06 apr 2016

B.O.T.K feat H-D Borie







Stufi della solite preparazioni? Stanchi di vedere sempre gli stessi accessori

Eccovi serviti!

La sporty modificata dal dealer francese H-D Borie potrà piacere o meno ma non può essere di certo snobbata perchè anonima.

Routona da 21 all'anteriore e gommazza slick al retroreno slanciano idealmente la moto; postura d'attacco con mezzi manubri e pedane arretrate, posteriore
minimale con "taglio" supporti e fanale incorporato!

Il tank, forse un Cole Foster modificato e il cupolino, forse quello genuine modificato, li trovo molto particolari, il filtro open e lo scarico due in uno V&H donano carattere e originalità, così come la conversione a catena e le barre rigide al posto di cinghia e sospensioni.
Non pervenute frecce e targa, mentre apprezzo la sella originale rivestita di pelle scamosciata marrone.

I gusti sono gusti, ma la colorazione personalmente non mi esalta: con qualcosa di più classico la preparazione ne avrebbe giovato!

In ogni caso, una sporty che si fa notare!!!


Visto che i vostri commenti denotano, il più delle volte,  buon gusto e una certa conoscenza della materia . . . come sempre vi chiedo di esprimere la vostra opinione!


State sintonizzati!

14 commenti:

  1. Tutto sommato non mi dispiace... originale senza scadere nel cattivo gusto, come è accaduto per altri concorrenti. I dettagli che non apprezzo molto sono le barre rigide (per motivi funzionali) e la bottiglia per la benzina. Quest'ultima probabilmente ha anche un suo valore funzionale, vista la taglia del serbatoio, però messa lì sembra proprio incollata...

    Ciao,
    Marco

    RispondiElimina
  2. Io preferisco la Saltafoss.
    E ho detto tutto...
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione la Saltafossi non ha rivali,penso che resterà a lungo stampata indelebile nella nostra mente.

      Elimina
    2. Hai ragione la Saltafossi non ha rivali,penso che resterà a lungo stampata indelebile nella nostra mente.

      Elimina
  3. Peccato per il tank e il colore che stonano altrimenti era anche bella.
    Tc

    RispondiElimina
  4. Una preparazione particolare.La colorazione graffiante che si intona con la sella, le barre rigide,la conversione a catena , il contrasto di misure della gommatura,il contenitore riserva carburante gli danno un aria retrò ma con quel tipo di scarichi viene riportata anche un po ai nostri tempi.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. effetto in rust we trust probabilmente pellicolato e non reale, però a me non dispiace da vedere, trasuda abbastanza ignoranza.
    Per quanto riguarda la guidabilità credo sia un ardua impresa farci tragitti medio lunghi..
    Pejo

    RispondiElimina
  7. A me piace!!sono riusciti a darle un'aria vissuta(che a me piace)nonostante sia tutto molto attuale..se il serbatoio avesse avuto un'altra forma sarebbe venuta ancora meglio..
    Fabio

    RispondiElimina
  8. Ma non saprei a primo impatto mi è piaciuta ma poi ho visto le barre rigide e il parafango posteriore e ci ho ripensato non saprei come giudicarla diciamo che non è né carne né pesce!!! Con che genere si può descrivere?
    Michael

    RispondiElimina
  9. Mah a parte le barre rigide non mi dispiace, molto bella la sella un po' posticcia la bottiglia per la benzina.
    Marco

    RispondiElimina
  10. secondo me la ruota ant da 21" si sposa perfettamente con le piastre strette originali dello sporty...........è la morte sua........qui poi hanno lavorato sul faro per rimpicciolire il tutto.......bravi bravi
    solo la botticella non mi piace, forse piazzata sulla culla davanti ci stava meglio......per la colorazione ci voleva la ruggine "vera".........
    Lorenzo, Pisa

    RispondiElimina
  11. Veramente bella, nello stile e nella verniciatura! Fossi stato io forse avrei tenuto il serbatoio CF più basso ma è comunque una top bike

    RispondiElimina
  12. Daccordo con TriAxis, il serbatoio del Salinas Boy non mi piace rialzato con la forma che ha, non ho niente contro il gastank lift ma se fatto con il classico peanut, questo con la sua linea superiore che punta verso l'alto già montato normale così sembra proprio altissimo. Apprezzo sempre conversione a catena tena filtri aperti e 2 in uno, originalissimi la triade barre rigide, pedane arretratre e mezzi manubri, bella la scelta del 21 davanti esile e della gommazza slick dietro da dragrace. Infine bello il mini parafango anteriore, che funge più da antisvirgolo e come Paolo vedrei meglio una verniciatura più classica-race.

    RispondiElimina

SE HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO POST CONDIVIDILO!