13 settembre 2021

AREA57 FEAT GIORGIO BATTISTI XR1200







Foto di DANIELE GRASSI

E’ IL PILOTA DI PUNTA DELLA DUECILINDRI SQUADRA CORSE: SEMPRE SUL PODIO ALLA DOMENICA SPORTYVA, GARA DI ACCELERAZIONE DI THE REUNION, GIORGIO BATTISTI BRUCIA L’ASFALTO E SI INFIAMMA SULLO STERRATO.

Avvocato di professione, sommelier per diletto e motociclista per vocazione. Un’adolescenza trascorsa tra i colli piacentini in sella ad enduro dell’epoca lo hanno formato come biker e, per sua stessa affermazione, anche come uomo. Trasferitosi a Milano per lavoro si imbatte nelle vetrine di Numero Uno Milano dove acquista una 883 standard in tonalità white pearl. Con la compagna Simona percorre in lungo e in largo lo stivale, Grecia e Turchia conducendo lo small block in luoghi impensabili anche per una enduro specialista. Con la presentazione, nel 2008, di XR1200 la svolta: finalmente un modello con cavalli e ciclistica adeguate, dal carattere sportivo ma inconfondibilmente Harley-Davidson. Ci conosciamo poco dopo: io avevo appena montato le sospensioni posteriori Ohlins alla mia 883R e lui, che da tempo seguiva il blog, mi contatta per alcune informazioni in merito. Negli anni Giorgio ha personalizzato il suo mezzo tenendo sempre a mente alcuni sani principi: il modello non deve essere snaturato ma esaltato nelle sue peculiarità e deve rispecchiare il suo owner. Ecco spiegato il manubrio alto con traversino, le gomme semi-tassellate Pirelli MT60 o il “becco” in puro stile motard frutto di una intuizione di Francesco Mattioli dell’officina Crazyoils, l’autore di tutte le modifiche apportate a questa moto. In linea con lo stile anche lo scarico artigianale due in uno che oltre a conferire un sound cupo ed aggressivo, alleggerisce la vista laterale della moto. Dischi freno Braking, kit forcella Misano di Andreani Group e i già citati ammortizzatori con tripla regolazione dell’azienda svedese supportano a dovere la ciclistica. Anche la colorazione, originariamente nera, lascia il posto ad un elegante bianco con filetti e scacchiera: la decal però non si tocca, rispecchia in pieno l’animo racing del proprietario. Giorgio ha trasmesso la passione per le due ruote anche al figlio Filippo, giovane promessa del BMX style e speriamo anche futuro Sporty enthusiast.


7 commenti:

  1. xr1200 semplicemente stupendo.

    RispondiElimina
  2. Bel mezzo Giorgio grintoso e personalizzato con molto gusto, i miei complimenti.
    Gian Marco

    RispondiElimina
  3. Grande Giorgio. XR personale e stilisti, lui grande pilota col quale mi è già capitato di misurarmi alla Domenica Sportyva...
    Temibile anke come sciabolatore di champagne!!! Un mito, insomma...

    RispondiElimina
  4. A me XR1200 piace un sacco. Se poi è modificata con gusto meglio ancora. complimenti a giorgio da parte mia. Valerio82

    RispondiElimina
  5. Grande pilota e grande uomo!
    La sua XR è una delle più belle viste in giro... Complimenti!!

    Alfred

    RispondiElimina
  6. Mi unisco ai complimenti a Giorgio per il suo bellissimo sporty super sportyvo!!!
    Giorgio di cantu

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti per gli apprezzamenti, sono onorato!

    Giorgio B.

    RispondiElimina