31 gennaio 2019

ELLIE MAE by READING HARLEY DAVIDSON








Quando lo stile italiano, la cura del dettaglio giapponese e la proverbiale eleganza inglese si fondono, prende forma ELLIE MAEIn puro stile nipponico, realizzata dal dealer britannico READING HARLEY DAVIDSON in combutta con GIANMARCO SORU, tecnico della concessionaria, italiano di nascita ma all'estero per amore e lavoro e RICHARD TEGG il responsabile accessori.

Volutamente semplice, corta ed essenziale, assemblata in tempi record, questa sporty nasce come ideale tributo al fantastico mondo del customizing, made in Japan, per cui il team di Reading nutre un culto smisurato. Osservate con attenzioni alcuni dettagli: il manubrio del softail Blackline, modello che ebbe ben poco successo alcune stagioni or sono, il taglio dei supporti posteriori con relativo parafango minimale e il cerchio a raggi da 21'' all'anteriore. Tutti particolari che denotano gusto e conoscenza della materia. 

La tipologia dei fanali e la posizione delle frecce, sono come i dettami del genere impongono mentre le gomme a doppia striscia bianca e la colorazione a tema, unitamente a finali fishtail e alla strumentazione a lato teste, completano una riuscitissima modified. Se solo non sapessimo la provenienza, la potremmo scambiare di certo per l'ultima fatica di Hide: i miei più sinceri complimenti al team inglese e al nostro compaesano Gianmarco.

Se questa è la tua preferita, VOTA QUI.


30 gennaio 2019

MS ARTRIX SPORTSTER AT MBE 2019





Photo by Amorale

Non è la prima volta che MAX GULLONE si cimenta su base sporty ma di sicuro è la prima che lo small block in questione mantiene il telaio e alcuni dei tratti caratteristici del modello di serie. Finalmente dico io; in vero ho espresso la mia felicità anche al preparatore aostano, non perdendo l'occasione per invitarlo al nostro prossimo meeting. Nonostante la special non sia radicale come altre sue realizzazioni, ha dalla sua un appeal pazzesco. Questo è ovviamente il punto di vista di uno che non ama particolarmente le moto estreme. 

La mano di MS ARTRIX si vede tutta e il risultato è strepitoso: per gli amanti del genere un punto di riferimento. 

Da indiscrezioni sembrerebbe che il campione olimpico Aldo Montano, medaglia d'oro ad Atene 2004, sia in procinto di farsi costruire una modified proprio sulla nostra base preferita: cercherò di saperne in più. LE VOGLIO AL NOSTRO EVENTO.





29 gennaio 2019

CLIMBSTER by HARLEY DAVIDSON AVELLINO feat T.B.O.T.K.






Foto di Gianni Vecchione


Quale modo migliore per celebrare i 60 anni dello Sportster se non quello di scegliere un modello della gamma per concorrere alla quinta edizione della The Battle of The Kings. Questo è l'incipit della preparazione realizzata da HARLEY DAVIDSON AVELLINO. Ed infatti la base di partenza della CLIMBSTER è proprio uno Sportster 1200 Iron. Traendo ispirazione dall’Hill Climbing, ovvero la specialità motoristica degli anni venti che prevedeva di scalare una collina lungo il sentiero scavato dalle stesse moto nel minor tempo possibile, il dealer irpino realizza una moto “selvaggia” e "senza troppi fronzoli".

La linea viene idealmente allungata senza apportare modifiche sostanziali al telaio; il serbatoio street race, lo scarico alto, i pneumatici tacchettati Baja Bates, le pedane larghe (tali da permettere una guida sicura), vuole richiamare anche l’esperienza del rodeo, della monta a pelo (senza sella) dei cavalli selvaggi. Combinando i due stili climbing – street race, grazie soprattutto alla scelta di serbatoio e sella, il risultato è una moto pratica per una corsa in città ma anche per una scorribanda di medio raggio.

Ancora una volta Salvatore Franzese, in combutta con il responsabile officina Sasà, si getta anima e corpo in questo nuovo progetto. Entrambi, da anni, trasmettono passione per il custom e il vintage ai loro clienti che ormai sanno bene di poter contare su una struttura efficiente ed affidabile per le trasformazioni, soprattutto in chiave Genuine (ma non solo). La veste grafica è opera di Ivan Design: partendo da un serbatoio in alluminio spazzolato, Ivan Motta realizza una grafica tridimensionale utilizzando i colori Candy Orange e chess flag aerografata e rivisitando il Bar and Shield.

Il TEAM FRANZESE, a cui vanno i miei complimenti, conferma inventiva e originalità ma sempre al servizio della fruibilità: se questa è la tua preferita non dimenticare di votarla: LINK VOTE.




