16 dic 2009

Harley - V.i.p.





Se l'amore per le moto del buon Max Pezzali è evidente in quanto è socio della concessionaria Harley Davidson di Pavia e per il nome del suo famoso gruppo, quello di Gerry Scotti è una gran bella sorpresa ... chi l'avrebbe mai detto!





1 dic 2009

Vintage Cycle Service





Eccovi una bella rappresentante del lavoro di Matteo di Vintage Cycle Service, officina che ama invecchiare le moto con accessori d'annata e colorazioni d'epoca. Inoltre è anche un negozio con tantissimi pezzi oramai introvabili come serbatoi, caschi, fregi e tanto altro.

Andate a trovare Matteo su http://www.vintagecycleservice.com/ e non ve ne pentirete.


Certo è che la toscana è viva e spinge.




25 nov 2009

Rombo di Tuono - Una delle vincitrici





Eccovi una delle bellezze del Rombo di Tuono. Una moto che ha colpito assolutamente nel segno con il suo profilo basso, il suo essere rigida, la carrozza modellata ad hoc e quella sua aria un pò vintage.






H.o.g




Se non siete iscritti all' Harley owners club ma volete leggere comunque la rivista ufficiale trimestrale ed essere sempre informati su tutte le attività cliccate all'indirizzo http://www.hogmagonline.com/issue.php?LangOpts=it e ne vederete delle belle. Oltre a poter sfogliare virtualmente tutte le pagine e gli arretrati, troverete una marea di articoli, di curiosità, di news e reportage.


18 nov 2009

Wild Hog -Sella a molle + copri parafango





Per chi vuole mettere una sella con le molle ad una sportster post 2007 (iniezione) la WILD HOG di Reggio Emilia ha la soluzione. Il kit comprende sella a molle, sotto sella rigido e copri parafango posteriore grezzo per coprire il vuoto creato dallo spostamento della centralina in uno scomparto apposito. Il risultato è assolutamente impeccabile ed il prezzo varia dai 350 ai 450 euro a seconda della grandezza del "appoggianatiche", inoltre l'azienda emiliana fornisce borse laterali in cuoio bellissime e accessori vari tra i più validi sul mercato.


Tutte le informazioni sul sito http://www.wildhog.it/


10 nov 2009

Crazyoils





Francesco Mattioli è una vecchia conoscenza del mondo harley a Milano, avendo lavorato molti anni in una ormai ex concessionaria di Viale Friuli.


Chiusa l'esperienza con il dealer milanese (che voci di corridoio dicono sia fallito -?-) ha deciso di mettere a disposizione di tutti la propria esperienza dando vita a CRAZYOILS. Accessori, meccanica, pezzi particolari, verniciature e abbigliamento sono il pane di questa giovane attività che ha per il momento il fulcro nel blog http://crazyoils.blogspot.com/ ma che spero presto possa avere una via e un numero civico. 



Inoltre Francesco ha contatti con il Giappone e America dal quale fa arrivare accessori e riviste altrimenti introvabili e sopratutto fa una politica dei prezzi altamente competitiva.


5 nov 2009

Easyrider





Billy e Wyatt, detto Capitan America, partono sui loro choppers (motociclette degli hippy dei '60). Fanno molti incontri, piacevoli e no. Nel viaggio di ritorno sono uccisi a fucilate. Questa è la storia del più famoso "film di strada" della storia del cinema. Il tema classico del viaggio si mescola con quelli della cultura alternativa degli anni '60: marijuana, musica pop, protesta hippy, pacifismo, crisi del mito americano. In varia misura furono ammirate la colonna musicale (che include brani di Byrds, The Band, Robbie Robertson, Jimi Hendrix, Bob Dylan, Steppenwolf), la bizzarra tecnica di montaggio, la suggestiva fotografia di Laszlo Kovacs, l'interpretazione di Nicholson. Molte riserve sul suo sessismo di fondo, sulla sgangherata sceneggiatura (scritta da D. Hopper con P. Fonda e Terry Southern), persino sulla conclusione troppo deprimente. Se la storia e la trama del film lasciano molto a desiderare in compenso i paesaggi sono assolutamente fantastici .... e le immagini delle moto in movimento con il sottofondo musicale sono la grandezza di questo manifesto biker. 

Cliccate http://www.youtube.com/watch?v=mJS8j9YYB9w per vederne un esempio (Born to be wild).


