20 set 2013

Ma quale libertà!




Personalmente quando leggo frasi fatte come "harley è sinonimo di libertà" oppure "niente di meglio del vento in faccia, mentre guidi lungo le infinite strade americane" mi viene da sorridere.

Sorrido perchè, sinceramente, non trovo nulla di piacevole nel guidare per ore su una strada sempre dritta, meglio una bella scorribanda su un passo di montagna o sul misto stretto in collina.

Io amo le sportster ma dagli americani lezioni di moto proprio non le accetto.

Sul fatto che le harley siano sinonimo di libertà invece nutro qualche dubbio; quanti di noi si sono dovuti indebitare per comprarne una? quanti soldi ci costa essere liberi?.

Forse questa idea di libertà legata alla moto era vero e reale in un certo periodo storico e solo in un contesto, come quello americano dei reduci, ma ora è solo una frase ad effetto, un gancio pubblicitario, uno slogan da esibire sul giubbotto di pelle.

Per carità, la mia Bettina mi regala ore di spensieratezza e di divertimento ma libertà è una parola grossa.

Bollo, assicurazione, manutenzione, accessori, tessera, eventi, maglietta, giubbotto ...alla faccia della libertà!

21 commenti:

  1. Paolo, sul concetto di libertà legato ad altri periodi storici e diventato ormai slogan sono d' accordo con te.
    Per il resto, bollo, assicurazione e manutenzione ci stanno, ma le altre cose citate sono scelte volute dai singoli, oppure moda!
    O no?

    Mirkopd.

    RispondiElimina
  2. In moto mi rilasso/diverto come con nessuna altra cosa, indipendentemente da quale marchio ci sia sul serbatoio.
    Di libero penso ci sia ben poco.

    Daniele Noobrider

    P.s. domani riprendo la moto, ma daiiiiii, ma vieniii!!!

    RispondiElimina
  3. Urca, siamo anche filosofi? Libertà è un concetto enorme. Forse, per assurdo chi non ha niente, non possiede nulla e vive realmente alla giornata, ecco forse lui è libero. Poi c'è la libertà diciamo politica: quindi io sono libero di scrivere sui muri "meglio Silvio di Bersani" e non rischio la galera o peggio. (come purtroppo oggi accade ancora in qualche stato in giro per il mondo) Poi c'è la sensazione di libertà: questa credo sia la nostra. Sono d'accordo con Daniele, in moto sono le sensazioni che ci rendono liberi, se volete le "illusioni" di quei piccoli momenti: le curve con il sole alle spalle e il vento in faccia, la promessa di una birra al bar in fondo alla strada, il sorriso dei nuovi amici che si sono cagati in mano, come te, al passaggio sulla ghiaietta in curva!!! Ciao. Chicco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chicco non me ne avere ma a mio modesto parere credo che la libertà politica sia avere la libertà di votare il candidato in maniera autonoma e secondo quanto desiderato, scrivere sui muri non è segno di libertà ma di inciviltà oltre che reato, se il muro fosse il mio oltre che reato sarebbero caxxi perchè lancio dietro il cane!!!

      Elimina
    2. Biriky figurati, libertà di pensiero e di opinione ;-) Comunque il concetto che volevo esprimere era quello da te ripreso, ho usato un esempio infelice per estremizzare. Anche io ti lancerei dietro il cane...ma dovresti avere un paio di brioches in mano x interessargli ;-) Chicco

      Elimina
  4. Non sono d'accordo Paolo, d'accordo non saremo easy rider ma per me quelle ore che passo in moto mi fanno sentire libero! Sembra che i pensieri rimangano fuori dal casco! Il lavoro, la casa, i figli... Se hai fame ti fermi a mangiare, se hai voglia di fumare ti fermi sul ciglio della strada, se sei con gli amici spari quattro cazzate... Sarà poco ma per me queste cose mi fanno sentire libero! anche se poi rientri a casa e la mattina risuona la sveglia! Buona strada a tutti. Piro72

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto, proprio quello che volevo dire, bravo Piro72 :-)Chicco

      Elimina
    2. Ciao Piro! il mio commento qui sotto non era in risposta a te, anzi volevo proprio dire le tue stesse cose! Il lavoro, la casa, i figli....sono cose bellissime!Quindi quando "stacchiamo da loro" non dobbiamo sentirci liberi...ci si LIBERA da cose opprimenti e negative...quando ci prendiamo qualche ora in sella sentiamoci felici e appagati;) Il desiderio di libertà, quella vera, lasciamolo a chi non ce l'ha
      Polv&

      Elimina
  5. Sono abbastanza d'accordo...libertà libertà..sono tutte cazzate

    Siamo forse sotto dittatura? Avere un lavoro che ci impegna la maggior parte del tempo o una famiglia da vivere sono solo dei privilegi in questi tempi. Soprattutto per noi tutti che abbiamo la fortuna di goderci anche i nostri giocattoloni a due ruote appena possiamo e che lo facciamo in compagnia di vecchi o nuovi amici e dobbiamo ritenerci fortunati. Certo che molti hanno fatto e fanno sacrifici ogni giorno per la passione della moto, ma non dimentichiamo che c'è chi fa il doppio della fatica per crescere i propri figli.

