23 aprile 2021

ANDREA ER CAPO FACCHINI FEAT PERFORMANCE VINTAGE SPORTSTER







Affermato customizer di special a due ruote ma senza motore (realizza delle biciclette pazzesche), membro dei Rocket Boy, ANDREA ER CAPO FACCHINI è un grande appassionato di moto di carattere. Il suo Sportster è davvero una fusione di vintage e tendenze moderne, il tutto condito da una verniciatura personale e incredibile.  Base di partenza un XLH 1996

Le modifiche sono state fatte un passo alla volta; è solo strada facendo che Andrea ha messo a fuoco lo stile che voleva dare al suo mezzo. Niente stravolgimenti eccessivi ma carattere e un pizzico di modernità.

Sostituita la carrozzeria, il serbatoio di serie con un king da dodici litri, Andrea subisce il fascino del quarter fairing, dei riser alti e di un manubrio XR style. Alterna invece le selle: la badlander originale dell'epoca e una biposto sempre originale ma più comoda per i lunghi viaggi.  Colpisce la verniciatura della carrozzeria ad opera di DAVIDE GLORIA in arte MAW, giovane artista romano che a mano libera ha pittato un "Tributo a Roma". Davvero bravissimo. 

Lo scarico è un classico: un 2into1 Supertrapp al quale sono stati tolti i dischi e inserito un tappo billet aperto per un erogazione più corposa.  Di tutte le questioni meccaniche se ne occupa FABIO D'URSI di H-D Specialist. Migliorata la ciclistica sostituendo gli ammortizzatori posteriori con delle nuove unità prodotte dalla YSS e modificando le forcelle installando un kit di molle progressive della HyperPro. Le tarature sono state personalizzate ad hoc su indicazioni di Andrea. Sostituiti anche i cerchi originali a raggi con una coppia in lega originali AMF dei primi anni '80: per loro nuovi cuscinetti e pneumatici Cruisetec di Metzeler.

Ora la moto, nonostante l'età, è molto più stabile a tutte le andature, curva velocemente ed in modo sicuro ed ha una risposta pronta anche durante le frenate più estreme grazie alla revisione dell'impianto stesso, a pastiglie nuove e tubi in treccia.

Per migliorare la spinta del motore oltre all'impianto di scarico anche un filtro aria aperto: il carburatore è stato ricalibrato usando un kit della Dynojet "truccato" a dovere da Fabio.

Una sporty che colpisce fin dal primo sguardo: la potrete ammirare sicuramente allo Sporty Meeting 2021. 


21 aprile 2021

SPORTY MEETING 2021


Dopo un anno di stop forzato torna SPORTY MEETING, l’appuntamento di riferimento per tutti gli appassionati della mitica Harley-Davidson Sportster. Viste le recenti notizie circa la fattibilità degli eventi, la quinta edizione si svolgerà sabato 10 luglio ancora una volta a Grazzano Visconti (PC). Come da tradizione, tutte le Sportster al loro arrivo percorreranno il red carpet e poseranno per la photo banner realizzata dal noto fotografo genovese Roberto Merlo. Per tutti gli ALTRI MODELLI E MARCHI è previsto un parcheggio dedicato; un area specifica anche per i tanti tesserati H.O.G. presenti in loco. L’apertura dell’evento è alle 10.00 e l’ingresso è libero: dopo le premiazioni del primo pomeriggio, la chiusura alle ore 18.00 (ma il borgo di Grazzano Visconti rimarrà aperto con i suoi locali e birrerie).

