18 apr 2013

Noi e le riviste di settore!







Vi chiedo una "cortesia"; rispondete a questa mia domanda, con sincerità.
Qual'è il vostro rapporto con le riviste specializzate?

Low Ride, Biker's Life, Cafe Racer, Chop and roll, Kustom etc etc.
Quale di queste acquistate abitualmente?

Quale magari acquistavate un tempo ma poi avete smesso e perchè?
Cosa cambiereste, cosa vorreste, cosa vi piace?

Insomma ditemi la vostra.

In cambio pubblicherò, per la gioia dei tantissimi possessori del modello 48, una preparazione SPETTACOLARE!



26 commenti:

  1. A me Piaceva FreeWay (quello vero)... per me morto quello morto il "settore"... l'editoria attuale è molto da fighetti e troppo a tutto tondo... non so, non trovo più nulla dello stesso "spessore"; se di spessore si può parlare quando si trattano simili argomenti...

    RispondiElimina
  2. Avendo preso la moto ai primi di dicembre 2010 e compiendo gli anni il 18, mia moglie mi ha regalato l'abbonamento a Lowride. Conservo l'annata ma non l'ho rinnovato perchè non mi entusiasmava più dopo 12 numeri. Quest'estate mi sono preso un numero di Chop and Roll da sfogliare in spiaggia e qualche altro Lowride, ma in generale le riviste di settore le prendo saltuariamente per svizio più che per passione.
    Probabilmente mi riavvicinerò a Lowride curioso delle novità che potrebbero arrivare ma non diventerò un collezionista.
    Vorrei provare anche Bikers Life che se non sbaglio è la più "storica" di quelle che hai pubblicato qui

    Mi piacerebbe però avere qualche numero originale di quelle riviste jappo che hai tu;)

    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS riguardo alla 48 spettacolare, è già stata pubblicata, non ti ho mica mandato le foto della mia???? ;))

      Elimina
  3. Letti più volte tutti, Kustom world sembra quello con più "spessore"....anche Low Ride ..mi piacerebbe ancora...facesse più servizi sulle special che pubblicità Harley....e questo pensiero non è solo il mio ma di tutti quelli che frequento abitualmente nel panorama "moto"....ciao By Rave

    RispondiElimina
  4. Leggo abitualmente low rider anche se non mi entusiasma ultimamente, ben venga un restiling di contenuti ed impostazione e non Solo di grafica! Un appento su queste riviste é il prezzo che onestamente per il contenuto offerto a mio giudizio é alto. Riders viene via alla metà del prezzo!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma RIDERS è praticamente una pubblicità su carta!
      Questo si che è un giornale modaiolo.

      Elimina
  5. OZZY GARAGE
    io, di sicuro compro CafeRacer e Lowride poi in periodi particolari dove posso dedicare più tempo alla lettura prendo anche altre riviste.
    Purtroppo devo dire che sento la mancanza di FreeWay vecchia maniera ma anche di Caferacer e Tutto Moto alla moda veià !
    concordo pienamente con i commenti che rilevano che tutte le riviste, in genere sono molto ma molto , commerciali .

    RispondiElimina
  6. Partendo dal presupposto che ci lamentiamo sempre; se la rivista è patinata o se è troppo da "birra e salamella" cmq non ci và bene.
    Una rivista SE NON E' COMMERCIALE che rivista sarebbe?
    Io da sempre compro Low Ride, un giornale fatto bene, ma faccio sempre più fatica a leggerlo tutto!
    Mi sembra sempre molto uguale a se stesso; parlo anche di modo di scrivere e foto.
    Poca fantasia!
    Le prove vengono fatte sempre dagli stessi; quello con il pizzetto (il direttore), quello con il braccio tatuato e quello con i capelli bianchi . . . sempre loro, alla fine sembra tutto uguale.
    Se prendiamo tutti gli speciali . . . su quasi tutti ci sono le prove dei nuovi modelli fatte sempre dallo stesso (quello con il pizzetto).
    Alla fine sembra un deja-vu.
    Nano71

    RispondiElimina
  7. Io leggo Biker's life ...viva la salamella!!!!!
    Rufus

    RispondiElimina
  8. concordo co chi ha nostalgia di freeway, ho tanti numeri, ma tanti davvero, dal luglio 1996 al 2010, e li conservo gelosamente..........
    ovvio ora sono passato a low ride, mi sembra il passaggio piu' "naturale", ma il Roncen direttore di Freeway non è lo stesso di oggi, se volete è anche normale cosi', ma freeway era molto piu' spontaneo, diretto, genuino ma comunque era caro anche quello.
    Bikers life nn mi ha mai entusiasmato, gli articoli sono un po troppo freddi, si sente troppo distacco tra chi legge e chi scrive, e poi c'è troppo giappone....
    Chop & roll è il diretto discendente di Kustom (non Kustom world che ora è in edicola, ma di Kustom edito da Freeway dal 2005 in poi fino al fallimento) e lo trovo molto interessante perchè mi affacinano anche le 4 ruote USA.
    Lorenzo, Pisa

