31 marzo 2020

AREA57 ON LOWRIDE FEAT DAVIDE TROTTA VIDEOMAKER





Sul numero di aprile 2020 di Lowride, il protagonista della rubrica del blog AREA57, sarà il noto videomaker, DAVIDE TROTTA e il suo XR1200X modificato. Sono felice di  aver potuto dare spazio ad una persona e un professionista che stimo: il suo sporty peraltro ha tantissime peculiarità. Un grazie anche all'autore di questi scatti, il fotografo Nicola Allegri. Non vi resta che leggere l'articolo sulla rivista. Per vedere invece tutti i video realizzati per noi da Davide, vi basterà cliccare il relativo banner alla vostra destra: per inciso DT Produzioni Televisive sarà anche quest'anno Partner Tecnico di Sporty Meeting.


E con questo articolo, AREA57 compie un anno di vita.


30 marzo 2020

IL BACIO DELLA SPERANZA!



Domani su queste frequenze, sveleremo il protagonista del prossimo capitolo di AREA57, che animerà la rubrica del blog sul numero di aprile di LOWRIDE. Nel mentre, il bacio della speranza.




27 marzo 2020

KERMIT SPORTSTER FEAT CD GARAGE






Una sporty da anni in continua evoluzione ma che forse ha trovato, in quest'ultima new version, la quadratura del cerchio. MI PIACE. Peraltro ho avuto il piacere di testare Kermit in passato: LEGGI POST. 

KERMIT è il nick della personal bike di MARIO RAMPINELLI, che insieme al socio Andrea Arco anima la nota officina milanese CD GARAGE. Nei giorni scorsi ricevo le foto dopo l’ultimo giro di modifiche: in particolare Mario mi segnala alcune novità tecniche e la nuova bellissima verniciatura firmata da Andrea di KUSTOM FAMILY MILANO. Oltre alla carrozzeria vera e propria noterete dei dettagli che sono quasi diventati un marchio di fabbrica di Kustom Family. Mi riferisco alle leve e agli accenti di verde, sparsi con minuziosa cura. Per inciso proprio Andrea realizzerà le targhe premio del contest ufficiale di Sporty Meeting ’20 e sceglierà la vincitrice della BEST PAINT SPORTY, una new entry del nostro concorso. Ma torniamo alla sporty di Mario. Oltre a componenti in carbonio by HCP Carbon Parts, spiccano la forcella anteriore di provenienza Ducati e il bellissimo forcellone realizzato in collaborazione con Discacciati (replicabile su richiesta). Anche lo scarico firmato REDTHUNDER  è stato realizzato ad hoc per questa sporty. Apprezzo anche la sella, di cui però non ho informazioni precise. Non potevano invece mancare le sospensioni Ohlins su un mezzo di questa caratura. Ovviamente potrete ammirare Kermit il 20 Giugno prossimo a Grazzano Visconti: io spero di vederla dal vivo molto prima.  

IN SINTESI: quando influenze racer e club style sono solo il punto di partenza per trovare la propria cifra stilistica. Unica e personale al 100%. Da queste premesse nasce Kermit.




26 marzo 2020

THE MAKING OF EMPEROR_SPORTY BY THUNDERBIKE



Nel precedente post abbiamo ammirato EMPEROR, la riuscitissima preparazione realizzata dai tedeschi di THUNDERBIKE; le foto le hanno certamente reso giustizia ma sarà solo guardando il video del MAKING OF che vi renderete conto dell'altissimo livello qualitativo di questo chopper. Tantissime le soluzioni originali adottate e i pezzi costruiti ad hoc. Quando si dice, un mezzo di un altro livello

Buona visione!


25 marzo 2020

THUNDERBIKE CUSTOM FEAT EMPEROR SPORTY


















Come avevo scritto, il blog continua ad essere operativo, ma viaggia a ritmo ridotto per rispetto alla situazione drammatica che stiamo vivendo in queste settimane. Speriamo bene e andiamo avanti. Oggi ho il piacere di mostrarvi una special su base sportster tanto bella quanto curata in ogni minimo dettaglio. THUNDERBIKE CUSTOM, dealer, officina e produttore di parti si conferma ai vertici della scena mondiale. La base evolution si presta alla grande per questo chopper pazzesco, dotato di tantissimi pezzi handmade. 

EMPEROR, una special realizzata per la Battle Of The Kings 2020: a questo giro nessun limite di budget e spazio totale alla fantasia. Pur essendo un amante delle preparazioni più racing non rimango indifferente ad un gioiello come questo. Nel suo genere una delle sportster più belle degli ultimi anni: una vera SHOWBIKE. Osservatela con attenzione e non potrete non essere d'accordo con me.