Per i primi cinquanta partecipanti un gradito gift offerto da Mitchumm Industries, storico brand di abbigliamento rider con sede a Como. Nell’area denominata Circle al centro della corte vecchia saranno esposte special, rarità e preparazioni di dealer, officine e collezionisti; non mancheranno gli stand dei Partner tecnici aderenti. Tra gli altri Andreani, Metzeler, Wild Hog, 70’s Helmet, BS Exhaust, Gimi Creations, Westernbull, Fg Racing, Jonich Wheels, Rombo Di Tuono, 100%Carbon

Sporty Meeting ha il supporto di Harley Davidson Italia: la filiale italiana della Motor co fornirà i premi per i vincitori delle cinque categorie del contest mentre le targhe saranno realizzate da Kustom Family Milano. Vista l’incertezza sarà possibile iscriversi al contest direttamente in loco ma fino alle ore 12.00 e salvo disponibilità posti. IL CONTEST E GLI AWARDS SONO DEDICATI AI MEZZI DI PRIVATI MENTRE LE MOTO DI DEALER E OFFICINE SARANNO ESPOSTE NEL CIRCLE PREVIA RICHIESTA. Giudici di categoria quest’anno sono Paolo Cippy Tradati (Best Nostalgic), Toni Manetta (Best Modified), Andrea Marinoni (Best Paint), Simona Roberto e Chiara Carraro (Best Sporty Lady and Best Girl Style) mentre la Best Of Show sarà decretata dagli organizzatori. A fianco del contest ufficiale i Partner Awards indetti da Metzeler, Lowride, Rombo di Tuono, Dynamite Garage e Enduro Republic: pneumatici, corsi di enduro e accessori i premi.

Il padrone di casa Max Brun, colui che insieme a Carlo Talamo fondò Numero Uno nel lontano 1984 riunirà proprio durante il meeting anche i possessori di un altro modello iconico di Harley-Davidson (non Sportster) particolarmente a amato dall’amico-socio scomparso nel 2002: lo Sturgis. Nel ruolo di Main Partner per l’edizione 2021 Andreani Group Int, Motor Bike Expo e Parts Europe: proprio Stefano Erba animerà il Drag Specialties Contest. Per il comparto gomme, al nostro fianco Metzeler.

Sul palco si alterneranno alcuni protagonisti della scena custom per delle mini-interviste mentre il collezionista Damiano Caputo svelerà il suo nuovo e ambizioso progetto GP16. Il videomaker Davide Trotta realizzerà il reportage ufficiale, non mancheranno gli inviati delle riviste di punta del settore e fotografi come Alessandra Mori, Hubert Laurent, Corrado Chiaretta e Doctor Harley. Daniele “Dani” Grassi allestirà invece un area shooting per alcuni scatti a sporty selezionate ad hoc. Al nostro fianco gli amici Sportsteristi Lombardi e Sportster Italia, gli youtuber Max Biker Hd e Noise 883 e la troupe di Duecilindri Magazine

Per chi volesse raggiungere la location il giorno precedente oppure pernottare la sera dell’evento si segnalano tantissime strutture nelle zone adiacenti a prezzi contenuti e la Locanda sita proprio a Grazzano Visconti: i paesaggi del piacentino sono conosciuti per essere tra i più suggestivi per noi motociclisti. La Proloco e i ristoranti del borgo si occuperanno del cibo e non mancherà la buona birra grazie al birrificio artigianale locale Ex Fabrica. Si segnalano fi d’ora ospiti, customizer di punta, dealer e arrivi da un po’ tutta Europa. In prima linea come sempre la DUECILINDRI ORANGE CREW

Dita incrociate, sempre, mi raccomando!!!!

20 aprile 2021

PUNTATA #2 DUECILINDRI MAGAZINE CUSTOM LIFESTYLE

A distanza di meno di tre settimane dalla prima puntata, andata online il 30 marzo 2021, il nuovo programma DUECILINDRI MAGAZINE Custom Lifestyle presenta il suo secondo episodio della stagione 2021.

In questa puntata, il test ride della Triumph Rocket 3 R, scopriamo come nasce un gioiello custom nella Bottega dell'Argento di GiMi Creations, i cerchi in lega senza nippli JoNich Wheels e in chiusura, per la rubrica Bulloni e Cilindri dedicata alla tecnica, tutti i segreti del pneumatico bimescola “Performance Perfected” Cruisetec di Metzeler, espressamente creato per le moto custom. Noterete anche un cameo di un noto cantante, da sempre legato al mondo Harley-Davidson.

