24 feb 2016

Sportster Meeting 2016 feat Harley Davidson Italia




Noterete di certo una qualche differenza rispetto al logo dello Sportster Meeting che ho pubblicato qualche settimane or sono (vedi primo banner a destra - presto verrà ovviamente sostituito con quello riveduto)


Harley Davidson Italia mi ha amichevolmente invitato a non usare la parola sportster unitamente a questo tipo di carattere poichè, essendo un marchio registrato, sarei potuto incorrere in un qualche problema di copyright.



Per completezza di informazioni devo dire che sono stato proprio io ad informare la filiale italiana della decisione di organizzare uno Sportster Meeting e per chiedere se fossero interessati ad una qualsiasi forma di collaborazione.



Purtroppo il direttore marketing, pur conoscendo il blog e apprezzandone le sue peculiarità, ha affermato che HD Italia può supportare solo e soltanto situazioni ufficiali hog ma che al contrario i dealer sono liberi da vincoli di questo tipo (ma questo è il tema di un altro post). 



Proprio in questa occasione mi viene segnalata la questione del marchio!



Detto fatto, problema aggirato con il diminutivo SPORTY al posto di SPORTSTER, come da consiglio di HD stessa.


Lo preferivo nettamente nella precedente versione ma alla fine va benone anche così; la sostanza non cambia.


Ora il suddetto logo è stato inviato alla Motor Co. stessa per il placet; ricevere una qualche letteraccia dall'ufficio legale di una azienda mondiale non sarebbe una cosa piacevole.


Pensate che paradosso sarebbe stato; divulgo il verbo sportster dal 2009, contribuisco nel mio piccolo alla casua HD, organizzo una giornata dedicata alle mitiche xl (senza nessun interesse economico) e mi sarei potuto ritrovare con una diffida della Motor Co.



Di certo avrei chiuso baracca e burattini e mandato tutto a farsi benedire.


Ma non sarà questo il caso; la location e la data sono sempre più vicine alla definizione, entro la fine di Marzo avrete tutte, ma dico tutte, le info del caso!



SARA' UNA FESTA SPORTSTER MAI VISTA RAGAZZI!



Si ringraziano Jurij e Paolo per la realizzazione del logo e della futura locandina e Harley Davidson Italia per il gentile consiglio!





Stay tuned!

39 commenti:

  1. SEMPLICEMENTE ASSURDO.
    Capisco la questione dei marchi però non è che gli portiamo via qualcosa, anzi!
    No comment
    TC

    RispondiElimina
  2. ...sebbene sia sporterista dal 2007 adesso comincio a stufarmi di questa setta della motorco. pertanto ho deciso di vendere la seventy-two e ripiegare su una godibilissima italianissima ed economicissima, benelli o swm. alla fine penso sia solo un atteggiamento possedere una hd, a parte il blasone (ma ci sono moto anche più antiche, quali triumph o husqvarna)ci vendono a caro prezzo una tecnologia anni '50, unitamente a discutibili accessori od indumenti. per me si possono tenere il loro marchio ed in fondo qui non siamo in ammeriga...

    RispondiElimina
  3. Quando ho letto il titolo mi aspettavo che avessero scelto di appoggiare l'evento... Mah
    Marco

    RispondiElimina
  4. Per descrivere questo atteggiamento,ormai comune purtroppo..non solo di Motor co,
    bastano 2 parole...CHE SCHIFO!!!
    Apparte questo..non vedo l'ora di partecipare al meeting..
    Fabio

    RispondiElimina
  5. Attegiamento deludente e veramente poco motociclistico.
    Mi sembra assurdo che la "casa" non colga la palla al balzo e ti sostenga, fosse anche solo a parole.
    Paolo, non lasciarti avvilire da questo, tu stai facendo una cosa molto bella con questo meeting - e ovviamente con il blog.
    Le moto sono nostre e ce le godiamo come ci pare a noi.
    Arturo

    RispondiElimina
  6. Paolo, dacci l'indirizzo di chi ti ha scritto che provvediamo subito a mandargli una centinaio di mail il cui li minacciamo di vendere le nostre Harley e di prenderci tutti altre moto e vedi come cambierà la solfa...

    Nello squallore dell'episodio ti faccio comunque i complimenti per la visibilità del tuo blog che ormai è indiscussa!

    RispondiElimina
  7. Purtroppo su queste (ed altre) cose HD è molto rigida, fino al punto di diventare miope... Paolo, non ti curar di loro, il meeting è un tuo progetto che ha lo scopo di radunare gli appassionati di Sportster. Se la HD non ti appoggia è un problema di HD...

