01 mar 2016

Sporty jap style e l'importanza delle scelte!









Dopo una preparazione in puro stile californiano, eccentrica e particolarissima, torniamo sulla terra con una sporty minimale ma altrettanto unica.

La sporty ritratta nelle immagini è un esempio lampante di quanto possano essere determinanti le nostre scelte.

Se al primo sguardo questa moto mi è sembrata molto ben fatta, osservandola con più attenzione mi sono dovuto ricredere.

La tipologia di scarico e il disegno dei collettori, lo strumento di serie invece di quello genuine e la decisione di accorciare il parafango posteriore ai minimi termini, sono tutte modifiche che purtroppo tolgono appeal invece di aggiungerlo.

Il detto less is more non è stato coniato per nulla.

Un peccato davvero perchè  la conversione a catena, la decal rossa a contrasto, il motore cromato in tinta con i cerchi a raggi, il posizionamento delle frecce e bobina, gli pneumatici old style, i comandi e il manubrio sono tutte scelte azzeccatissime e che, con le giuste modifiche, avrebbero potuto portare a risultati esaltanti.



Come da titolo, l'importanza delle scelte è tutto!

Uno scarico, un manubrio, un parafango, una sella ....possono essere determinanti per la riuscita o meno di una preparazione.

Qualcuno però potrebbe affermare che se piace al proprietario tanto basta; nulla da eccepire!!!!


State sintonizzati!

11 commenti:

  1. Pensa che a me questa quasi piaceva...
    E' la prova del nove che di jap style non ci capisco una mazza!

    RispondiElimina
  2. Anche a me la scelta di adottare questa tipologia di scarico fa perdere un po' di appeal al progetto...
    Roberto

    RispondiElimina
  3. Mi associo a coloro che bocciano lo scarico!!! Acustico a parte la moto non mi dispiace ma secondo me per essere un Jap style ci vuole molto meno cromo!!!
    Michael

    RispondiElimina
  4. pienamente d'accordo con Paolo su tutta la linea....
    le moto fatte "bene" risultano armoniose fin dal primo colpo d'occhio anche se hanno pezzi messi insieme con la saldatrice...
    Se non scatta subito la molla allora passo al setaccio per vedere cosa non mi garba ed in questo caso sono molti i particolari che non "parlano" tra loro

    RispondiElimina
  5. La cosa che mi ha fatto storcere il naso sono gli scarichi e il parafango posteriore davvero troppo corto originale la collocazione delle frecce ma chiedo dove può essere collocata la targa bella anche la collocazione dello specchietto e la colorazione.Una Sporty che si fa guadare ma non tanto da farti girare il collo.

    RispondiElimina
  6. Esco dal coro dei dissensi e dico che a me piace! Si, non avrei toccato il parafango posteriore, o meglio lo avrei tenuto più lungo e stile fatboy... per il resto mi piace lo scarico (tra l'altro non se ne vedono in giro... e voi direte "ci sarà un motivo?" ahahaha), e tutto il resto...

    Alfred

    RispondiElimina
  7. Idem come sopra.. Con un'altro parafango posteriore sarebbe stata sicuramente promossa a pieni voti.. E lo scarico lo trovo talmente originale da piacermi

    RispondiElimina
  8. Al colpo d'occhio non è male; bello il serbatoio, il manubrione non lo posso vedere e il parafango posteriore e troppo striminzito e disarmonico . Promossi gli scarichi in stile hot rod cafè; i primi disegni concept della BMW Nine T ne mostravano di simili, peccato non siano andati in produzione.

    Graziano Bonneville

    RispondiElimina
  9. Anche a me non dispiace, l'unica cosa che non mi convince sono i collettori, come si accavallano e le bende termiche non mi convincono.Trovo invece belli i terminali, la loro posizione e al loro essere cromati che si intonano con altri elementi cromo. Il parafango non mi dispiace corto, solo che dovrebbe essere più vicino alla ruota.

    RispondiElimina
  10. Probabilmente e' il parafango posteriore corto che rovina la linea della moto, lo scarico tutto sommato mi piace! Direi rimandata!
    Marco

    RispondiElimina

SHARE THIS