Su Duecilindri Magazine il Custom Lifestyle sarà sempre il protagonista.

Nella speranza che anche questa seconda puntata riesca a trasmettere la nostra passione, vi invito a lasciare un commento sulla pagina youtube del format e se non l'avete fatto di iscrivervi e attivare la campanella. LINK HERE


19 aprile 2021

PUNTATA #2 DUECILINDRI MAGAZINE COMING SOON






Nelle prossime ore, in arrivo, la seconda puntata di DUECILINDRI MAGAZINE: state sintonizzati, ne vedrete delle belle. Protagonista del test ride di questo episodio la moto dei record: record di cilindrata e di coppia massima. Parleremo anche di cerchi, pneumatici e di gioielli, tutti rigorosamente 100% CUSTOM e avremo un cameo di un noto cantante da sempre legato al mondo Harley-Davidson.

16 aprile 2021

PEANUT BY 5 SPEED CUSTOMS




Peanut realizzato da 5 SPEED CUSTOMS alias Cristiano Mecchi, uno che da sempre vive in prima linea la scena custom del nostro paese. Per anni è stato a fianco di Roberto Rossi della concessionaria di Mantova: musicista, blogger, creativo e bravissimo painter. Questo peanut è in vendita ma vi basterà dargli uno spunto o un'idea per il vostro casco o serbatoio per scatenare la sua grande fantasia e il suo innato gusto.

Per saperne di più, potete seguire la sua pagina instagram  👈


15 aprile 2021

EASY AND SIMPLE ON FORTY EIGHT


Ho scritto nel titolo facile e semplice, ma non sono forse gli aggettivi più giusti. Investire in una forcella springer, se da un lato, può cambiare radicalmente l'aspetto della vostra moto, dall'altro è un investimento tale di danari che non deve essere a rischio di errore. Il risultato però in questo caso è sorprendente ancor più perchè abbinato ad una colorazione e a uno scarico in linea con il progetto. La base, un forty eight direi che è perfetta. Una preparazione apparentemente semplice ma che nasconde gusto e idee chiare e precise: mi ricorda molto i mezzi di Samurai Choppers. Mi piace molto. 

14 aprile 2021

GiMi Creations vi aspetta su Duecilindri Magazine


La prossima settimana sarà on line la 2^ Puntata di DUECILINDRI MAGAZINE: tra i protagonisti anche Gimi Creations, una vera eccellenza della handmade custom jewelry. Per chi si fosse perso la puntata di debutto, è visibile sul canale youtube del format e se volete iscrivetevi ovviamente. Spero che il progetto sia di vostro gradimento. Per inciso Gimi Creations è anche tra i partner tecnici di Sporty Meeting 2021: la locandina a breve on line.


13 aprile 2021

23167 YE OLDE PUB SPORTSTER






Non sono un esperto di grafiche militari ma non credo ci voglia un cultore della materia per capire che la veste di questo sportster sia un evidente tributo ai caccia americani della seconda guerra mondiale, in particolare al 23167 pilotato da Charles L. Brown. Se l'idea, pur bella, non è originalissima il risultato è invece notevole. Di certo sono tra quelli che non avrebbe mai il coraggio di personalizzare con una livrea come questa, una delle mie moto. Per certe cose forse all'antica: preferisco sempre una grafica originale a verniciature così fantasiose. Per fortuna però non siamo tutti uguali e sono le benvenute sportster come quella protagonista di questo post

Questo tributo cela però una bella storia. Dopo il bombardamento riuscito su Brema, il B-17 Flyng Fortress del 2° tenente Charles "Charlie" Brown (chiamato YE OLDE PUB) fu gravemente danneggiato dai combattenti tedeschi. Il pilota della fazione opposta Franz Stigler nonostante l'opportunità di abbattere il bombardiere nemico, non solo non lo fece ma decise di scortarlo sopra e oltre il territorio occupato dai tedeschi in modo da proteggerlo da eventuali attacchi. Conclusa la guerra e dopo una lunga ricerca da parte del pilota americano Brown, i due si incontrarono 50 anni dopo e diedero vita ad un'amicizia che durò fino alla morte di Stigler nel marzo 2008. 