    RispondiElimina
  8. Mi unisco al pensiero di tutti ma soprattutto a quello di Artura, il progetto del Meeting poteva essere una bellissimo motivo per HD di consolidare la propria clientela e presentare nuove moto, nuovi accessori ecc.....
    Paolo a mio avviso andresti premiato da HD per la tua Sportster fede.... vedrai che sarà un meeting memorabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS. Paolo tieni duro, gli sforzi prima o poi vengono sempre ricompensati....

      Elimina
  9. Non ti curar di loro ma guarda e passa...
    Spero che la location sia in centro Italia, per permettere la presenza a tutto lo stivale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non potrei organizzarlo in centro italia.
      Devo poter vedere la location di persona e poterlo raggiungere facilmente per organizzare le cose.
      Sarà in Lombardia ...come potrei organizzare in un posto che non vedo e che non posso andarci per "sistemare i dettagli" nelle settimane precedenti.
      Paolo

      Elimina
  10. Paolo non mollare, vedrai che sarà un grande evento.
    Cristiano

    RispondiElimina
  11. Diciamo che va bene che non ti abbiano procurato rogne con il nome , anche se poi da sportster a sporty secondo me alla fine non cambiava niente , capisco il concetto di supportare solo l'Hog Rimane quasi incomprensibile perché amiamo le moto di un marchio che fa di tutto per non essere amato dal grande pubblico a tutte le fasce di reddito ed invece vorrebbe solo ricconi con touring cvo

    RispondiElimina
  12. Mah più che miopia mi pare cecità da parte di HD, comunque onore e rispetto a Paolo e a tutti quelli che stanno organizzando l'evento.
    Marco

    RispondiElimina
  13. Alla fine cambia il nome ma non la sostanza.... E poi sporty lo trovo più intimo... Più nostro... Vedremo l'anno prossimo con l'anniversario delle SPORTY se organizzeranno qualcosa del genere... Bravo ragazzo... Continua così che i restati migliori si raggiungono sempre con fatica e determinazione

    RispondiElimina
  14. Paolo son con te.
    Ciao da Ale yoshimura.

    RispondiElimina
  15. ma che se lo vadano a troncare nel.............
    Lorenzo, Pisa
    Ah io ho rifatto una HD intera, e quando dico rifatto da zero intendo smontata fino all'ultimo bullole piu' nascosto e rimontata tutta senza mai entrare in un concessionario ufficiale...................

    RispondiElimina
  16. Gli americani sono specializzati ad intentar cause e diffide sull'utilizzo dei marchi: HD e McDonald sono i più attenti....questa è la storia e bisogna purtroppo conviverci.
    Cmq l'attenzione si presta solo a chi vale e 2C vale!!!!

    RispondiElimina
  17. Alla fine cambia nome e non la sostanza......Paolo, tutti gli appassionati di "SPORTY" sono con te!!!!

    RispondiElimina
  18. Ridicoli! I raduni ufficiali HOG, di cui ho le scatole piene dei servizi a loro dedicati dalla rivista Low Ride, sono simili alla sagra della salsiccia come la maggioranza dei raduni, però se non ti presenti col big-twin ti guardano come l'ultimo dei poveracci; tralascio il commento sulle femmine che fanno da soprammobili umani sul sellino posteriore. Paolo, chiama il raduno " Bicilindrico USA", chi segue il blog sa di cosa si tratta e passerà parola. E lascia che mamma HD vada a farsi fottere!

    Graziano Bonneville

    RispondiElimina
  19. Scusate un attimo....con rispetto per tutti, credo che il post sia una semplice comunicazione di servizio e mi sembra esagerato gridare allo scandalo.

    Il messaggio di HD Italia non era assolutamente minaccioso o fuori luogo, ma la classica risposta lecita e dovuta del responsabile marketing di una multinazionale, interpellato in merito a un evento.



    Stiamo parlando di un raduno sponsorizzato, pubblicizzato in rete e su Lowride, non è una cena tra amici, è normale che il proprietario del marchio intervenga.



    Sicuramente avrebbero potuto mostrare più entusiasmo e tirarsela di meno.....ma non è il caso di prendersela, andiamo avanti e godiamoci le nostre moto



    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con il Polve!
      Con tutto il merito di Paolo e la particolarità del suo evento...se HD Italia dovesse "supportare" tutte le iniziative fatte dal mondo legato alle harley non ne verrebbe più fuori.
      Anzi trovo che la dritta di cambiare il logo sia stata più una cortesia che una minaccia (visto che hd italia risponde agli americani).
      Anche secondo me Paolo non voleva creare polemica ma solo spiegare il perchè del cambio logo e per avere un argomento diverso di cui parlare.
      Detto questo . . io al meeting non mancherò.

