13 ott 2016

Harley and The Davidsons





E con l'ultima puntata di martedì,  si è conclusa la tanto attesa fiction dedicata alla storia della nascita della Harley Davidson.
Personalmente l'ho seguita con la dovuta attenzione ma con le distrazioni che l'avere un bimbo di neanche due mesi in casa comporta.
Sicuramente ben fatta, period perfect, con delle moto pazzesche . . .ovviamente romanzata ad hoc per la televisione!
Se farà bene o meno alla Motor co. è presto dirlo, di certo scatenerà ancor più un ritorno di fiamma verso la vecchia ghisa (l'ultima moda di questi anni).


Se avete avuto modo di vedere Harley & the Davidsons  . .  .attendo un vostro commento in merito, ricordandovi che cliccando il banner alla vostra destra dal titolo H-D Museum potrete vedere alcune delle moto ritratte nella serie . . . 




Stay tuned!



13 commenti:

  1. Serie piacevole, bravi attori e belle moto. sono certo che le richieste per qualche vecchio splendore aumenteranno vertiginosamente.
    Pejo

    RispondiElimina
  2. Davvero una bella serie ho seguito tutte le puntate!!! Un punto a sfavore è quello della wreking crew che secondo me è stata messo un po' in secondo piano quando in realtà il merito delle vittorie è forse più merito loro che delle moto!!! Le moto usate sono davvero stupende hanno dato spazio alle moto migliori (secondo me) poi il knucklehead è un autentico capolavoro!!!
    Michael

    RispondiElimina
  3. Vista,pensavo a qualcosa di più avvincente ma non so nemmeno io cosa di preciso,mi è piaciuto ma l'aspettativa era diversa.
    Quello che mi ha fatto storcere il naso è stato che Indian e Ford passano solamente per i cattivi di turno. Chissà com'è andata veramente nella realtà. Certo che quando è uscito quel knucle blu/panna è stata libidine pura!!!
    LuRe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te per quel che riguarda Ford e Indian.
      Pejo

      Elimina
  4. A me la serie è piaciuta, romanzata al punto giusto (è sempre così, sia per la tv che per il cinema...) e coinvolgente; il fatto poi che Indian e Ford vengano rappresentate così credo contenga almeno un fondo di verità, altrimenti negli USA sarebbero partite delle mega cause...
    mi aspetto, a questo punto, almeno una seconda serie per continuare il racconto

    RispondiElimina
  5. A me è piaciuta con alcune riserve!
    Alcuni temi sono stati solo sfiorati mentre avrebbero meritato un approfondimento (mi riferisco ad aspetti meramenti tecnici).
    Chissà se ci sarà un seguito.
    Tc

    RispondiElimina
  6. A me personalmente e' piaciuta tanto che sono riuscito a far appassionare alla storia pure mia moglie!
    Forse ho trovato un pò sbrigativa nei tempi di narrazione la terza puntata, avrebbero potuto fare un quarto episodio con qualche particolare in più!
    Comunque promossa!
    Gian Marco

    RispondiElimina
  7. Troppo romanzata.......è piaciuta a noi tutti Harlysti in quanto di parte.ad amici possessori di altri marchi,ma non estremisti(piacciono anche a loro le Harley),non hanno apprezzato........
    Personalmente ho preferito il minispecial alla fine del terzo episodio.........
    Paolo57

    RispondiElimina
  8. Vista mi è piaciuta molto in particolare la parte di Bill Harley,
    Il vero pioniere,ma sono rimasto li'quando ho visto che il marchio ancora oggi esiste grazie a un affare fatto Con il sol levante. Speriamo in una seconda stagione.

    RispondiElimina
  9. Bellissimi i manichini che hanno messo su per la serie. Grosso lavoro, anche se alcuni particolari tradivano la csstruzione moderna(leve freno comandi gas gomme). Critica tecnica. Per il resto una bella serie per tutti gli amanti delle due ruote. Per i cineasti a loro la parola ��

    RispondiElimina
  10. E' la storia delle due famiglie. Una saga famigliare. Va vista come tale. La storia del marchio e' tutta una altra cosa.

    RispondiElimina
  11. Bella e appassionante mi ha impressionato molto la tenacia e la forza con cui si è dato vita al progetto, una lezione anche di abilità imprenditoriale tirare fuori l'azienda da periodi difficili e salvare posti di lavoro è un aspetto sociale molto attuale

    RispondiElimina
  12. A me è piaciuta e mi ha appassionato e in un paio di punti anche emozionato....premetto che non conoscevo granché la storia e ora cercherò di saperne un po' di più, e magari potrei essere perplesso su come hanno fatto passare Indian e Ford... Mi viene da paragonare William Harley come quel "genio visionario" di Steve Jobs, vedeva dove gli altri non pensavano, e quando è apparso il knuckle................MERAVIGLIA !!!
    Roberto

    RispondiElimina

SHARE THIS