    RispondiElimina
  9. Leggo LR in stanza da bagno, ricordo anch'io i Freeway di 10-15 anni fa...
    Gaetano

    RispondiElimina
  10. Io sul cesso (perchè sono riviste che leggo sul cesso) leggo low ride. Ma quando proprio non riesco ad andare di corpo aggiungo anche Riders.
    Giorgio

    RispondiElimina
  11. Seguo Lowride ma leggo solo gli articoli che mi interessano. Chop & Roll l'ho preso un paio di volte ma le auto vintage bombate non mi fanno impazzire.

    Daniele Nr

    RispondiElimina
  12. Io ho cominciato ad acquistare Freeway e Bikers life nel 92 o nel 93 ricordo che Bikers usciva ogni 2 mesi, sarà che ero più giovane o che il fenomeno biker era ancora agli inizi ma me li godevo di più! Ora sono più commerciali, parlano delle fiere che sono sempre bellissime, di nuovi modelli che non hanno mai un difetto! Adesso leggo Lowride e Chop e Roll senza nessuna pretesa guardando le foto e leggendo solo ciò che mi interessa, ma tutto sommato non mi dispiacciono. Piro72

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io nel 92 ero in prima elementare! ^^

      Daniele Nr

      Elimina
  13. Chop & Roll: acquistato un paio di volte, mi sembra ok per chi si avvicina al mondo Kustom (con la K)/Vintage/PinUp etc.. ma manca qualcosa per entrare a pieno mood.

    CAFE RACER: non male, il giusto appeal fighetto-racer.. come va di moda adesso sulle Triumph... dovrebbero metterci uno stand davanti al Radetzky ...sarebbe perfetto.

    LowRIde: incredibilmente, all'improvviso, ho smesso di acquistarlo.. ho smesso dopo che lo sfogliandolo velocemente, non mi fermavo a leggere neppure un articolo!!! Insomma una markettata totale Bar&Shield.

    BIKERS LIFE: per very piid lourd... mai comprata.

    KUSTOM WORLD: sfogliato una volta, letto un paio di articoli, non mi sembra affatto male. Sicuramente 'patinata' ma da approfondire... la comprerò in futuro.

    RIDERS: ammetto che ogni tanto la compro per arredare il bagno... alternandola a GQ.

    Sarebbe bello avere una rivista che sia cazzuta e meno 'sponsorizzata'.. ed altro più autentico, una fanzine tipo DICE.

    DJ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sai che ti cito?
      Ma si, ti cito... Sono in linea... Con una precisazione... Su Special Cafè, ogni tanto, ci scrivo pure...
      :-)
      LAMP!

      PS: GQ, no, nemmeno per il bagno.

      PS al PS: E Motociclismo? nemmeno è stata nominata... Eppure è, noiosamente, l'unica rivista completa, la più informata, la più competente... Peccato che se ne compri un numero ogni tre, o anche quattro, ottieni lo stesso risultato: con la stessa moto ci vanno avanti per anni: l'anteprima, il test, la prova, l'affidabilità... Dopo un anno: l'usato... Dopo 10: l'epoca...
      Me ne sono accorto dopo venti anni di lettura ininterotta e trenta interrotta... Se solo capissero che il mercato del nuovo è agonizzante e che i motociclisti vogliono esprimere la personalità... Eeeeeeeh

      Elimina
  14. Low Ride è indubbiamente per me LA RIVISTA, poi compro gli speciali e qualche altro magazine.
    Però, come tutte le cose, dopo cinque anni si dovrebbe aggiornare un pò.
    Il fatto che ci siano le pubblicità sulle riviste mi sembra normale . . .E' UN LAVORO, per cui non lamentiamoci.
    Io credo che Biker's life sia in effetti più da biker vecchia scuola, quello con il bandana e i baffi mentre Low ride e Riders più da "fighetti" (nel senso buono naturalmente).
    Fabrizio