28 gennaio 2019

SPORTY MEETING AREA AT MBE 2019 - OFFICIAL VIDEO




Avere dei VIDEO professionali a corredo delle attività di DUECILINDRI l'ho sempre considerato un grande valore aggiuntoIn questo senso, il contributo di DAVIDE TROTTA di DT Produzioni Televisive (videomaker e owner sporty) è tanto sostanziale quanto utile alla causa del blog e del meeting: cosa c'è di meglio di un video per carpire l'essenza di un evento o per cercare di divulgare una passione.

Anche per la nostra recente esperienza veronese (Sporty Meeting Area ad MBE), abbiamo voluto fare una clip dedicata. Ancora una volta ci tengo a ringraziare e complimentarmi con Davide (e con la sua assistente, Emanuela) per il risultato ottenuto. Il presentatore è il punto debole del video; per fortuna le tante belle sporty presenti riescono a tenere alto il livello del girato. 

Special Thanks al direttore di Low Ride, Giuseppe Roncen, per lo spazio concessoci (e per il suo intervento) e alla Duecilindri Crew.


Vedi anche video:





25 gennaio 2019

ROUGH CRAFTS SPORTY FEAT WINSTON YEAH AT MBE 2019



Foto di AMORALE

Ci ha abituati a special estreme e radicali: a questo giro Winston Yeh si cimenta in una preparazione mild custom senza perdere un briciolo di personalità. Basta una veloce occhiata per capire che, questa sporty, è in tutto e per tutto opera di ROUGHT CRAFTS: non è cosa da poco, riuscire ad essere sempre e comunque riconoscibili. Questo è di certo una prerogativa dei grandi; il dono dei big.

Complimenti a Winston!!!! 



24 gennaio 2019

ANDREANI GROUP AT MBE 2019 FEAT KERMIT





Importatore Ohlins nel nostro paese (e di tanti altri marchi di primo livello), ANDREANI GROUP è stato (e spero sarà) Partner Tecnico dello Sporty Meeting Italia. Il sales manager DIEGO ARDUINI, oltre ad essere una persona capace e di rara simpatia, è anche un grande conoscitore di moto e un esperto in tema di settaggi e sospensioni.

Proprio all'interno dello spazio dell'azienda pesarese in quel di MBE era esposta la Kermit di CD Garage, modified che avete più volte ammirato al nostro evento e su queste frequenze. La sporty di Mario Rampinelli ha ancora una volta cambiato faccia: l'ultimo giro di modifiche ha visto il montaggio delle mitiche sospensioni svedesi e di parafanghi, fiancatine e cupolino in carbonio by Lucas Carbon (made by HCP). La verniciatura porta la firma di Andrea Marinoni di Kustom Family Milano.
In foto il nostro Jurij e Diego osservano con attenzione questa riuscita preparazione: vi assicuro che Kermit attirava sguardi e curiosità.

Le nostre moto, con le molle gialle, sono ancora più belle.





AMORALE PHOTOS ABOUT SPORTY MEETING AREA AT MBE









Foto di AMORALE

Prima di passare agli altri stand, alla ricerca di qualche bella sporty, indugiamo ancora un attimo nel nostro spazio. Non è per mania di protagonismo, ma trovo corretto dare il giusto risalto a queste bellissime moto, ai suo proprietari ed ai suoi ideatori. Nonostante in questi scatti, non siano ritratte tutte le partecipanti alla Meeting Area, il colpo d'occhio è comunque notevole.

Grazie ad Alessandra Mori per le bellissime foto.







23 gennaio 2019

THE BATTLE OF THE KINGS IS BACK FEAT H-D PARMA






E' ufficialmente iniziato un nuovo capitolo della The Battle Of The Kings, con alcune importanti NOVITA': il contest indetto dalla Motor Co, per la prima volta, vede il coinvolgimento dei dealer americani, la partecipazione diventa facoltativa (ecco spiegata l'assenza di alcune concessionarie) e ogni modello della gamma può essere usato come base di partenza per la preparazione. Come sempre sarà fondamentale il VOTO del pubblico per decretare i vincitori. 

Dopo questa premessa, entriamo nel vivo con la prima modified di cui ho ricevuto le foto (trovo giusto ed equo privilegiare chi si prende la briga di inviarmi le foto). 

In un periodo storico in cui sono moltissime le case motociclistiche che propongono modelli dal chiaro sapore DIRT_SHORT_FLAT, il dealer parmense Roberto Demaldè cerca di colmare il vuoto della Motor Co (che non ha in listino una moto di codesta tipologia). THE ANSWER è un ideale quanto auspicabile risposta alla FRT1200 Indian in primis, che tanto interesse ha riscosso nella sua versione prototipo (meno in vero il modello in produzione). Harley Davidson PARMA parte da un ROADSTER 1200 che viene dotato, oltre che di un cerchio posteriore da 19'', anche di un bellissimo codino, di un peanut allungato, per raccordarsi meglio alla seduta, e ad uno scarico Vance and Hines due in uno. 