30 ott 2009

Spostamento laterale tachimetro sportster






Volete spostare lateralmente il porta strumenti della vostra sportster? Quelle che vedete in foto sono solo alcune delle possibili soluzioni. Personalmente amo lo strumento nella sua configurazione originale: non credo lo rimuoverò mai da suo posto.





27 ott 2009

0571 Garage




Dalla toscana una delle officine/concessionarie non ufficiali più intraprendenti e interessanti della penisola. Con un occhio di riguardo al lato sportivo, in particolar moto modificando sportster ma anche softail, le creazioni della 0571 garage sono state tra le più aprezzate durante l'ultima edizione del Rombo di Tuono. Fatevi un giro su http://www.0571garage.com/ ed oltre a tantissime moto modificate troverete anche prodotti fatti in casa (bellissimo il cornetto d'aspirazione in vetro).

23 ott 2009

Harley tax - la centralina







Terzo e ultimo passo per completare lo STAGE ONE o harley tax è intervenire sulla centralina. Nel caso di una sportster ad iniezione quasi tutti i dealer propongono il s.e.r.t. (screamin eagle race tuner) che altro non è che una interfaccia che collega la moto al computer (in alternativa molti usano la power commander III). Questa interfaccia, che è utilizzabile solo su una moto ma infinite volte, consente (scaricando un programma) di rimappare la centralina immettendo delle configurazioni prestabilite dalla casa secondo i modelli e gli accessori utilizzati (scarichi e filtro). A causa del costo non certo esiguo alcuni dealer (solo 2 tra tutti quelli interpellati per precisione) consigliano di lasciare le configurazioni di serie sostenendo che su una cilindrata piccola come quella dello sportster i benefici non sono così evidenti. Proprio per queste affermazioni il sottoscritto, prima di investire nel sert è andato a fondo nella questione, interpellando telefonicamente e di persona più di una decina tra dealer e meccanici, è la quasi totalità delle risposte è stata che la centralina necessita assolutamente di una riprogrammazione, che il motore ne beneficia e che le prestazioni si incrementano. In effetti ho riscontrato dopo la rimappatura che le marce si sono allungate, che il minimo si è abbassato e che la velocità e lo spunto sono aumentati.


Quindi soldi permettendo fatelo!


22 ott 2009

Harley tax - il filtro aria







Dopo avere sostituito gli scarichi ed ottenuto il sound che volevamo possiamo fermarci o passare allo step successivo. La modifica del FILTRO di serie permetterà alla moto di aspirare maggior quantità d'aria e conseguentemente farà "girare" meglio il motore (non dimentichiamo infatti che gli scarichi aperti sprigionano più aria e quindi il motore deve giustamente respirarne di più). Anche in questo caso la mia scelta è ricaduta su quello della screamin' eagle ma il mercato offre filtri di ogni tipo e forma.






Harley tax - gli scarichi





La prima cosa che si dovrebbe fare quando si compra una harley davidson è sostituire gli scarichi di serie. Le prestazioni della vostra moto rimarranno sostanzialmente invariate (anche se c'è chi sostiene il contrario) ma ne guadagnerete sicuramente in sound e piacere di guida (non esiste harley davidson senza il suo caratteristico e unico sound). Tanti i tipi di scarichi che troverete sul mercato, sceglierete voi il più adatto alle vostre necessità, personalmente sono andato sul sicuro con gli Screaming eagle ma c'è chi preferisce Supertrapp, Mcj, Vance and hines, Roland Sands etc etc.





Quindi correte a cambiarli ... se non lo avete già fatto!

21 ott 2009

Piastra portanumero




Cosa c'è di più bello di una PIASTRA PORTA NUMERO sulla propria sportster. Finalmente ho trovato il modo di poterla montare lateralmente senza però dover riposizionare le frecce posteriori. Quindi ho comprato una piastra ovale, un numero adesivo e il tutto è stato portato dal carrozziere di fiducia per una verniciata e una mano abbondante di trasparente. Quello che vedete è il risultato, adesso attendo la staffa per il montaggio. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarmi.



Presto vi farò vedere il risultato; stay tuned . . .






20 ott 2009

Primo post




Oggi nasce DUECILINDRI, un blog che si prefigge lo scopo di parlare, in maniera semplice, delle nostre moto a due cilindri (con un occhio di riguardo alle piccole di casa Harley) ma anche di tutto ciò che ad esse ruota intorno e sopratutto che ruota intorno al sottoscritto.
Questo libro ad esempio lo consiglio a chiunque, perchè parla di harley ma anche di viaggi, che parla delle hog e dei primi anni della Numero Uno di Milano.





Stay tuned  . . .