12 aprile 2021

EMANUELE PACI SCRAMBLER NON PER FINTA





Questo post è per tutti coloro che pensano che realizzare una scrambler o una dirt-track su base sportster sia un mero esercizio di stile. Imbastita da EMANUELE PACI di Ema Custom Shop, esposta nel circle di Sporty Meeting 2018 e fotografata da Marco Frino, questa moto gareggia realmente nelle competizioni dedicate. Nelle prime due foto ne avete, come si dice, la prova provata. Certo; è un mezzo pesante, con tutti i limiti del caso, ma volete mettere lo stile . . . 

09 aprile 2021

SPORTSTER SHORT TRACK STRADALE E LA SINTESI PERFETTA










Chi di voi mi conosce e ha presente la mia 883R avrà capito quali sono le moto che più mi piacciono. Stock a parte (hanno sempre un grande fascino se con qualche anno sulle gomme), amo quei mezzi che si rifanno ai grandi classici: scrambler, cafe racer o tracker poco importa. Questo non vuol dire che non sia in grado di apprezzare personalizzazioni più fantasiose e strane. Nelle immagini quella che io definirei una sporty praticamente perfetta. Una stradale con influenze short track, spettacolare. Apprezzo l'utilizzo di un peanut originale con una delle grafiche più iconiche di sempre: il codino, il Supertrapp, le pedane arretrate e la misura dei cerchi a raggi sono dei must. Se proprio dovessi trovarle un difetto? Autometer spettacolare ma senza avere al fianco il mini strumento; un dettaglio marginale intendiamoci. Tra le più belle sporty viste di recente in rete, in my opinion

A qualcuno potrà non piacere un mezzo come questo? Non credo, certe preparazioni sono oggettivamente belle. Siete d'accordo?  


08 aprile 2021

IL GARAGE DEI SOGNI FEAT LUIGI CASTALDO





Per la rubrica IL GARAGE DEI SOGNI, LUIGI CASTALDO e il suo angolo di paradiso. Luigi ha presenziato con il suo bellissimo 1200c Limited Edition personalizzato a tutte le iniziative di Duecilindri. Run o Meeting, lui c'è sempre stato. Come da mia richiesta mi manda alcuni scatti del suo box: non abbiamo bisogno di chissà quanti metri quadrati, anche solo un angolo pregno della nostra passione basta e avanza. Noto un bellissimo casco orange con un adesivo davvero speciale. 👍👍

Mandate le foto del vostro garage a info@duecilindri.com le più belle saranno pubblicate.


07 aprile 2021

AREA57 APRIL ON LOWRIDE FEAT JO CAPPITTA





E' in tutte le edicole il numero di aprile di Lowride: protagonista della rubrica di Duecilindri di questo mese, l'amico e fotografo francese JO CAPPITTA e il suo sporty, realizzato in casa e dedicato alla rock band AC/DC. Un mezzo imbastito in totale autonomia, in piena pandemia e in massima economia. Cosa ne pensate del risultato finale?  


06 aprile 2021

MARCO IL PAZZO ON AREA57 MARZO LOWRIDE




SE IN LISTINO NON C’E’ UN MODELLO CHE TI FA BATTERE IL CUORE, NON TI RESTA CHE RIMBOCCARTI LE MANICHE E DARE FORMA AL MEZZO CHE SOGNI: PERCHE’ I SOGNI SI AVVERANO SE HAI LE CAPACITA’ PER REALIZZARLI.

