24 apr 2015

De gustibus . . .SPORTSTER MODIFIED!





Un noto detto latino dice "DE GUSTIBUS NON DISPUTANDUM EST" ovvero che i gusti, in quanto soggettivi, non possono essere messi in discussione. Questa sporty non entra nella tanto temuta rubrica solo per un motivo; credo che il proprietario, nella sua follia creativa, abbia avuto le idee chiare. Non sò dirvi se questa preparazione abbia dei richiami al passato o si rifaccia a qualche modello particolare (un sottomarino antico, un bancone di design). . .ma sono convinto che il nostro amico si sia ispirato ad un qualcosa.

Forse un artista? Forse un accumulatore seriale? . . .ripeto, credo ci manchi un pezzo della storia. Notate, nella confusione apparente, la cura dei dettagli . . . spero che qualcuno mi aiuti a capire meglio questa motocicletta!

Ringrazio Yule per le foto!!!!




Stay tuned. . . 

18 commenti:

  1. Mio Dio!! Indiana Jones? Post atomica?

    RispondiElimina
  2. Io pur non volendo (dis)putarci sopra, la reputo uno spettacolo osceno e incomprensibile. Penso abbia voluto emulare la rat-bike che bazzica sempre al faak e se non sbaglio si è vista al riding, e che ritengo altrettanto deturpata.
    Comunque ognuno è libero di fare quello che vuole...

    Polv&

    RispondiElimina
  3. Porca miseria!!! non so cosa pensiate voi, ma così è rovinare le nostre amate sporty....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quella su Google+ é la tua moto???COMPLIMENTI
      Ammazza che figata atomica!!!
      Questa si che merita un bel postone sul blog, ma é giá stata pubblicata?
      G

      Elimina
    2. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO per Jurij Re Cecconi
      Se la sporty nella foto profilo è la tua (grazie a Giuseppe per la dritta) e vuoi un post dedicato, attendo foto e scritto con modifiche etc etc a p.ghiringhelli@email.it

      Elimina
    3. Concordo proprio bella!!!!
      Marco

      Elimina
    4. NO ASPETTAVO DI DARE L'ESCUSIVA A PAOLO.... OPPURE A QUELLI DI LOW RIDE
      comunque ci abbiamo messo 2mesi di dura fatica, ma ne è valsa la pena.
      Quando l'ho vista finita mi sono messo a piangere... devo ringraziare i ragazzi di Badboys Garage
      Jurij

      Elimina
  4. Che schifezza!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Beh da riconoscere la cura quasi maniacale a ricoprire ogni mm della moto.Credo l'ispirazione siano film tipo Waterworld o ambientazioni futuristiche post-atomiche.
    Cmq dovrebbe essere aggiunto tra i 7 peccati capitali: Deturpazione di Harley!
    G

    RispondiElimina
  6. La vedrei bene nel film MAD MAX (consiglio di vedere il trailer) stile post atomico apocalittico!!! A me le moto così non mi piacciono particolarmente comunque complimenti per il coraggio!!!
    Michael

    RispondiElimina
  7. Esatto, fa molto Mad Max o Waterworld, quindi un senso ce lo può anche avere.
    Resta che fa indiscutibilmente cagare! :)

    RispondiElimina
  8. Le RAT BIKE sono delle moto vissute e non curate con qualsiasi amenicolo appiccicato a caso........
    questa, pur non di mio gradimento, la reputo un opera ( bella o brutta????? ) delproprierario che ha seguito uno stile, dettagli e accorgimenti fatti a doc.
    Persinalmente :
    x i lavori ok
    x andarci in giro avrei vergogna
    x costringermi a fare un lavoro del genere su una SPORTY mi dovrebbero pagare un milione di $.
    Paolo57

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esattamente.
      l'unico modo per imitare una rat original è seppellire la moto per 6 mesi in giardino e non appiccicarci sopra quel che trovi in discarica

      Elimina
  9. Non di mio gusto, ma in giro per il mondo c'è ne sono diverse........
    Andrea

    RispondiElimina
  10. Personalmente e' uno stile che non comprendo, contento il proprietario contenti tutti.......... Però che coraggio........!!!!!!!
    Marco

    RispondiElimina
  11. Di sicuro non avrà problemi a passare la revisione... ahahahahahahah :-P
    Mirkopd.

    RispondiElimina
  12. Ha ispirazione fantascientifica, ma del 1800,quella di Verne per intenderci. Lo strumento al centro del serbatoio sembra un manometro ed il colore ricorda uno scafandro. In parole povere mi ricorda il Nautilus di alcune illustrazioni di 20 mila leghe sotto i mari. Va apprezzato di sicuro il coraggio...e anche la costanza..

    RispondiElimina

SHARE THIS