19 dicembre 2011

Gate 66 Sportster Challenger feat Luca Lindemann












Vi avevo anticipato della apertura di una nuova officina dal nome Gate 66 a Milano per il primi mesi del 2012. Oggi posso dirvi qualcosa di più.

Colui che si occupera' dell' aspetto tecnico e meccanico delle vostre harley, in questa nuova realtà, sara' Nicola PapaNoto ai più' per essere stato in Numero Uno negli anni d'oro e per avere da qualche anno un'officina, sempre a Milano, dal nome Moto e Moto, in zona Via gallarate.

Molte sono le idee intorno a questo nuovo progetto che non si limiterà alla semplice manutenzione e customizzazione delle nostre moto. Forse una club house, forse un luogo di partenza per i run, forse non solo harley, forse dei servizi nuovi e innovativi.

La possibilita', nel caso vogliate far verniciare la vostra bimba, di vedere in anteprima il risultato (in maniera realistica) grazie ad un programma dedicato oppure avere uno spazio per poter assistere la propria moto in autonomia (ponte e attrezzi a noleggio in buona sostanza). Vi terrò aggiornati. Nel mentre, nelle foto la sportster di Luca Lindemann (ritratto nella prima immagine), uno dei soci, da lui ideata e realizzata da Nicola; la Challenger, questo il nome, parte da una 883R ad iniezione.

La grafica muscle car anni sessanta/settanta la fà da padrona in questa preparazione ma tante e mirate sono le modifiche apportate. Motore pompato a 1200, dischi flottanti genuine, scarichi corti V&H, ammortizzatori bassi progressive, radiatore per il raffreddamento dell'olio e filtro aria Kuryakin migliorano le prestazioni grazie anche alla rimappatura della centralina.

Molte invece le chicche estetiche, a partire dal gioco rosso blu su teste e cavi, puntale e cupolino. All'interno di quest'ultimo, spunta un bel tachimetro dal sapore sportivo, mentre il contagiri è stato riposizionato a lato dei cilindri (sul lato sinistro ovviamente).

Frecce, manopole, soffietti e specchietti provengono in gran parte dal catalogo H-D, come anche la solo seat, il manubrio stretto e le pedane. Questo è solo un esempio di come potrebbe diventare la vostra 883 dopo la "cura" Gate 66Non parliamo di special bike da concorsi, ma di moto personalizzate, fruibili tutti i giorni ma che hanno dalla loro qualcosa di unico e riconoscibile. Spero un giorno di poter provare questa moto perchè Luca sostiene che abbia un bel colpo in cannaVi saprò dire.


A questo punto dobbiamo solo attendere l'invito per l'inaugurazione ...




2 commenti:

  1. Semplicemente stupenda!

    RispondiElimina
  2. Prima di tutto complimenti per questo blog!
    Questa sporty mi piace, ha un buon equilibrio.
    Vedremo quando aprirà il gate 66...magari rifaccio il look alla mia xl1200.
    Tienici aggiornati.

    NanoHD

    RispondiElimina