S T R E P I T O S A ! ! !


20 marzo 2020

UNA STORIA ORDINARIA DI "PASSIONE" SPORTSTER


Solo pochi mesi fa un lettore, che per questioni di privacy chiameremo Giovanni, mi scrive di aver comprato uno Sportster: di harley davidson ne ha avute altre e dopo qualche anno di pausa forzata, ha deciso di tornare in sella al mezzo che più lo ha appassionato. SONO FELICE PER LUI. Seguono messaggi su messaggi in cui mi chiede info e dritte per accessori e modifiche; messaggi a cui rispondo sempre molto volentieri. Finisce la moto; a suo dire è felice, soddisfatto e afferma di aver finalmente trovato quella definitiva. Giovanni pubblica ripetutamente il suo mezzo orgoglioso sui socials e anche il sottoscritto gli dedica un post su queste frequenze. La sporty merita: non grido al miracolo, ma indubbiamente è una bella moto. Fin qui una storia normale, come tante. Ma andiamo avanti.

Pochi giorni fa Giovanni fa mi manda un messaggio in cui mi confida di voler vendere la sportster e mi chiede se posso far girare la "cosa" tra i miei contatti. In prima battuta senza tanti convenevoli chiedo il motivo di tale decisione: è ovvio che se la vendita fosse dovuta a una necessità economica, non avrei battuto ciglio. E invece il lettore mi risponde di voler cambiare genere, perchè gli è salita un'altra scimmia, ma mi assicura che rimarrà su una harley-davidson, facendo chiaramente intendere che non sarà uno small block. Lascio elegantemente correre, gli consiglio di mettere normale annuncio on line e non aggiungo altro. 

Una riflessione sorge spontanea: da dieci anni animo un blog dedicato alle sportster e da qualche mese una rubrica su una rivista sempre sporty oriented, promuovo un evento dedicato e una gara di accelerazione. MA COME TI VIENE IN MENTE DI CHIEDERE PROPRIO A ME DI AIUTARTI A VENDERE LA TUA SPORTSTER PER PRENDERE UN'ALTRO MODELLO???? A QUESTO PUNTO, GUARDANDO L'IMMAGINE SOPRA ALLEGATA, SPERO COMPRERA' UN DYNA. 

In sintesi: se volete vendere il vostro sporty per orientarvi su altro, NON MI SCRIVETE, PERCHE' NON VI POTRO' AIUTARE. SARA' FATTA ECCEZIONE SOLO SE QUELLO CHE VOLETE VENDERE E' UN VECCHIO XLH TUTTO ORIGINALE O UNA XR1200 CON DETTAGLI TROFEO, OVVIAMENTE CON POCHI KM SULLE GOMME, IN LOMBARDIA E A UN PREZZO STRACCIATISSIMO :)))))))))))))))). 



19 marzo 2020

EMA CUSTOM SHOP FEAT SPORTY MEETING CONTEST





Per tre edizioni di fila, il customizer toscano EMANUELE PACI alias Ema Custom Shop ha presenziato allo Sporty Meeting con altrettanti mezzi strepitosi. Tre preparazioni diversissime per stile ma tutte accomunate dall'altissimo livello qualitativo: un particolarissimo RIGIDO (N.1), un bellissimo SCRAMBLER (N.2) e una FULL KIT STORZ PERFORMANCE (N.3) a dir poco pazzesca. Virus permettendo, chissà cosa avrà in serbo per SM20 (#fuckvirus)

QUALE PORTERESTI IN GARAGE, QUALE LA TUA PREFERITA, LA 1_2_3 ? Io non ho dubbi su quale votare.



18 marzo 2020

I MAESTRI DELLO SPORTY







Non ho mai nascosto che l'idea di fare un Meeting è arrivata osservando gli incontri dei nostri cugini giapponesi. Ovviamente rispetto alla loro formula (davvero molto semplice e minimale) il nostro appuntamento è più strutturato e forse affascinante. Per chi non lo sapesse, gli appassionati nipponici si limitano a darsi appuntamento in un parcheggio: nessun run, nessuno stand se non quelli strettamente necessari. Ma i maestri indiscussi rimangono sempre loro: il livello delle sporty presenti è sempre davvero altissimo. Piano piano ci arriveremo anche noi: ne sono certo.

