01 dic 2015

Eicma 2015 feat Triumph 2016










....continua il nostro giro all'interno di Eicma 2015.

Diamo uno sguardo allo stand Triumph; grandi novità per tutta la gamma.
Il mio sguardo però viene attratto in particolar modo dalla Thruxton R.

Se solo la Motor Co. presentasse almeno un modello sportster dal sapore più sportivo o moderno . . . 

Cito dal web:   
Le nuove Triumph Thruxton e Thruxton R seguono i rinnovamenti operati sulle Bonneville. 
Entrambe sono alimentate dal terzo nuovo motore della gamma 2016, che include il 1200 e il 900 high-torque a 8 valvole montati rispettivamente su Bonneville e Street Twin. Nel caso della Thruxton questo propulsore prende il nome di Thruxton spec, ovviamente anch’esso raffreddato a liquido.

Si dimostra ancora più performante del high-torque di Bonneville, visto che sviluppa una coppia di 112 Nm a 4.950 giri, ben il 62% in più rispetto al motore precedente che si fermava a 69 Nm espressi a 5.800 giri.
Questo nuovo motore presenta un albero motore più leggero, un rapporto di compressione superiore e un airbox esclusivo. 
Il motore, lo scarico e i corpi farfallati di nuova concezione integrano particolari derivati dalle cafe racer Thruxton originali con componenti contemporanei, per garantire prestazioni moderne ma un look autentico. 
È completato da una coppia di innovativi scarichi con terminali a megafono rovesciato, cromati sulla Thruxton e in acciaio inossidabile spazzolato sulla Thruxton R.


16 commenti:

  1. Difficile non essere d'accordo con Paolo, Triumph con la categoria modern classics ha colpito proprio nel segno, look vintage ma moderne e performanti, come chiedere di più ? Peccato solo che a me non piaccia il sound dei motori 2 e 3 cilindri paralleli Made in uk ...

    RispondiElimina
  2. Per me le Modern Classic di Triumph sono state le più belle del salone.

    RispondiElimina
  3. Per me da quando le producono in India hanno perso tutto il fascino possibile...
    Tanto vale comprarsi quel cesso della Street allora. Meglio una finta Harley di una finta inglese! :)

    RispondiElimina
  4. Non sono d'accordo. Tra quel cesso della Street e la splendida Bonneville...molto meglio l'inglese.

    RispondiElimina
  5. ...la street hd non tiriamola in ballo . . .perchè è un cesso!
    Queste triumph non mi incuriosiscono, nel senso che non sarei tentato di testarle (thruxton a parte).
    però almeno la tiumph cerca di guardare avanti.
    Svegliati HD!
    Tc

    RispondiElimina
  6. Con la presentazione della rinnovata gamma Classic la Triumph ha messo a segno un bel colpo...HD incassa senza batter ciglio...ma intanto in US annuncia licenziamenti per più di 200 persone...speriamo si svegli...ci aspettiamo di più di un paio di ammortizzatori una sella imbottita e una grafica vintage...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...vuol dire che le Harley costano troppo poco.
      Tutti volgiamo la botte piena (prezzo basso) e moglie ubriaca (moto fatta come si deve, con buoni materiali e con manodopera specializzata). Io preferisco una casa che "tira la cinghia" ma continua a produrre nel suo Paese di origine che una che va dove dove tutto costa meno.
      Un Harley più sportiva piacerebbe anche a me, ma si è visto quante XR hanno venduto, nonostante fosse per me riuscitissima.

      Elimina
  7. Concordo in pieno con l'anonimo qui sopra!!!!!!
    Anonimo XX

    RispondiElimina
  8. Tra i pochi stand che ho osservato con calma ad EICMA c'erano Ducati, Triumph e Harley....mi spiace dire che quello della casa di Milwuakee è stato il più deludente in assoluto.