L'assetto più alto, la mascherina frontale rigorosamente hand made, dotata di fanale street legal e il gioco riser_manubrio sono solo alcune delle soluzioni made in parma. C'è molto lavoro artigianale in questa moto e questo la rende ancor più riuscita ai miei occhi. Ancora una volta Roberto dimostra di saperci fare: dopo Heroica, FF1200Convertible, un'altra preparazione che denota gusto e intraprendenza. TRE SU TRE!






Se questa è la tua preferita, VOTA QUI: la Battle of the Kings 2019 è ufficialmente iniziata.




22 gennaio 2019

MAX PEZZALI FEAT SPORTY MEETING AT METZELER STAND



XLCR foto di Udo Meuthen


Potrà piacere o meno dal punto di vista musicale, ma su una cosa saremo tutti d'accordo. Oltre ad essere uno dei più longevi cantanti nazionali (da decenni sempre al top), MAX PEZZALI è stato uno dei portavoce principali del credo Sportster prima e Harley Davidson dopo del nostro paese. Se il marchio americano ha preso piede in Italia nei primi anni novanta, il merito è anche di MAXIl suo storico gruppo, non a caso, si chiamava 883 proprio in omore della mitica sporty e sempre non a caso il nostro è il dealer di H-D PaviaBellissima anche l’iniziativa televisiva di ormai quasi tre anni fa dal nome Le strade di Max: non me ne ero persa una puntata. 

La concessionaria in questione ha più volte supportato le nostre iniziative: proprio il XLCR di Max era esposto nella nostra Area a Verona. Finalmente, dopo tanti anni, ho avuto l'occasione per presentarmi personalmente: il fatto che si sia complimentato per il meeting e il blog mi ha riempito di orgoglio. L'incontro si è svolto nello stand di METZELER presso il quale era esposta proprio una recente preparazione del dealer pavese. La foto con il logo 2019 è un ricordo che conserverò con cura. Grazie a Max e al suo staff: Mario e Jacopo TOP!

Thanks to Lorenzo Rinaldi and Metzeler (post ad hoc coming soon about new Cruistec Tyres and Stand at Mbe2019)


Leggi anche post: DUECILINDRI C/O H-D PAVIA


21 gennaio 2019

NIGHTSTER_NOS_EXTREME FEAT MAX MAYER



Photo di AMORALE

Un grazie a Max Mayer (alias Massimiliano Franzolin) per aver accolto il mio invito: il suo bellissimo NIGHTSTER_NOS_EXTREME, total black, non è passato di certo inosservato all'interno della nostra AREA. In vero questa splendida modified si era già fatta notare alle scorse edizione dello Sporty Meeting. Semplicemente un MEZZONE!!!!!




SPORTY MEETING AREA_GRAZIE A TUTTI













Foto di Chrimic TV

Si chiude l'edizione 2019 del MBE di Verona: i socials sono letteralmente invasi di foto. Ancora una volta, un successo di critica e pubblico. Quest'anno per DUECILINDRI per SPORTY MEETING è stato particolarmente significativo, grazie all'area tematica all'interno del padiglione uno. Siamo orgogliosi e soddisfatti. Uno spazio, in rappresentanza delle tante tipologie di preparazioni su base XL possibili; all'appello mancava la chop_attitude a causa di due defezioni dell'ultimo minuto. Nonostante questo un parterre di primo livello.

Grazie a Low Ride per lo spazio concessoci, grazie a tutti coloro che hanno accolto il nostro invito esponendo la propria sporty e grazie per i tanti attestati di stima che abbiamo avuto in questi giorni.

Grazie a tutti coloro che sono passati per un saluto (siete stati in tanti davvero) e grazie ai molti che ci hanno almeno provato (non siamo stati sempre al Pad.1 per cui non siamo riusciti ad incontrare un sacco di amici). 

Un GRAZIE a Davide Trotta per il supporto (video coming soon) e un grazie alla mitica Duecilindri Crew.



18 gennaio 2019

PASSA A TROVARCI FEAT SPORTY MEETING AREA AT MBE 2019










Questo è solo un piccolo assaggio di quello che potrete ammirare alla Sporty Meeting Area al MBE 2019. Ringrazio tutti i dealer, le officine e i privati coinvolti in questa esposizione sportster e ovviamente Low Ride per lo spazio che ci ha concesso. Nonostante qualche defezione inaspettata dell'ultimo minuto, abbiamo un parterre di tutto rispetto.

Un grazie speciale a Jurij e Strema per l'allestimento (e non solo) e a tutti i ragazzi della Crew che daranno il loro supporto. 


Domani, sabato, saremo presenti in massa: PASSATE A TROVARCI.