22 dicembre 2017

Tweeky 1200 by Deus








Non sempre si può giudicare una preparazione seguendo solo e soltanto i propri gusti. Ci sono modified oggettivamente ben fatte che per varie ragioni non esaltano completamente colui che si trova a commentarle. La TWEEKY, il 1200 roadster by DEUS, rientra proprio in questa categoria di moto. Una sporty modernissima, sia esteticamente sia dal punto di vista della ciclistica: nulla da eccepire. Dai cerchi PM, allo scarico siamese, passando per l'impianto frenante e il codino con luce integrata; tutto è fatto con cura maniacale. Lo strumento digitale integrato nella piastra, i semi manubri alti, i particolarissimi comandi o il fanale di Vrod memoria sono accessori di pregio che dimostrano una voluta ricercatezza. Anche la colorazione black-orange a contrasto non scade nel banale. Insomma una modern sporty tra le più riuscite nel suo genere, che testerei con curiosità e che ammirerei incantato se la dovessi vedere mai dal vivo . . . ma che non mi esalta completamente. I motivi trascendono la ragione . . . è questione di pelle e backround.


8 commenti:

  1. Ho visto preparazioni dello stesso genere anche più brutte, questa alla fine ha qualcosa che non mi dispiace, ma quoto l'utente sopra Nik

    RispondiElimina
  2. molto lavoro, qualche dettaglio che non ho mai digerito vedi faro...

    RispondiElimina
  3. A me piace molto e mi sembra anche ben fatta, bella la verniciatura non mi piace però il faro e gli specchietti.
    Gian Marco

    RispondiElimina
  4. Il bello delle nostre moto e' sicuramente il poterle modificare in mille modi diversi, e rispetto le scelte di tutti di come spendere i propri soldi...
    Pero' mi chiedo: quando si iniziano a spendere diverse migliaia di euri x elementi ciclistici ultraprestazionali e per kit di motore per arrivare a una cavalleria degna di una media jap stradale, non e' che magari si ha sbagliato moto?? Anziche' prendere un 883 e fare vari stage 1 2 3 e 4 , ammo freni forke rovesciate non si puo' prendere un XR 1200 direttamente??

    RispondiElimina
  5. Apprezzo solo la verniciatura... La moto di per sé la trovo anche un po' goffa e troppo moderna per i miei gusti

    RispondiElimina
  6. A me non dispiace ma sinceramente ne ho viste di più riuscite, i cerchi mi ricordano troppo quella CBR Repsol
    E lo scarico non lo definirei siamese ma più un 2-1-2 perché il siamese si chiama così perché i due collettore sono l’uno attaccato all’altro e non una coppia che convoglia in un solo tubo
    Il vero siamese è quello che montava l’XRCR ‘77 e l’XRCH ‘79!!!
    Michael

    RispondiElimina