05 ottobre 2018

L'immaginazione ha il sopravvento feat Il Nomade



C'è il sole ma non fa caldo, sono steso sull'erba, la schiena poggia sul tronco di un albero, chiudo gli occhi per qualche istante. Il respiro si fa sempre più lento, i muscoli pian piano si distendono, l'immaginazione ha il sopravvento.

Vedo la mia moto, la strada, ascolto i rumori e ne sento i profumi: mi sento già meglio. La testa parte, attraverso sonnacchiosi paesini nati tanti anni fa ai lati della carreggiata, dove le case hanno sempre le porte aperte e proprio dietro si aprono i campi, dove i trattori disegnano strisce continue di terra e si respira ancora il sudore di migliaia di fronti.

Questi paesini tutti così uguali, tutti così apparentemente onesti, dove i bar si chiamano sempre “bar sport", dove gli anziani seduti al fresco dei patii, ti salutano con la mano, ti accompagnano con lo sguardo e con quel tipico dondolio del capo. Un bicchiere pieno e una partita a carte: a loro non serve altro.

Lo sguardo è alto, verso il punto più lontano della strada, sempre proteso alla prossima curva e alla prossima salita. Chilometri dopo chilometri sono riuscito a disintossicarmi dai problemi del quotidiano, a ripulirmi dai compromessi dell'esistenza: l'astinenza dall'avere tutto a tutti i costi è finalmente passata. Ora sto meglio ed è anche GRAZIE AL MIO SPORTSTERPer questa ragione anche oggi sono salito sul mio psichiatra a due ruote e ho affidato a lui i miei pensieri: abbiamo parlato, mi sono sfogato. Un dialogo basato sui miei silenzi e sul rombo curativo delle sue marmitte.

Seduto per terra, bevo l'ultimo sorso di birra comprata sulla strada, in una di quelle oasi di pace lungo la via che porta alla diga. Continuo ad andare verso il mio orizzonte, convinto di trovare tante altre persone uguali a me. Forse avranno orizzonti diversi da seguire e non riusciremo ad incrociarci, ma poco importa. Forse percorreranno altre strade e avranno altre mete, ma la passione che ci unisce, ci fa sopravvivere, ci renderà sempre e comunque vicini.

Buon viaggio!!!!!

28 commenti:

  1. Bellissima, è veramente l'essenza della passione per la moto, specialmente il passo: "ripulirmi dai compromessi dell'esistenza". Sulla moto, fondamentalmente, sei tu e la moto, non ti serve altro. Come agli anziani al bar serve solo un bicchiere di vino e una partita a carte...
    Andrea VT

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver capito che anche la moto ha un anima

      Elimina
  2. Più è vecchio il toro più è duro il corno...diceva don jhonson in un bel ormai vecchio film... Questo vale per la vita, ma secondo me anche per le Harley...deve dare emozione, deve toglierti le menate di ogni giorno quando la cavalchi e deve farti da psichiatra come dici tu...un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Bello rivedervi per strada sempre a salutarci .in the road

    RispondiElimina
  4. Bello rivedervi per strada in the road

    RispondiElimina
  5. I nostri ferri ... la libertà di viaggiare ... ottimo nomade hai reso perfettamente l'idea!

    RispondiElimina
  6. "Pensieri Nomadi", non può essere il titolo del libro? Se non l'hai ancora abbozzato penso che sia giunta l'ora. Fai star bene la gente con le tue parole, ed al giorno d'oggi non è cosa da poco. It's only rock n roll

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anonimo, se ti fanno stare bene tutti questi luoghi comuni vuol dire che forse non hai mai vissuto vere emozioni. E parli di un libro? Mah

      Alfred

      Elimina
    2. Grazie perche’ e’ quello che vorrei far star bene le persone il tuo commento per me e’ importante e mi da’ forza

      Elimina
    3. concordo con "Alfred". sarebbe un libro con ripetuti continuamente tutti i luoghi comuni possibili ed immaginabili su una filosofia di vita "biker USA" adattati alla nostra realtà europea, cercando di spacciarli per chissà che pensieri profondi. dopo due pagine si sarebbe già detto tutto.

      è autunno, una stagione piacevole: fatevi un bel giro in moto e lasciate da parte tutte queste seghe mentali filosofiche esistenziali da 4 soldi.

      883Low

      Elimina
    4. Bravo Alfred e 883Low ci avete azzeccato in pieno...

      Elimina
  7. e come sempre una distesa di anonimi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non arabbiarti mai quando la gente giudica senza conoscerti oggi purtroppo la maggior parte delle persone vive solo di cose materiali e non e’ abituata a nutrire l anima attraverso le emozioni

      Elimina
    2. No di certo, sono ben altre le cose che mi fanno adirare, sul fatto che si viva di cose materiali è la normale conseguenza della nostra società moderna... tutti noi lo facciamo, se no non avremmo uno Sportster ad esempio.