      TC

      Elimina
  20. FINALMENTE leggo dei commenti sensati (gli ultimi 2)
    ma scusate,quello è un marchio e grafica registrata,è stato semplicemente consigliato di fare una modifica,tutto qui!! A me fanno sorridere i tipi "fuck mo.co" che poi girano in Harley (come si vi avessero obbligati a comprarla).
    Paolo lavora per HD? no
    Voi lavorate per HD? no
    siamo tutti,chi più chi meno,degli appassionati di un marchio altrimenti avremmo venduto la moto per altro,abbiamo tutti una HD in garage ma per questo mica possiamo organizzare eventi qua e la usando i loro loghi!
    Paolo sta portando avanti una bellissima cosa,godiamocela per quello che è UN RADUNO DEDICATO SOLO A SPORTSTER non vedo questo dramma per un logo "sistemato" e la decisione di HD Italia di restare ai margini della cosa.

    Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Luca.
      Ciao da Ale yoshimura.

      Elimina
  21. Bhe d'altro canto ognuno difende i suoi diritti e quello della motor Co. è quello di esercitare il diritto del machio registrato adesso senza tirare in ballo HOG e cazzi e mazzi ,penso che anche se fosse stato Guzzi V7 Meeting la moto Guzzi avrebbe "difeso" il suo marchio ... No?! Certo ci si può rimanere male che H-D non appoggi un raduno che riguarda le sporty visto che è stata la moto che ha salvato l'azienda, ma nel mondo capitalista nel quale viviamo credo che qualsiasi fabbrica spingerebbe all'acquisto del prodotto più costoso non di quello "meno" caro d'altro canto una multinazionale non può tenere aperti i battenti vendendo solo sportster (ahi me) ma grazie a dio ci sono tante persone che comprano CVO e Tourig che poi siano buffoni e tipi da 1000Km annui poco importa se fanno sì che la Motor Co. Rimanga aperta ben venga. Detto questo mi permetto di aggiungere... Un cambio di logo non potrà di certo rovinarci la festa quindi chiappe sulla sporty e tutti al primo sportster meeting!!!
    Michael

    RispondiElimina
  22. D'accordo con queste ultimi post, aggiungo che Paolo ha detto che i singoli concessionari possono far ciò che vogliono, probabilmente il "consiglio" di HD Italia è stato x permettere ai concessionari che vogliono supportare l'evento di poterlo fare a "cuor leggero". Detto questo l'uso del termine Sportster nel logo, non essendo denigratorio verso il prodotto, fuorviante verso il prodotto stesso e non avendo 2C blog scopo di lucro, per me, ma è solo una mia idea,poteva rimanere così, non avrebbe sicuramente danneggiato l'immagine di HD, anzi...

    RispondiElimina
  23. Effettivamente dopo aver letto il post di Paolo 2C e aver letto i primi commenti, pensavo di essere l'unico a non pensarla come loro...mi sembra che Paolo ha voluto precisare senza creare polemiche, quindi mi trovo completamente d'accordo con Polv& e gli ultimi post... Poi, forse, è probabile che noi tutti usiamo di più la parola Sporty che Sportster ;-) ;-) ;-)..... Comunque grande Paolo non mollare... Un abbraccio a tutti voi Sporty Maniac !!
    Roberto

    RispondiElimina
  24. Mi spiace ma non sono assolutamente d'accordo con quello che dite.

    Questo è quanto ha scritto Paolo: "Harley Davidson Italia mi ha amichevolmente invitato a non usare la parola sportster unitamente a questo tipo di carattere poichè, essendo un marchio registrato, sarei potuto incorrere in un qualche problema di copyright."

    Se io fossi stato il marketing manager di HD Italia avrei informato HD USA di questa bella iniziativa e, dato che non possono/vogliono supportare incontri che non siano HOG (cosa discutibile, ma legittima) avrei chiesto loro almeno il benestare all'utilizzo del marchio "Sportster" (e non HD che è molto più importante e di valore) per questa occasione (con la sua bella ® in alto a dx), che diffonde il marchio e certo non lo penalizza.

