (da sempre uno lungimirante) propone di avere al nostro fianco Lorenzo Nisi e relativo furgone di appoggio: un valido supporto per ogni problema tecnico a qualche partecipante. Mai e poi mai avrai ipotizzato che sarebbe stata proprio la mia R ad aver bisogno della sua assistenza. Grazie al pronto intervento di Lorenzo sono riuscito a raggiungere però la meta finale in tempo, prima dell'arrivo del lungo serpentone. Cosa era successo alla Bettina? Leggi articolo completo QUI.

08 gennaio 2021

SPORTSTER GATE 3.0 FEAT ANDREA "GATE" PIONZO






Mi giungono le foto (by Ugo Demis) della terza e forse definitiva versione della GATE di proprietà dell'amico e membro distaccato della Crew ANDREA "GATE" PIONZO. Dopo averla modificata in chiave mild RACER prima e in CHOPPER ammortizzato dopo (vedi ultima foto) Andrea si orienta verso lo stile JAP_BOBBER che da sempre ama profondamente. Tolto il Rabbit per un Titty bar di Zombie Performance e sostituito il peanut tipo 48 per uno Frisco della TC Bros, ha riaccorciato forke e fender struts, adattando un parafango fatbob e facendo in casa la sella poi sapientemente rivestita in pelle da Mauro di Wild Hog Italy. Bellissima la mascherina, di cui chiedo info al proprietario. Completa il tutto uno tra gli scarichi più belli in commercio: un Bossley Reventon 2 in 1. 

In futuro Andrea si concentrerà sulla ciclistica e sulla performance; già montate sospensioni Ohlins S296E e a breve anche le cartucce firmate Andreani. Nel cassetto dei desideri ci sono anche disco flottante Brembo e pinza Discacciati. Non credo vedremo mai una Gate 4.0 ma so per certo che sentiremo presto parlare di questa bella sporty; magari proprio sulle pagine di Lowride.

Andrea vi da appuntamento allo stand Duecilindri al MBE o al prossimo Sporty Meeting. 

LA CURIOSITA'REVENTON significa esplosione ed era il nome del toro da combattimento, allevato da Don Heriberto Rodriguez che nel 1943 incontrò fatalmente il celeberrimo torero messicano Felix Guzman. Reventon è anche il nome di una Lamborghini tra le più esclusive. Da qualche anno identifica anche lo scarico due in uno alto dei giapponesi di Bossley. Disponibile per sportster e dyna in versione nero satinato o cromato. Personalmente, su un certo tipo di preparazione lo considero il top in commercio.


07 gennaio 2021

BYE BYE 2020


Per tutti coloro che non seguono i profili social di Duecilindri, ci tengo a fare il mio personale saluto all'anno appena trascorso: incrocio le stesse dita per il 2021. Il 2020 è stato davvero infausto, inaspettato, per certi versi (i peggiori che possiate immaginare) incredibile: non ha fatto sconti a nessuno. L'augurio, dopo salute e serenità lavorativa è quello di rivedersi presto on the road, al MBE e allo SPORTY MEETING 2021 (o come piace dire a Jurij 2020+1) perchè vorrà dire che la situazione sarà almeno in parte tornata alla normalità. L'anno in corso vedrà, tra le tante altre, anche il debutto del nuovo ambizioso progetto DUECILINDRI MAGAZINE: sono certo apprezzerete. BYE BYE 2020 E BENVENUTO 2021.