All’anagrafe è Marco Picco ma da oltre vent’anni gli amici lo chiamano MARCO IL PAZZO. Un carattere istintivo, poco incline ai compromessi e una nota testardaggine gli hanno fatto guadagnare questo particolare soprannome. Fuori dai canoni anche il mezzo con cui ha presenziato allo Sporty Liberation Run, motogiro di fine giugno scorso indetto dalla Duecilindri Crew. Un rigido radicale, rude e outlaw che rispecchia fedelmente il suo owner, allestito da cima a fondo in garage in combutta con l’amico fraterno Giacomo “JackBoy” Fiorio. Il progetto ha inizio nel 2017, in seguito all’acquisto di uno XLH del 1994 ma la passione di Marco per i due cilindri made in Milwaukee ha origini lontane: il protagonista di questa storia ha solo preferito aspettare, risparmiare danari e non “accontentarsi” di un modello di serie. Per oltre un anno, dopo il lavoro in fabbrica, Marco e Jack si ritrovano in garage per qualche ora di sana spensieratezza custom: non sempre tutto fila liscio ma sono proprio i momenti più difficili che i due ricordano come quelli più intensi. Il risultato finale sorprende, niente male per due semplici appassionati con il pallino della meccanica. Al telaio opportunamente tagliato è saldata una coda rigida TC Bros mentre una forcella springer sostituisce quella di serie. I bricoleur piemontesi modificano il serbatoio benzina Teardrops, costruiscono quello dell’olio e imbastiscono la sella rivestendola con pelle di recupero. Ad accessori selezionati con cura, come i comandi Kustom Tech affiancano ingegnose parti handmade: l’impianto elettrico completo alloggiato in una piccola tanica Castrol o le pedane ricavate dai pedali di una biciletta anni cinquanta. Proprio il concetto di fatto in casa è il leif motiv dell’intero progetto. In questa folle storia non si può non citare la fidanzata di Marco, Roberta, la più “pazza” del gruppo: seduta sullo strapuntino posteriore di questo rigido ha percorso centinaia di chilometri senza mai un lamento e senza mai  invocare una moto più comoda. Durante il viaggio di rientro dal run, li ho casualmente affiancati in autostrada: vederli stretti l’uno all’altro, aggrappati a questo mezzo scorbutico, mentre il sole iniziava a calare è una di quelle immagini romantiche che porterò a lungo con me. Quando amore e passione si fondono, altro che pazzia.   

 

02 aprile 2021

SPORTY MEETING 2021



Settimana ricca quella che sta volgendo al termine: dopo il debutto di Duecilindri Magazine ancora delle belle novità. Nei prossimi giorni sveleremo la locandina ufficiale di Sporty Meeting 2021, ideata come sempre da Jurij Re Cecconi. Sappiamo bene che, al momento non è possibile sapere se potremo animare il nostro evento il 26 giugno prossimo a Grazzano Visconti ma vogliamo crederci e farci trovare pronti nel caso in cui la situazione dovesse sbollarsi. Nel mentre, oggi, vi anticipo il logo 2021, volutamente (come la locandina) una riedizione di quello dell'edizione scorsa: troppo bella e iconica questa grafica per non diventare una patch o fare bella mostra di se su una maglietta. 

Noi della Duecilindri Crew teniamo le dita incrociate e auguriamo a tutti voi una buona Pasqua. 


01 aprile 2021

NO WORDS SPORTSTER



Per la rubrica NO WORDS, una moto elegante, sportiva e supercool. Non credo di dover aggiungere altro. Anzi una piccola considerazione la faccio: Iron1200 a parte, mi chiedo perchè non riproporre sui modelli più recenti grafiche e tonalità come questa piuttosto che ripiegare su decal e fregi spesso banali e anonimi. Ormai, viste le recenti notizie sull'uscita di scena della piattaforma sporty, non possiamo neanche più sperarci. In ultimo vi ringrazio per l'accoglienza che avete dedicato alla prima puntata di Duecilindri Magazine: ne sono onorato.