17 giu 2016

T.B.O.T.K. feat H-D Valencia







In un mare di cafe racer, scrambler e tracker è quasi una ventata di aria fresca pubblicare una preparazione diversa dai soliti trend del momento. Differente non vuole dire però migliore o peggiore.

Il dealer spagnolo di Valencia, ci presenta la RACE MACHINE, ovvero l'iron modified con la quale partecipano alla Battaglia dei re.

Una racer moderna ma che attinge a pieni mani dal passato; il manubrio sembra proprio una versione 2.0 di quelli che montavano le vecchie moto da sparo.

Il cambio a mano, le gomme tassellate e la tipologia di verniciatura unitamente alle pedane e manopole sono riferimenti a periodi opposti ma trovano in questa realizzazione un ideale punto di incontro.


Frecce stock e targa (inguardabile per misura) rendono street legal la Cafe Machine!


State sintonizzati!


15 commenti:

  1. con un altro manubrio,leggermente piu piccolo e stertto e con retrotreno piu basso,si sarebbe avvicinata di piu al tema delle moto racer di inizio secolo.......
    dettaglio bellissimi

    paolo57

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Belli davvero e starebbero molto bene sulla tua racer...

      Elimina
    2. Già, e tutto sommato sono anche abbastanza accessibili rispetto ad altri.

      Elimina
  3. Concordo con il parere sul manubrio altra cosa che non mi piace sono le frecce!!! Starebbe bene con delle micro frecce a led e anche ben nascoste, altro piccolo appunto è il serbatoio per quanto adori il peanut qui dovevano mettere un serbatoio tipo quelli dei model J oppure facendo ancora di più la figata tagliare il peanut stringerlo e abbassarlo e allora li partiva l'inchino!!!
    Michael

    RispondiElimina
  4. Alcune cose mi attraggono e intrigano, come il colore e le finiture, i comandi retro K Tech, il bellissimo filtro, altre invece mi fanno pensare, come il manubrio, le frecce stock e gli scarichi troppi "moderni"... Vuoi fare una moto vintage racer (sicuramente con la comodità e semplicità di utilizzo che non sono priorità), allora falla come si deve: forcella springer o ancora meglio a balestre, dietro rigida come le old racer, uno scarico minimale e alto bendato e frecce micro nascoste. Forse li ha limitatibil budget di 5000€...

    RispondiElimina
  5. Nel complesso è molto bella, dettagli curatissimi che richiamano lo stile vintage....ma quel manubrio proprio non mi piace, potevano scegliere qualcosa di più semplice o piuttosto lasciare l'originale e mettere uno scarico che richiamasse di più lo stile vintage del resto della moto...per il resto come già detto è un gran bel lavoro.

    RispondiElimina
  6. Mah manubrio,scarichi e cambio a mano per me bocciati!
    Nel complesso da rivedere!!!
    Rimandata a settembre!!!
    Gian Marco

    RispondiElimina
  7. Alcune cose sono da rivedere scarichi, frecce e sopratutto manubrio, stupenda la colorazione abbinata a manopole e griglia faro, bella sella e cerchi il cambio a mano non mi convince molto.

    RispondiElimina
  8. Alcune cose sono da rivedere scarichi, frecce e sopratutto manubrio, stupenda la colorazione abbinata a manopole e griglia faro, bella sella e cerchi il cambio a mano non mi convince molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luigi pensa di dover fare uno spunto in salita con questo cambio!!!! Da incubo....

      Elimina
    2. Anche frenare 250 kg di moto solo con il freno posteriore dev'essere... interessante...

      Elimina
    3. Si puù sempre mettere dei begli anfibi con suola carro armato e frenare alla Fred Flinstone!!!!!!!!

      Elimina
  9. Non so la vedo come una show bike più che una moto da vivere tutti i giorni.... però apprezzo le finiture che sono sicuramente molto curate e di pregio.
    Ciao
    Jurij

    RispondiElimina
  10. Quanto lavoro sprecato....
    MALPO

    RispondiElimina

SHARE THIS