      Elimina
    3. bravo Jurij...

      Nomade, tu stai tanto profetizzando questo messaggio di distacco dalle cose materiali, di vivere solo di emozioni.
      ma poi giri con una moto che di "semplice" non ha nulla (le HD sono motociclette costose, lo sappiamo tutti). esteticamente pensata per sembrare vissuta, e ricca di parti speciali messe lì per apparire.
      stride parecchio con il tuo messaggio, non trovi?

      tu stesso hai la giacca tappezzata di stemmi HOG, patch "life member" e così via, quando la HOG è quanto di più commerciale esista, essendo in pratica un ramo della concessionaria HD: paghi per avere la patch, o per far parte del gruppo di appassionati.
      tutto questo a me sembra totalmente l'opposto di quanto cerchi di trasmettere...

      non faccio i conti in tasca a nessuno, ma il messaggio lo potresti diffondere anche con una moto molto più economica, e sicuramente meno appariscente.
      anche senza tatuaggi.
      anche senza foto in posa.
      ma forse non avresti l'attenzione della categoria di persone che invece cerchi di attrarre.

      la sensazione mia (e di altri) è che questo sia un personaggio costruito a tavolino, non ti so dire se solo per gioco o per creare la base di qualcosa da vendere (libri? oggettistica con il tuo marchio? viaggi? come potrebbe suggerire il tuo profilo "harley biker tours"?).
      a pensare male magari si sbaglia, ma spesso ci si azzecca.

      sarei lieto di avere una tua replica, che non sia la solita sterile risposta buonista e priva di contenuto.

      883Low

      Elimina
    4. Hai colto nel segno... sposo in pieno quanto da te espresso!!! clap clap clap

      Elimina
    5. Non volevo più commentare questi post, ma quoto 883 low in toto......

      Elimina
    6. Dovremmo incontrarci per avere un dialogo sono tante le cose vissute sulla propria pelle che ti fanno prendere delle decisioni e ti portano a dei cambiamenti l ultimo shock piu grande e stato aver subito un incidente che mi ha fermato in ospedale per un anno e mezzo,dove per due anni non ho potuto ne parlare ne mangiare e alimentarmi da solo e se za camminare con una lesione anche del midollo spinale.Quando ho ricominciato a muovere i primi passi non sono diventato ne sterile ne buonista ma ho cominciato ad aprezzare la vita e la sua semplicita’.I tatuaggi raccontano la mia storia ho iniziato a 18 anni e il gilet e un ricordo del mio primo chapter e le patch dei viaggi mi ricordano i chilometri fatti.La mia moto e uno sporty del 96 ed e nata sulla strada i pezzi fatti da persone incontrate ed e come il mio corpo ricoperto di ricordi.Le cose si interpretano vivendo e conoscendo la storia delle persone a presto

      Elimina
    7. dovresti mettere la semplicità che cerchi nella vita anche nel modo di scrivere (che è poi l'unico modo di dialogare in un blog).
      altrimenti con i termini "evocativi" rischi di attrarre solo chi vuole atteggiarsi da biker per moda, tagliandoti via la fetta della gente veramente semplice e appassionata, che solitamente fugge da questi clichè da 4 soldi.

      883Low

      Elimina
  8. Grande Ste...anche oggi ci hai ipnotizzato con le sensazioni che proviamo ma a volte non riconosciamo....
    ....aspettimo la prossima.
    Diego

    RispondiElimina
  9. A me piace molto anche quando si descrivono paesaggi come dicevi i trattori che arano e stare seduti sull' erba, ci si ricorda un po' dei posti che si sono visti e di piacevoli ricordi, anche quando capitano articoli su low ride che parlano di viaggi si leggono sempre volentieri !!
    Bè insomma le sporty ci trasmettono sempre belle vibrazioni un salutone Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per condividere le emozioni che ti da uno sporty

      Elimina
  10. negli articoli di questo personaggio si è letto di tutto dal lato del pensiero interiore, ma mai di reali viaggi.
    i viaggiatori sono altra gente, un tantino più pratici.

    RispondiElimina
  11. ma veramente c'è tutta questa gente che dà un peso così importante a frasi che sembrano uscite dal diario segreto di un'adolescente in crisi con il mondo???

    "a ripulirmi dai compromessi dell'esistenza" ???
    "psichiatra a due ruote" ???
    "Un dialogo basato sui miei silenzi e sul rombo curativo delle sue marmitte" ???????????
    " Continuo ad andare verso il mio orizzonte, convinto di trovare tante altre persone uguali a me. Forse avranno orizzonti diversi da seguire ecc ecc" ...

    ragazzi, voi non state bene...

    state solo facendo controcultura da 2 soldi, immersa in un mondo biker che più banale e costruito non si può.

    883Low


    RispondiElimina