29 mar 2016

Battle of The Kings feat H-D Cagliari










La Battle of the Kings è una bella occasione per tutti; per i dealer, per gli appassionati, per le case produttrici di pezzi e accessori etc etc

Spero proprio che la Motor Co. organizzi più spesso competizioni di questo tipo; avere la possibilità di vedere così tante belle sportster modificate tutte in una volta è assolutamente coinvolgente e strepitoso.

Alcune preparazioni vi sono molto piaciute, altre meno, altre ancora hanno fatto discutere (il post sulla Saltafossi by H-D Pavia ha superato i 60 commenti); l'esperimento sembra essere perfettamente riuscito.


Oggi è il turno di H-D Cagliari che partecipa al concorso con la Brinco, una sorta di moto da regolarità su base iron.

Anche questa preparazione riesce a farsi notare; forse per l'uso delle tanti parti in plastica (mascherina e parafanghi) forse per il particolarissimo tank, forse per il riuscito contrasto di colori.

Ancora una volta notiamo il nuovo scarico della V&;H, forse il più usato in tutta la competizione . . . e ancora gomme Bates, filtro open, tabelle laterali, assetto alto e una colorazione semplice ma che riesce a colpire!

Complimenti sinceri!!!!!



NELLE PROSSIME VEDRETE LA LOCANDINA UFFICIALE DELLO SPORTSTER MEETING 2016.





14 commenti:

  1. Via quell'effetto cintura dal serbatoio e sella da cambiare, poi può diventare interessante.

    RispondiElimina
  2. Gli scarichi proprio non mi piacciono, anche se vedo che molti dealer li hanno montati.
    Questa di cagliari si fa notare tra le altre della battle secondo me.
    Mi piace
    tc

    RispondiElimina
  3. Gli scarichi a me non piacciono, ma essendo i nuovi nati in casa Vance immagino che sia per questo che molti dealer abbiano optato per questi. Concordo sulla cintura al serbatoio. Invece avrei visto meglio il parafango posteriore, non anni 80 con luce integrata come questo, ma più pulito e con luce attaccata sopra. Nel complesso molto ben fatta. Complimenti

    Alfred

    RispondiElimina
  4. Non so non mi convince più di tanto a me le moto di regolarità non mi sono mai piaciute di conseguenza non mi fanno impazzire i tributi!!! Gli scarichi a me piacciono davvero tanto ma secondo me diventeranno più popolari delle short shot e quindi perderanno il fascino che può avere uno scarico inedito!!! Su questa preparazione non ce li vedo proprio!!!
    Michael

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costano quasi 900 contro i 500 € delle shortshot; non so se sostituiranno le short, costano quasi il doppio.....

      Elimina
  5. Preparazioni sicuramente curata ma non mi piace, la trovo lontano dallo spirito di una Iron e in generale dello Sportster, rispetto comunque per il lavoro del preparatore.
    Marco

    RispondiElimina
  6. Non mi dispiace, ma trovo un po sgraziato l'avantreno faro-parafango-forca
    Certo un abisso rispetto alla NUTRIA che va per i fossi

    RispondiElimina
  7. Dopo un tributo dal risultato non riuscito, eccone un altro che invece centr l'obbiettivo. Sarà che su me i vari Puch, Swm, Fantic d'annata hanno esercitato sempre fascino molto forte, ma scarichi a parte (bellissimi ma non su una scrambler) trovo questa moto un riuscito omaggio alle regolarità degli anni d'oro. Normalmente tutta questa plastica mi farebbe accapponare la pelle, ecco che invece qui è una scelta corretta e in tema. Molto azzeccato anche il cinturone che fissa il tank proprio come nelle vecchie regolarità. La sella non è male, certo che se avessero fatto una sella come quella della R di Cristiano sarebbe perfetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riguardandola e "assimilandola" trovo sproporzionata e troppo bassa la posizione del faro anteriore, la cui tabella portanumero doveva ricoprire il contakilometri che invece qui è lasciato scoperto.

      Elimina
  8. Sembra quasi che ci sia l'obbligo di montare questi scarichi, che trovo belli ma più indicati a preparazioni cafè-sportive. In questa corsa a stupire con effetti speciali si sta cadendo in eccessi discutibili. Dopo il cinturone al serbatoio vedremo le bretelle?

    Graziano Bonneville

    RispondiElimina
  9. Quando una moto non ti prende subito come un amore a prima vista,diventa difficile dare un parere, non sono un esperto di approfondita meccanica, quindi mi limito alla parte estetica .Non mi piacciano gli scarichi per questa preparazione,le parti in plastica devono richiamare l'idea di moto, ma su una Sportster è una cosa che si accetta con fatica,bella la grafica del serbatoio, va bene il copriserbatoio ma senza il cinturone.

    RispondiElimina
  10. ...terribile, anzi inguardabile...

    RispondiElimina
  11. A me non piace affatto, eppure da giovane ero appassionato di regolarità... Sempre e comunque IMHO, naturalmente.

    RispondiElimina

SHARE THIS