15 dicembre 2010

...ancora Japanstyle














Quando parlo di japan style non fraintendetemi. Ovviamente non esiste UNO stile giapponese riconoscibile e riconosciuto, ma la mia definizione nasce dalla maniacale cura del dettaglio, delle sfumature, dei pezzi fatti ad hoc, dalla fantasia che caratterizza le moto americane che passano sotto le grinfie del popolo del sol levante. Bravissimi nella realizzazione di chopper, grandi amanti delle sportster corsaiole oltre ad aver dato alla luce molte delle migliori firme del custom internazionale. Nelle foto qualche esempio di realizzazioni su base sporty, un riuscitissimo mix tra moto supersportive e cultura americana (guardate le forcelle sicuramente strappate a qualche moto "carenata"). Veramente bellissime. Mi è capitato che un amico mi chiedesse il perchè tra le tante modifiche che ho apportato alla mia sportster non ho fatto fare mai un qualche cosa al parafango posteriore, tipo un codino storz, un parafango stile cafè racer o quant'altro. Premettendo che le moto nelle foto mi piacciono veramente moltissimo, la mia risposta è sempre stata che voglio che la mia moto rimanga una riconoscibile 883R, anche se migliorata, performata e personalizzata. Insomma non la voglio stravolgere.

L'ho colorata, arricchita, mischiata ma non voglio toccare assolutamente la forma del serbatoio e del parafango posteriore. ... oggi la penso così!




Nessun commento:

Posta un commento