12 dicembre 2018

VINCI LA MIA MOTO feat La Sporty di Jovanotti e Sporty Meeting







LA STORIA
I meno giovani tra voi lettori ricorderanno sicuramente la sporty di JOVANOTTI personalizzata per lui da Carlo Talamo. Anche grazie a questa moto il culto delle Harley Davidson prese piede nel nostro paese nella seconda metà degli anni ottanta. Dopo averle dedicato brani, video e copertine, il cantante decise di metterla in palio attraverso un concorso indetto tra tutti gli acquirenti del suo disco dell'epoca. Con una canonica estrazione, fu sorteggiato un vincitore. 

PROLOGO

Domenica scorsa da Fabio Fazio, dove Jovanotti era ospite, la CARRAMBATA: proprio il fortunato owner della moto (o il figlio) si presenta in studio con la  sporty di Lorenzo, il quale  rivede il suo mezzo dopo oltre 20 anni (vedi video sopra).

Da quel momento mi balza in testa un'idea: trovare il proprietario e invitarlo al nostro meeting. La targa a vista ci permette di rintracciarlo abbastanza velocemente (thanks to Jurij) e in tempo reale gli mandiamo una presentazione del blog e del meeting, nella speranza che il proprietario sia prima un appassionato di sporty oltre che del cantante. Una moto che è di certo un pezzo della storia sporty italiana


EPILOGO
Proprio qualche ora fa mi ha risposto Marco, l'owner, dicendo che ringrazia per l'invito ma che non ama i raduni anche se ben fatti come il meeting. Ho provato a spiegargli che il nostro non è il classico evento harley, ma senza riuscire a convincerlo. Magari a Marco le moto non piacciono neanche e quella 883 ha un valore solo perchè appartenuta ad un cantante di successo. 


NOTE A MARGINE
Considerando l'attaccamento che Jovanotti sembrava dimostrare verso la sua 883 (leggi video, canzoni, copertine) personalmente ne avrei messa in palio una uguale debitamente autografata o passati alcuni anni dal concorso, avrei fatto di tutto per riportarla in garage. 


Vezzi dei personaggi famosi.


15 commenti:

  1. SEI COME LA MIAMOTO . . .
    CHE BEI TEMPI E CHE BEL CONCORSO , NON NE AVEVO MAI SENTITO PARLARE
    FORTUNATO MARCO , PECCATO CHE NON PORTI LA SUA SPORTSTERINA
    A CONOSCERE LE SUE SORELLE MENO FAMOSE.

    RispondiElimina
  2. Magari per il vincitore avere una moto, una chitarra, o un disco d'oro sarebbe stata la stessa cosa e delle sporty manco gli frega niente. Concordo sul fatto che anche io nei panni di jovanotti avrei fatto carte false per riaverla. Cmq siete stati grandi come sempre a provarci e complimenti per questo post.
    Riccardo Trieste

    RispondiElimina
  3. Che dire... Lorenzo era veramente emozionato!!! non sapeva più cosa fare se toccare la moto o parlare con il proprietario. Per il fatto che Marco non voglia essere presente allo Sporty Meeting mi dispiace veramente tanto... di certo ha una moto che ha fatto un pezzettino di storia nel panorama Sportster in Italia... ma le notti portano consiglio e magari cambierà idea.

    RispondiElimina
  4. La speranza è l'ultima a morire.... E da qui a Giugno c'è n'è sono di notti per pensare se farla ammirare o fregarsene

    RispondiElimina
  5. Ma anch'io non mi spiego come mai Lorenzo non abbia cercato di riprenderla....avrà sicuramente una sua filosofia circa il tempo e le cose materiali....BON allora:niente sporty e si invita Jovanotti al meeting?

    RispondiElimina
  6. Mitica "la mia moto" di Jovanotti!!
    Mi ricordo benissimo! Avevo 13 anni, ho comprato la musicassetta e ho partecipato al concorso!!! Ho passato notti e giorni a sognarmi quella moto.... e, al di là della "carrambata", mi sono un poco emozionato anch'io nel rivederla tenuta in modo maniacale!!!!
    Mi associo a Jurij e gli altri che sperano che l'owner cambi idea!! E fra lo sporty e Jovanotti... dico: tutti e due al meeting 2019 dai!!!!!!!
    Giorgio da Cantù

    RispondiElimina
  7. Anch'io al posto di Jovanotti avrei offerto delle belle cifre per riaverla.....

    RispondiElimina
  8. Mitica moto e brutto epilogo. Grandi per averci provato.

    RispondiElimina
  9. Vedendola così tenuta bene, con solo 9000 km in 30 anni, di certo non ci va in giro se non per il caffè domenicale, nulla da dire, ma di certo non avrà voglia di farsi sbattimenti per venire da Arezzo a Grazzano, ne in moto ne con un furgone, a sue spese, quando di questo mondo non gli importa nulla.
    Però tanto di cappello nell'averla tenuta.
    Moto splendida, anche se (e qui mi tiro un po' di insulti da molti) la grafica proprio non mi garba...

    Alfred

    RispondiElimina
  10. Non sapevo nulla del concorso né tanto meno della “carrambata” ho saputo tutto grazie al blog!!!
    Più che perché Jovanotti non abbiamo voluto riprendersi “la sua moto”, mi chiedo se ne avrà un’altra?!?!?! Sarà ancora appassionato di H-D, o meglio di Sportster?!?!? Nel caso sia ancora appassionato di sporty si potrebbe seriamente pensare e sperare per una sua partecipazione al meeting. Anche se non sono un fan della sua musica, lo ritengo comunque un personaggio molto carismatico e “a pelle” simpatico, secondo me chiamerebbe al meeting tantissima gente!!!!
    Per quanto riguarda invece il proprietario della sporty spero davvero che ci ripensi!!!
    Per la grafica concordo con Alfred, anche se in quel periodo le areografie erano all’ultimo grido Così come nei primi anni 2000 andava il pinsteiping!!!
    Grafica a parte, la moto è davvero bella, così come tutte le “vecchie” sporty!!!
    Michael

    RispondiElimina
  11. Bellissimo articolo, bella la storia ,peccato che a lui non interessi partecipare.
    Ciao Fabrizio P.

    RispondiElimina
  12. È stata parcheggiata x un po’ di tempo in un garage vicino a Radio Deejay, a Milano, quando era di proprietà di Lorenzo, ma non credo che avesse la patente x la moto e quindi quando la mise in palio (sostituendola con una springer), forse aveva 1000 Km!!

    RispondiElimina
  13. Bei tempi li ho preso il mio primo sporty

    RispondiElimina
  14. bel articolo e peccato non riuscire a vederla perchè tenuta davvero come nuova.....

    RispondiElimina