    Quindi parliamo di passione, spensieratezza, di pause dalla routine o di quello che volete, ma non cadiamo in luoghi comuni banali.


    Quoto Chicco, quel brecciolino ci ha proprio lasciato il segno! faremo i chiudi-fila anche ai prossimi run;)


    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito ma ci sono news sul prossimo Duecilindri Run?

      Daniele Noobrider

      Elimina
    2. Assolutamente si per il run!! Comunque è vero, famiglia, lavoro & c. oggi sono un privilegio, ma è altrettanto vero che se vissuti responsabilmente portano pensieri e "obblighi". Quindi ogni tanto, giù il gas e vaffanculo!!! (scusate il francesismo) ;-) Chicco

      Elimina
  6. Io sono contentissimo di avere un lavoro e ancora di più della mia famiglia! Ci mancherebbe! Mi ritengo una persona fortunata e non desidero niente di più di quello che ho! Poi per carità, saranno anche luoghi comuni ma quando vado in moto mi sento davvero libero! Piro72

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piro felicissimo del tuo appagamento sociale e familiare, anche io son contento a 36 anni di come la vita abbia preso una piega sensibilmente positiva, Dio ci scampi da ogni guaio, ne sentiamo di ogni tutti i giorni ma appunto come dici tu quando vai in moto ti senti libero, è una sensazione non è un reale stato d'animo.

      Elimina
  7. In buona sostanza l uscita in moto non é altro che un estensione terrena della nostra anima, altri la cercano altrove (passioni) ma é sempre la medesima ricerca dall evasione da qualunque schema mentale; gli stessi pellerossa cavalcavano i loro mustangs anche solo per puro piacere. La sintesi é che ognuno di noi cerca quel pizzico d immortalitá che ti possa alleviare il peso della sabbia che scorre inesorabile.é tutto, e quello che non ci serve lasciamolo a loro. P.s. Meglio manubrio xlx o mini ape? Ciao a tutti

    RispondiElimina
  8. Quando cavalco la mi piccola, non sento senso di libertà, ma solo una piacevole sensazione di appagamento.
    La cosa che mi lascia amarezza, il tempo che vola! Ultimamente ho fatto giri da 500km in giornata, con amici e in solitaria, ma niente, mi ritrovavo sulla via del ritorno in un baleno.
    Pippo70

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto Pippo hai descritto la mia stessa sensazione!!! ;)

      Elimina
  9. Infatti la libertá intesa come dissociazione dal sistema , attualmente é pura utopia. L essere umano non sará mai totalmente libero perché gli schemi mentali sono quelli ce ci ingabbiano , purtroppo ce sempre meno spazio alla fantasia sociale ; unica via di uscita é spararsi 500 km in sella senza una meta e godere della nostra passione . LAWAL68. Nessuno che mi dice se meglio manubrio xlx oppure mini ape? Sono un maniaco ossessivo compulsivo del manubrio ne ho cambiati un fottío ma dopo un po mi rompo il cax

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerchi una risposta che non potrà essere quella giusta, semplicemente perché il manubrio è troppo soggettivo.
      Sta a te scegliere ;)
      Pippo70

      Elimina
  10. Ragazzi voi insistete con i vostri discorsi, se per voi è impossibile sentirsi liberi accettate il fatto che per qualcuno invece è possibile! Io non so se è uno stato mentale o una sensazione ma quando metto il casco, come ho già detto i problemi di tutti i giorni restano fuori dalla testa! Sarà poco ma per me questo è sentirsi liberi, magari anche solo per qualche ora. Per il manubrio è veramente troppo soggettivo, ma per me ape tutta la vita! Il lo metterei anche sulla macchina! Piro72

    RispondiElimina
  11. Caro Paolo sono completamente d'accordo con te. Mi permetto di allegare un mio scritto dal blog del 1811. Invito alla lettura :-) Grazie.

    http://1811mcl.blogspot.it/2012/07/liberta-in-saldo.html

    RispondiElimina

SHARE THIS