24 dic 2015

BUONE FESTE A TUTTI I LETTORI!



Buone feste a tutti e ci rivediamo fra qualche giorno!

Come avrete capito il 2016 sarà un anno speciale sotto molti punti di vista; un esempio?

SPORTSTER MEETING ITALIA - ADUNATA SPORTY



A presto!

8 commenti:

  1. Buone feste e che il 2016 ci faccia vedere tutti allo Sportster Meeting!

    RispondiElimina
  2. Buone feste a tutti i lettori del blog e naturalmente auguri anche al nostro blogger che abbia un 2016 che più sportster non si può!!! ;-)
    Michael

    RispondiElimina
  3. PS:
    Quando riapre il blog sono già in astinenza !!!
    Michael

    RispondiElimina
  4. BUONE FESTE A TUTTI... CI RIVEDIAMO NEL 2016
    CIAO
    JURIJ

    RispondiElimina
  5. Buone vacanze a tutti e al nostro blogger di fiducia, che ha chiuso il 2015 con il botto !!
    ciao
    Roberto

    RispondiElimina
  6. Buone feste a tutti, pronti a ricominciare nel 2016 sempre in sella alle nostre amate Sporty!
    Ciao Marco

    RispondiElimina
  7. Buon natale a tutti ... Andre GATE

    RispondiElimina
  8. sce dai vertici Harley-Davidson Mark-Hans Richer, dove occupava la carica di senior vice president e di chief marketing officier. Richer era entrato in H-D nel 2007 dopo una precedente esperienza alla General Motors occupandosi di marketing e pubblicità. In Harley, oltre a essere a capo del marketing, Richer era anche responsabile della pianificazione prodotto e di altre aree.



    Sean Cummings

    Il suo posto nel marketing sarà occupato da Sean Cummings, già senior vice president in ambito commerciale e responsabile dell'area America Latina.
    Nel comunicare questi cambiamenti, Harley-Davidson scrive che Richer è stato determinante nel raggiungimento degli obiettivi di trasformazione e ampliamento dei programmi.

    Questa uscita avviene a due settimane dalla decisione di licenziare circa 250 dipendenti, spostando il taglio in un aumento del 65% del budget del marketing e della pianificazione prodotto.

    L'ultima trimestrale, a chiusura di settembre, ha evidenziato un calo di fatturato (vendite -1,4% e utile a -6,5%) causato dalle vendite negli Stati Uniti, dopo un 2013 eccelente, che ha finito per penalizzare il titolo. Da rilevare anche l'aumento dei costi dovuti dai richiami nel corso del 2015: 32 milioni di dollari, la stessa cifra che è stata spesa negli ultimi tre anni.

    e Buone Feste a Tutti
    Marcolino

    RispondiElimina

SE HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTO POST CONDIVIDILO!