04 novembre 2019

AREA57 FEAT 1200S JURIJ RE CECCONI






Photos Courtesy of Lowride - Text for Area57 October Issue LR

Una sera d’autunno di una manciata di anni fa Jurij Re Cecconi percorreva la SS36 per raggiungere casa. Quando la spia della riserva dell’auto si accende, d’istinto imbocca la prima area di servizio. Tra le numerosi zone di rifornimento che costeggiano lo stradone brianteo il caso vuole che il nostro s’imbatta proprio in quella dove sorge l’officina Bad Boys Garage. Neanche il tempo di scendere dall’abitacolo che l’occhio cade su un Forty-Eight esposto in vetrina: il colpo di fulmine è talmente ben assestato che la settimana seguente proprio quella moto varca la soglia del garage di casa.  

Giunge la primavera e trascorre l’estate, il 48 si trasforma in una bellissima special di nome ARCADIA ad opera di Lorenzo Nisi e di pari passo cresce la passione per lo small block di Jurij. In pochi anni diventa una colonna della Crew di Duecilindri, collabora con il sottoscritto alla realizzazione di Sporty Meeting e infittisce una rete di contatti con moltissimi aficionados stranieri. Ma la vita purtroppo riserva anche delle brutte sorprese. Nel 2017 durante una scorribanda in terra austriaca viene disarcionato da un pirata della strada: la moto ne esce distrutta e lui parecchio malconcio. UN DURO COLPO. In attesa che le assicurazioni facciano il loro corso, dopo mesi di convalescenza e lunghe sedute di riabilitazione torna il momento di poter montare nuovamente in sella. 

Ancora una volta il destino ci mette lo zampino quando si imbatte in un annuncio di vendita di un raro quattro candele giallo. L’affare si chiude in tempi record ma le ricerche storiche sul mezzo che precedono l’acquisto rivelano che il primo proprietario fu Enrico Zanarini: proprio il noto manager di Formula Uno racconterà che questo 1200 Sport fu il regalo che ricevette nel 2000 dal pilota Eddie Irvine a seguito di una stagione ricca di soddisfazioni nel team Ferrari. La sporty monta un kit completo Screaming Eagle, ai tempi costoso optional del catalogo genuine e versa in condizioni più che buone ma Jurij, ormai diventato un palato esigente, vuole di più. Si mette alla ricerca di alcuni pezzi performanti dell’epoca, recupera degli accessori top di gamma recenti e si rivolge ad uno dei restauratori più meticolosi in circolazione; Pierluigi Alghisi. Ogni vite, ogni tubo, ogni guarnizione viene sostituita o rigenerata. Lucidate aste, condotti e tutte le cover. Portata a telaio, il motore, l’impianto frenante e il cambio vengono smontati pezzo dopo pezzo per tutte le verifiche e le migliorie del caso. Il giorno del ritiro e del conseguente test su strada dopo il restyling è, per ovvie ragioni, un momento sacro, quasi catartico per il protagonista di questa storia. E come ogni bella storia anche questa ha il suo lieto fine.




10 commenti:

  1. l'ho ammirata da vicino ed è davvero un gran bel mezzo, solo lo scarico non mi garba, ma è una piccolezza.
    Complimenti

    RispondiElimina
  2. Senza dubbio uno dei 4 candele più belli in circolazione in Italia e forse non solo. complimenti al proprietario. Tc

    RispondiElimina
  3. Grande Jurij, bellissima 4candele..... Lo scarico V&H per me invece è la ciliegina sulla torta!!!

    RispondiElimina
  4. Bellissimo 4 candele e secondo me ci sta bene anche lo scarico, spero di rivedere al più presto anche l'Arcadia!
    Gian Marco

    RispondiElimina
  5. Perfetta! Ed in più con una storia di prestigio! Complimenti Jurji, un caro abbraccio! Max

    RispondiElimina
  6. Sembra uscita direttamente dalla vetrina della Numero 1 dell'epoca!
    Chapeau.

    Giorgio B.

    RispondiElimina
  7. Veramente bellissima, anche quello scarico V&H ha il suo perché.
    Andrea VT

    RispondiElimina
  8. Stupenda veramente...bellissimi anche colore e accessori!il mio prossimo acquisto sarà l ammortizzatore di sterzo dopo averlo visto sulle sporty di Paolo e di Jurij...

    RispondiElimina
  9. Nulla da eccepire. Semplicemtne stupenda. A me il lo scarico piace. l'unica alternativa sarebbe stato il supertrapp due in uno ma questo lo trovo più particolare. complimenti da parte mia.
    maurizio (lettore dal 2013)

    RispondiElimina
  10. Jurij ..... top.... non ci sono altre parole amico

    RispondiElimina