30 nov 2012

Frankie HI-NRG MC - Quelli Che Benpensano

 

 
Come ogni venerdì vi saluto con un video musicale.
 
Questa volta, dopo tanto rock e alternative, posto un pezzo rap.
 
Una canzone con un grandissimo testo; Frankie Hi-NRG mc con "quelli che ben pensano".
 
Buon fine settimana e un consiglio; usate la moto perchè da lunedì arriva l'inverno!
 
Alla fine, in questi giorni preso da un post e l'altro, ho dimenticato di mostravi le foto dell'evento organizzato da HAMC e Low Ride in quel del quartiere isola a Milano; lunedì provvederò immediatamente!

Need for speed!


Need for speed; il braccio è di TONY MANETTA!

Sportster by Harley Davidson Pavia








Questa sportster by Harley Davidson Pavia è, tra le preparazioni in chiave short/dirt track italiane, forse la mia preferita (anzi tolgo il forse!).

E aggiungo che nonostante abbia scritto di non apprezzare il faro v-rod sulle sporty . . . in questo caso mi rimangio tutto (vedete come tutto è relativo e dipende dal contesto)!

Su base 1200s del 1996 questa sporty monta codino Storz (con relativo segamento fender), cerchi a raggi, rigorosamente neri gommazza da misto Avon (perchè io non le trovo?), scarico supertrapp, tendi cinghia, filtrone aperto, trasmissione a catena, copristeli forcella, e due bei dischi flottanti con i nottolini gialli (l'unica concessione al colore).

Non si riesce invece a decifrare il tipo o la marca delle sospensioni posteriori!

Una nota per la verniciatura denim; semplice ma affascinante grazia alla scritta del serbatoio.
Nonostante sia un 1200, la decal mostra con orgoglio un 883R (mi piacerebbe vedere la suddetta se è quella originale o riprodotta con qualche differenza).

That's cool . . . davvero una bella sportster!

Una riflessione ...



link by POLV&;



"Non importa che abbiate a disposizione un’ Harley degli anni 40 o una del 2010, una Triumph o una Moto Guzzi, una commercialissima moto giapponese o una ingombrante BMW o ancora un vecchio cross mono 4 tempi.

L’importante è seguire le poche regole obbligate, togliere tutto il superfluo, ridurre il serbatoio ad una lattina di birra, un paio di cerchi di uguale misura vi faciliteranno il compito, magari da 16 oppure da 18 o ancora da 21, meglio se a raggi, ma è tutta una scelta personale.
 
A discapito del confort dovrete sostituire gli ammortizzatori posteriori con una coppia di barre rigide, possibilmente molto corte, le forcelle le sfilate di una decina di cm e portate tutta la moto il più vicino possibile all’asfalto.
 
Via i parafanghi.
 
Togliete i terminali dagli scarichi, è importante che i collettori siano corti, liberi e che quando accendete la moto vi possano sentire anche i vostri parenti emigrati dall’altra parte del mondo, sicuramente li avete perchè siete tutti un po’ terroni.

Fatevi una sella piccola, minuta, bassa.

Via la strumentazione, e magari anche il faro, a favore di uno piccolino da 7 o 8 pollici, via le frecce, via i comandi a manubrio, bastano un paio di switch per l’accensione del faro e dello starter, il clacson non serve perchè già sarete dotati di una coppia di marmitte che faranno notare a tutti il vostro arrivo.
 
Scegliete un manubrio basso o dritto, oppure 2 semimanubri da corsa, evitate quelle cose tipo manubria a corna di bufalo o manubri troppo larghi, sono una tamarrata. L’impianto elettrico va tagliato e accorciato oppure ricostruito custom.

Via la scatola filtro dei carburatori a favore di tromboncini o cornetti aperte.
In sintesi togliete, togliete, togliete, anche il posto passeggero, meglio andare da soli, così nessuno vi romperà le palle.

Poi abbassate, rendete tutto il più semplice possibile, e ricordate quello che non c’è non si rompe…

I bobber sono come gli spaghetti con il sugo, per farli servono: gli spaghetti (tanti), i pomodori, le cipolle, l’olio extravergine, il formaggio grattuggiato, se ci mettete robe in più non avete capito un zzoca!"






Che dire? Una Bellissima Sportster




29 nov 2012

La sportster secondo CD Garage Milano






Quella nella immagini è la sportster preparata da CD Garage di Milano, officina nata dalla voglia di indipendenza di Andrea, faccia nota nel mondo ufficiale HD per aver "militato" nelle fila di alcune note concessionarie milanesi.

Ma guardiamo insieme la moto; da dove possiamo partire di fronte a cotanta preparazione?
Tantissimi gli interventi estetici, le migliorie tecniche e le soluzioni personali adottate; impossibile elencarle tutte, sia per quantità sia perchè non ho alcuna informazione.

A prima vista si possono notare le seguenti modifiche: piastre e la relativa forcella, copri foderi dirt track, faro stile v-rod (che personalmente non mi fà impazzire), filtro, scarichi, colorazione telaio e cerchi (non si vede bene, ma sono color verde), manubrio, comandi manubrio, strumento, ammortizzatori posteriori, dischi freno e pinze performanti, codino (artigianale?) con taglio fender, porta targa, sella con bottoni e una colorazione personale.