    Qui non si tratta di concedere il marchio "Sportster" a Paolo o al blog tout court, ma farlo solo limitatamente a questa iniziativa chiarendo che non la ritengono lesiva del marchio e quindi non soggetta a nessuna azione legale da parte loro, ma anzi avendo in cambio un sacco di pubblicità gratis (blog, adesivi, magliette...).

    Ricevere anche un avvertimento "gentile" a me sarebbe bastato per far girare le palle e annullare tutto, provocando sì un danno di immagine all'azienda (vista la popolarità di questo blog). Se il nostro marketing manager avesse fatto una cosa del genere, si sarebbe trovato di sicuro in mezzo a una strada...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo proprio che basti una telefonata per decidere SE e COME concedere l'utilizzo di un marchio per un evento......



      In caso di appoggio ufficiale HD sarebbero sicuramente nati un sacco di sbattimenti....

      Che ne sappiamo degli accordi commerciali HD in campo merchandise con i relativi fornitori e distributori?

      La location è autorizzata? Chi partecipa? Che attività sono previste? Quali sono gli altri sponsor?



      Avremmo dovuto fornire un sacco di dettagli e prenderci una serie di responsabilità che secondo me (almeno per la prima volta) è meglio evitare, facendo le cose semplici e iniziando a vedere come va.....



      Il blog e il meeting sono grandi cose, vera passione e impegno da parte di Paolo e di chi partecipa più o meno attivamente, ma si parla comunque di un evento amatoriale autogestito....e la distinzione netta che HD fa tra il circuito ufficiale HOG e tutti gli altri è corretta, se non altro evita che si creino precedenti



      Polv&

      Elimina
    2. Certo che basta. Un'azienda deve semplicemente rilasciare il suo benestare all'uso di un marchio. Non c'entra niente con il patrocinare un evento. Sarebbe stata una semplice liberatoria per chi organizza l'evento ad usare un marchio registrato, tutto qui.
      Con il mio club di Jeep organizziamo il raduno Jeep più grande d'Europa (529 auto l'anno scorso) e la prossima edizione sarà in onore dei 150 anni della Coca-Cola (non per piaggeria, piuttosto una scusa per fare "colore" realizzando una Jeep con i loro colori). Abbiamo contattato l'ufficio marketing in Italia e non solo ci hanno dato il benestare nell'uso del marchio, ma ci aiuteranno pure nella realizzazione della Jeep che noi avremmo comunque realizzato a nostre spese. Per me ci si comporta così, sempre che il marketing lo si sappia fare...

      Elimina
    3. Lollo, Jeep investe e non se la tira..... che dire!!!! una parola è poco e due sono troppe e la miglior parola è quella non detta..... e mi sono spiegato.... aaahhhhh aaaaaahhhhhhhh

      Elimina
  25. .... Certo che , non me ne vogliano gli amici SRI, se sportster è marchio registrato allora HD dovrebbe rompere le balle a tutti quelli che lo usano , che siano per un raduno od in gruppo o che so io....

    RispondiElimina
  26. ciao Paolo
    comunque in due parole "SPORTY MEETING" e noi ci siamo ....... :-)

    RispondiElimina
  27. Purtroppo HD ha la sua legge di mercato ma nulla ci vieta di essere critici nei confronti del marchio.Ho partecipato ad un evento HOG ma ha lasciato in me pochi ricordi ed emozioni perchè è pura pubblicità.Ho partecipato a due sportster run e hanno creato in me piacevoli emozioni e lasciato bei ricordi e penso sarà cosi anche per il meeting. la differenza sostanziale è chè le due cose si differenziano perchè HD fa parte della logica di mercato e il meeting nasce dalla passione del singolo.Grazie Paolo per attesa ed entusiasmo che stai creando in chi segue Duecilindri e questo già è un buon risultato.Gino da Crema

    RispondiElimina
  28. Super!!!! ;) signori... Sportster nel cuore e Sporty sul logo!!! alla grande ;) se mi lascerete "entrare" ci sarà anche una Dyna con voi...

    RispondiElimina
  29. secondo me è il solito atteggiamento di chi si crede "purista" e non come me o altri a cui non frega nulla di essere affiliato a qualche marchio/gruppo/dealer/MC... loro dicono il marchio sportster non si tocca, mentre dovrebbero godere insieme ad altre persone con la stessa passione. Mah, magari sotto ci sono solamente cavilli legali tanto amati dagli americani...

    Alfred

    RispondiElimina
  30. Salve Gente mi piacerebbe sapere x il 2017 la data e location se ci sara' Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A gennaio ufficializzerò data e location per il meeting 2017. Sul blog troverai tutto!
      Paolo

      Elimina

SHARE THIS