    RispondiElimina
  9. Invece di perdere tempo una moto elettrica e una moto insipida e superata da tutta la concorrenza (la Street), l'HD dedicasse queste risorse per modelli convincenti come questi di Triumph ............ poi che siano fatti in India non vuol dire niente, io lavoro nel settore automotive, e ormai TUTTE le case (anche le più prestigiose) montano componenti e apparati prodotti nei paesi emergenti come Cina India Brasile ecc. Andrea GATE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi vendiamo le presse in India alla Dana che tra le altre cose fa gli assali per le Jeep. Io ne ho una e qualunque appassionato di questo marchio può dirti con che facilità si rompano i semiassi da quando si sono spostati in India. Eppure le specifiche del materiale da lavorare che ci hanno chiesto sono identiche a quelle in USA, ma guarda un po' se fai analizzare il materiale è molto più scadente.
      Pertanto se la Bonneville la vuoi fare in India va benissimo, ma la fai costare 6.000 euro, non come quando era prodotta in Inghilterra...
      Io ci ho pensato parecchio prima di prendere la Sportster in una Scrambler da modificare come la Rumbler della JVB, ma non ho trovato nessun usato ante 2013 a un prezzo decente, perché chi ha una Triumph fatta ancora in UK se la tiene stretta, giustamente.

      Elimina
  10. Sono rimasto colpito anche io dalle nuove Triumph sopratutto dalla Thraxton R davvero ben fatta molto curata mi piacciono tantissimo le piastre delle forcelle invece caduta di stile assoluto sono le frecce e il fanale posteriore e un filino anche il prezzo anche se le concorrenti sono molto vicine s'è non superiori al suo prezzo!!! Molto bello anche il raffreddamento a liquido davvero ben nascosto e sopratutto ben nascosti i tubi!!! Comunque l'harley ad aria è bella ma secondo me almeno un radiatore dell'olio di serie ci vuole anche sulle Sporty!!! Se vuoi prestazioni non serve aumentare la cilindrata ma serve un motore a corsa corta e raffreddato come si deve ;-) detto questo... Palo ti devi dare il cartellino giallo da solo per aver postato una moto che non sia sporty !!!!
    Hahahahah ;-)
    Michael

    RispondiElimina
  11. Harley ha fascino, è un fatto; costa un esagerazione, è un altro fatto. La Sportster che è parcheggiata nella mia testa completa dei vari accrocchi, costerebbe come una Breakout. Queste nuove Triumph non sono male, ma preferisco la mia Bonnie del 2006 personalizzata il giusto. Tante discussioni, ma non c'è razionalità nell'acquisto di una moto; è un emozione e viviamola come tale. E in mezzo a tante emozioni, i bmwuisti non rispondono al saluto e la street 750 è da radiare dal contesto motociclistico.

    Graziano Bonneville

    RispondiElimina
  12. Harley ha fascino, è un fatto; costa un esagerazione, è un altro fatto. La Sportster che è parcheggiata nella mia testa completa dei vari accrocchi, costerebbe come una Breakout. Queste nuove Triumph non sono male, ma preferisco la mia Bonnie del 2006 personalizzata il giusto. Tante discussioni, ma non c'è razionalità nell'acquisto di una moto; è un emozione e viviamola come tale. E in mezzo a tante emozioni, i bmwuisti non rispondono al saluto e la street 750 è da radiare dal contesto motociclistico.

    Graziano Bonneville

    RispondiElimina
  13. io a Eicma non vado a vedere delle custom....allo stand HD mi sono presentato alle 21.50 del venerdì!!!!
    tanto sapevo cosa avrei trovato....basta salire sul mio 48 ed emozioni a mille!
    Ma a sto giro la Triumph mi ha colpito: finalmente la truxthon ha i cv giusti, le bonnevile hanno dettagli da paura (per l'estetica più che per il pregio dei materiali usati..ma tant'è...)..insomma...potevano cavalcare questa nuova ondata di ritorno in generale al classico senza cambiare tanto..invece le .hanno reso più eleganti e quindi sempre un passo avanti alle altre...
    e per dirla tutta...avevo in mente nel 2016 di tornare a piegare un po di più rispetto al mio sportster (mio, solo mio, per sempre mio!!) e cosi un mese fa mi son regalato anche una speed triple del 2012!!!! UAUHHH!!!
    Jonny Boy

    RispondiElimina

SHARE THIS