Questa sporty, tra l'altro, l'avevo incrociata durante la festa by HAMC (presto le foto); è una moto che non passa di sicuro inosservata.

Se dovessi definirla?
Prendi una sporty, mettici un pò di short track, un pizzico di stile teutonico, aggiungi qualche intuizione personale, agita bene il tutto . . .  .ed ecco qua!

Gran lavoro e complimenti ad Andrea!
Per info CD Garage, link banner alla vostra destra!

Grazie a Mario per le foto!

Simulazione SPORTSTER!








Simulazione by Riddik!

La simulazione del caso - SPORTSTER!




Dovete scegliere la nuova colorazione per la vostra sportster e siete indecisi?

Fate come Riddik (il suo nightster pubblicato su duecilindri qualche settimana fà), armatevi di un pò di fantasia, di un computer e provate a fare un pò di simulazioni. 

Ne vedrete delle belle . . . almeno spero!

Sportster by HD Livorno







Il manubrio ...dove mettere le mani?

















Insieme ad altri accessori quali scarico, sella, filtro, il manubrio può dare sul serio quel qualcosa in più alla vostra sportster!
Con una sola parola può; CARATTERE!

Attenzione però; questa modifica deve essere fatta al momento giusto.
Troppe volte vedo dragbar o zbar su sporty genuine e vi assicuro che il risultato è spesso poco gradevole (parere come sempre ultrapersonale e cmq ci sono le eccezioni).

Invece se questa modifica viene effettuata al momento giusto è uno di quegli elementi che rende riconoscibile, diversa e unica la vostra motocicletta.

Nelle immagini avete solo una piccola parte delle possibilità che il mercato ci offre.
A voi la scelta!


28 nov 2012

Una Sportster Iron from Svizzera




L'altro giorno, scorrendo le email della mia casella di posta alla ricerca di uno specifico messaggio, mi sono imbattuto in questa sportster Iron.

Ricevo quotidianamente decine di email, notifiche FB, comunicazioni promozionali (come tutti immagino) per cui questa bella motoretta si era persa nel kaos della rete. L'unica informazione che ho è la provenienza; la SvizzeraCi troviamo di fronte ad una Iron con poche ma incisive migliorie; lo scarico BUB, gli ammortizzatori Ohlins, il filtro aperto Screaming Eagle, le frecce Kellerman (riposizionate quelle anteriori) e lo spostamento laterale della targa.

Tutte ottime scelte; personalmente l'elemento filtrante nudo e crudo con la targhetta SE inserita non lo trovo irresistibile . . . ma questo è solo un dettaglio! Se il proprietario dovesse leggere questo post . . . lo invito a commentare, correggere e integrare, nonchè di scrivere il suo nome, così da poterlo inserire nella apposita (futura) pagina.

Invito ancora una volta a mandarmi i un paio di foto della vostra sporty (genuine o modificata non importa) se volete essere presenti nella sezione (di prossima pubblicazione . . . ci sono quasi) LE SPORTY DEI LETTORI.

Sportster by Radikal Chopper Milano


 
 
Qualcuno di voi si ricorda questa sporty preparata da Radikal Chopper?

Le dedicai un post tanto tempo fà . . . ma visto che l'ho ripizzicata sabato scorso, non ho perso tempo e ho fatto un "bel" video.
 
Che dire? Di sicuro è una sportster che si fà notare, su questo non ci sono dubbi!
 
Tolto un elemento caratterizzante come il faro con la palpebra anteriore e lo strumento (sostituito con un mini motogadget), tagliati fender posteriori e costruito un porta targa con una luce ad hoc, sella a molle singola, filtro aria artigianale (una delle caratteristiche del preparatore milanese), parafango anteriore minimal e manubrio dragbar.

Ed è proprio nella zona manubrio che ci sono le idee più particolari; rimossi i comandi genuine, il tutto è stato modificato in maniera pulita ed elegante.
Osservate il particolare serbatoietto dell'olio, i comandi, i piccoli pulsanti e le bellissime leve.

Forse Rebuffini? Forse Kustom Tech?
Presto la risposta . . . intanto godiamoci questa sportster!


Ricordate che tutti i video, riguardanti sportster, fatti dal sottoscritto vengono di volta in volta inseriti nella pagina Video Sporty By Duecilindri Blog.

Sportster Nightster by H-D Bergamo







Dopo le preparazioni su base sportster di H-D Pavia, H-D Palermo e H-D Parma, pubblicate nei giorni scorsi, eccoci di fronte a quella di H-D Bergamo. Oltre alla ormai classica triade (scarichi, filtro e centralina) possiamo notare lo spostamento laterale della targa, i nuovi ammortizzatori posteriori Progressive, il filtro RSD, i bellissimi cerchi a sei razze, le frecce Kellerman, il cupolino genuine e i dischi flottanti all'anteriore e posteriore.

Su tutto però svetta una colorazione che, potrà piacere o meno, ma si fà assolutamente notare per originalità. Promossa.