Incrociamo le dita e gridiamo insieme: #fuckvirus





17 marzo 2020

SKULL XL883R NEXT STEP





Ormai è a tutti gli effetti un appuntamento fisso quello con SKULL: Fabio ci manda, step by step da anni, le immagini del suo 883R. A questo giro, visto che siamo in tema mascherine, purtroppo, il nostro amico ha optato per un cupolino, fatto verniciare ovviamente in tinta con la moto. E’ risaputo che il sottoscritto ha sempre avuto un debole per questa tipologia di accessorio. Una delle sporty che mi ha fatto innamorare dello small block era un 1200R del 2004 con cupolino e puntale sempre parcheggiata vicino al mio ufficio. Se l’ho tolto dalla mia R, dopo tanti anni, è stato solo perché con il montaggio del peanut sembrava troppo imponente. Trovo invece che sulla sporty di Skull ci stia davvero bene: la ciliegina sulla torta.

Bravo Fabio e continua a tenerci aggiornati.

16 marzo 2020

HARLEY DAVIDSON ITALIA FEAT MAIN PARTNER SPORTY MEETING



Abbiamo deciso, nonostante i recenti disastrosi accadimenti, di andare avanti con l'organizzazione di Sporty Meeting e di preparare la LOCANDINA UFFICIALE 2020. Solo fra qualche settimana sapremo con certezza se il problema virus si risolverà nel breve o lungo termine e prenderemo le decisioni del caso. Vogliamo essere positivi e pensare che per fine giugno sarà tutto tornato alla normalità.

Proprio pochi giorni prima che si scatenasse l'emergenza abbiamo avuto una di quelle che consideriamo delle belle notizie. Harley Davidson Italia per il terzo anno consecutivo sarà Partner Tecnico di Sporty Meeting. Alla fine il nostro evento, rigorosamente no profit, è interamente dedicato alla divulgazione del verbo small block. Avere quindi il  supporto della Motor Co. è sempre stato per noi un motivo di orgoglio. Come tradizione H-D fornirà tra le altre cose anche i premi per i vincitori del Contest Ufficiale e un gradito supporto promozionale.

Grazie al team H-D.

13 marzo 2020

FUCK VIRUS FEAT PUO' ACCOMPAGNARE SOLO



In combutta con DAVIDE TROTTA abbiamo deciso di realizzare una clip che potesse essere un messaggio di speranza per tutti. Con l'augurio di poter tornare presto alla normalità e quindi anche in sella alle nostro sporty, gridiamo ad alta voce tutti insieme #fuckvirus. Il video vede la partecipazione di WILLIAM SOLO meglio conosciuto come Può Accompagnare Solo, che ringraziamo per la sua disponibilità e ironia. 

Vi anticipo che proprio il nostro videomaker Davide sarà il protagonista del prossimo numero di AREA57, la rubrica mensile di Duecilindri su LowRide.

Mai come oggi, sono convinto, che un vostro commento sarebbe gradito.



12 marzo 2020

NE USCIREMO PRESTO!


E' giusto e intellettualmente corretto continuare a parlare di moto e di passioni in un momento così difficile? Questa domanda mi sono posto più volte. Da un lato credo che regalare qualche minuto di distrazione sia solo positivo, dall'altro non voglio passare per una persona superficiale (che non sono) e che vive fuori dal mondo. Di certo in questi giorni abbiamo problemi importanti da affrontare e tutto il resto diventa, come è giusto che sia, marginale. 

→ Per queste ragioni, Duecilindri continua la sua attività on line, ma con un ritmo più blando. Mi auguro caldamente che tutto si risolva in tempi ragionevoli.



10 marzo 2020

LE TOP 100 PRIMO BIMESTRE FEAT SPORTY NON PERVENUTA




Si ringrazia Lou Ribs per la segnalazione

Pochi giorni fa è stata svelata la classifica ufficiale delle 100 moto più vendute del primo bimestre del 2020 (VEDI LINK). Si segnala una tendenza positiva del mercato delle due ruote; questo è un bene. Dopo aver dato un'occhiata alla lista, non posso non fare alcune considerazioni a riguardo, premettendo di non essere uno di quelli che apprezza solo le sporty a carburatore (ne posseggo una a iniezione e la trovo strepitosa) e neanche uno di quelli che demonizzerebbe l'avvento di un nuovo motore raffreddato a liquido, se esteticamente decente. Non è un problema di emissioni ma di scelte.

👉Noterete nelle prime posizioni una massiccia presenza delle Tourer_Enduro_Stradali: BMW R1250GS,  Africa Twin 1000 R1250GS Adventure, Multistrada. A questo proposito forse Harley Davidson non sbaglia a cercare di inserirsi in questa fetta importante di mercato, considerato anche quanto segue. Prima tra le americane, in cinquantatreesima posizione (si avete letto bene, cinquantatreesima) il LowRiderS, seguito da Sport Glide (N.61) e Street Glide (N.69). Per la prima volta da anni non vi è traccia di uno Sportster®, solitamente presente con non meno di due o tre modelli. 