    RispondiElimina
  15. Forse quello che manca alle riviste è il raccontare di noi harleysti con i ns pregi e ns difetti, con le nostre fissazioni, il nostro rapporto un pò particolare con la moto.
    Manca un pò quello che si trova ad esempio in questo blog.
    Alla fine sulle riviste leggiamo descrizioni di preparazioni sempre scolastiche, resoconti di eventi che ti passa quasi la voglia di leggere perchè sai già quello che leggerai.
    MAnca insomma un pò di sale e pepe.
    Perchè non fai un Duecilindri magazine?
    A parigi ho visto una specie di rivista in miniatura (sia di formato che di quantità di pagine) che era in vendita ad un euro presso le concessionarie dedicata ai chopper.
    Tu potresti farlo per le sportster.
    Complimenti per il blog, ci passo tutti i giorni.
    Maurizio Losa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maurizio per la stima e gli apprezzamenti.
      Anche io ho visto a Praga una zine come quella che dici te.
      Mi credi che ne parlavo qualche settimana fà con Pasqui (esperto in tal senso)?
      Chissà . . . .never say never!
      la tua moto?
      Paolo

      Elimina
  16. Tra le prime riviste che ho preso sulle moto, quando ancora non ero nemmeno in eta da possederne una c'erano i vari almanacchi tipo Tutto le Moto del mondo ed affini. Quella vera e piu bella fino ad ora pero era Freeway senza ombra di dubbio.
    Bikerslife soprattutto all'inizio sapeva molto di fatto in casa con poche pagine (penso saranno state meno di 20) con carta patinata lucida e spessa.
    I miei gusti nel tempo sono però un po variati a seconda anche delle moto ovviamente, all'inizio infatti anche se apprezzavo le harley mi potevo permettere una giapponese e cercavo riviscte custom che parlassero anche di que settore, poi ho capito che poteva essere solo un marchio, HD (mi ero innamorato della 883 Hugger con manubrio a corna di bue!), ed allora ho fatto il ragionamento esattamente opposto e non sopportavo piu special su base shadow o virago.
    Nel mezzo sono passato in un periodo che mi procuravo in inglese Easy Rider, (quanta qnocca!)
    Ora acquisto praticamente regolarmente low ride, ed a seconda delle moto di cui tratta anche cafe racer.
    Ma non credo di aver mai letto tutto un numero da cima a fondo, sono molto selettivo so cosa mi piace, non mi interessano i retroscena o le storielline da officina e caffe romanzate, e spesso quando arrivo alla fine di un servizio su una bella special, magari l'unico motivo per cui ho acquistato la rivista, non sono soddisfatto perche io vorrei dati specifici, misure, magari i racconti delle difficolta tecniche o dei trucchi serviti per armonizzare ed unire pezzi e non romanzetti romantici.
    Pensa che a volte preferisco i trafiletti dove si pubblicizzano nuovi accessori a tante altre cose! ...poi forse sono io un po' particolare dato che spesso ancora prima di leggere gli articoli ho gia deciso quanti e queli pagine ritagliare per metterele nei mie raccoglitori, divisi per marca, modello ed ovviamente stile della preparazione !

    RispondiElimina
  17. dimenticavo chop & roll e Kustom non sono nelle mie corde mentre Riders non la considero nemmeno una rivista di moto ma solo da fighetti!

    RispondiElimina
  18. Leggo Low Ride. Si fa per dire. Lo sfoglio e guardo le belle foto. I contenuti non mi coinvolgono mai. Trovo scarsi i narratori, letture piatte. Poi i resoconti dei raduni mi fanno venire le bolle...
    Café, scritto meglio ma più scarso e poche pagine.
    Riders, è più una raccolta di pubblicitâ per maschietti
    Che mi leggo? I libri di Parodi li ho finiti.
    Kinge

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "La spericolata vita di Sonny Barger" ;)

      Polv&

      Elimina
  19. Con l'acquisto della mia iron, ho cominciato ad acquistare lowrider .
    Dopo 3 numeri ho notato che cominciavo ad annoiarmi, visto e considerato che non leggevo più, ma mi limitavo a guardare le immagini, o le pagine accessori.
    Più avanti imbattendomi su questo blog, mi sono indirizzato più sullo stile cafe'racer, di conseguenza ho acquistato la rivista con il nome sopracitato.
    Non posso negare che essa propone preparazioni cafe'racer molto interessanti, ma ahimè le moto modificate trattate, sono quasi esclusivamente marche tutt'altro che HD, motivazione determinante che dopo il secondo acquisto, ho deciso che non era quello che cercavo.
    Da molto tempo non acquisto nessun tipo di rivista, motivazione semplicissima; con frequentare questo blog e altri forum sempre legati al tema HD, e grazie ad internet, riesco a soddisfare quello che voglio, informazioni tecniche, spunti per modifiche, incontri vari, e quant'altro.
    Pippo70

    RispondiElimina
  20. Io, anni fà, leggevo Freeway e Biker's Life. Anzi vado a cercarli che sono ancora da qualche parte...
    MALPO

    RispondiElimina

SHARE THIS