👉Di certo Iron e Forty-Eight pur essendo moto bellissime e iconiche patiscono il passare del tempo: da oltre dieci anni sono in listino uguali a se stesse, salvo qualche cambiamento marginale. Il Roadster, che amo molto, non ha un appeal capace di attirare grandi consensi. Tra i cento modelli della campagna More Roads, perché non inserire una dirt_track_city, una scrambler o più semplicemente, sulla falsariga di Bmw o Indian, una Sportster®  basic ma che possa essere allestita in più configurazioni.

👉Davvero non mi capacito. Vi dirò di più; nell'ottica di fare qualcosa di diverso, non mi sarebbe dispiaciuta una moto esteticamente simile alla LiveWire ma dotata di un bel motore 1200cc e sospensioni Roadster. Altra opzione quella di riproporre in chiave moderna alcune icone del passato (tipo Mini e 500 per le auto e Scrambler e XT per le moto): provate ad immaginare una versione 2.0 della XLCR o XR1000. Se fatte in maniera credibile (con tutte le modernità del caso) sarebbero fighissime dal mio punto di vista.

👉 Di certo, qualcosa deve cambiare se vogliamo che il mito continui ad esistere. Anche in merito agli accessori si dovrebbe aggiustare il tiro: meno fregi, teschi, cover inutili e magari puntare su kit completi specifici per rendere davvero unico il proprio sporty.

L'assenza, per la prima volta, di uno sporty tra le 100 moto più vendute mi fa davvero paura: forza Motor Co, facci sognare.



Sono proprio curioso di sapere la vostra opinione in merito: motivi e rimedi.



09 marzo 2020

HARAHIRI FEAT AREA57 PASQUALE




Foto di Marco Frino

Ho conosciuto PASQUALE BIZZARRI, abruzzese di nascita, milanese d’azione e creativo per professione, ormai oltre dieci anni fa. All’epoca del nostro primo incontro viaggiava in sella ad un pompatissimo street rod ma non nascondeva la circostanza che quella non sarebbe stata la sua moto definitiva. Perché il protagonista di questo nuovo capitolo di AREA57, con le harley davidson ha sempre avuto rapporti poco duraturi. Se l’attaccamento al Bar & Shield non è mai stato messo in discussione, non si può dire lo stesso per il modello vero e proprio. Il tempo trascorre, i tatuaggi aumentano e la barba cresce non meno della sua passione per i mezzi di carattere. Scemata l’infatuazione per il v-rod e dopo una lunga relazione con uno sporty modificato in chiave japstyle (più volte presente su queste frequenze), prende una sbandata per un raro fxrt del 1989: la fedeltà, ancora una volta, dura però solo poche stagioni. Galeotto è l’incontro con questo rigido motorizzato ironhead. Il classico colpo di fulmine che non si riesce a ignorare. Ci troviamo di fronte ad una delle prime preparazione firmate da Andrea Radaelli. La mano del suo creatore è evidente ma lo stile Radikal Chopper, che renderà l’officina milanese tra le più quotate e originali della scena, non era ancora delineato completamente. Chiusa la trattativa, il mezzo giunge presso l’officina Dynamite Garage, dove viene controllato da cima a fondo per un utilizzo quotidiano senza intoppi. L’occasione è ghiotta per  assestare anche qualche modifica estetica di evidente matrice nipponicaprende così forma Harahiri. Badate bene, nonostante non abbia nella comodità il suo maggior pregio questo non è un rigido da esporre in salotto. Ovviamente Pasquale ha dovuto adattare lo stile di guida alla nuova arrivata: cambio a mano a destra associato a frizione standard comportano andature e automatismi diversi da quelli a cui era abituato in passato. Il proprietario non ha però dubbi nell’affermare di aver trovato finalmente quella giusta: solo il tempo ci dirà se questo è solo un altro amore passeggero o se ha trovato finalmente la compagna della vita.


06 marzo 2020

CLUB STYLE SPORTY CONTEST: VOTE NOW




Oggi propongo un sondaggio: in foto, tre credibili preparazioni sportster in puro CLUB STYLE. Secondo voi, quale interpreta meglio la nota tendenza californiana? La nera, la bianca o la verde e sopratutto perchè? 


⇨ VOTE NOW, LEAVE A COMMENT.