13 dic 2013

Nightster FishEye by Lopez






Lo potremmo definire il "periodo springer" di Duecilindri Blog; ultimamente mi sono ritrovato spesso a postare alcune belle preparazioni con questa tipologia di forcella.

La Rebel without a case di Maurizio prima, la vincitrice del mini concorso dopo e ora l'ultima nata in "casa" Lopez.

Fabrizio Lopez, più volte su queste frequenze, è un giovane e promettente ragazzo di Roma che ama mettere le mani sulle harley di amici e conoscenti. . .con ottimi risultati peraltro.

Ancora una springer dicevamo, questa volta è stata posta su un nightster, con tutte le modifiche del caso; l'obbiettivo, come leggerete in seguito, era quello di riuscire a darle un raggio di sterzata decente.

Assetto basso, parafango posteriore stilosissimo, serbatoio dalla colorazione spettacolare, un manubrio dragbar e un avantreno che attira gli sguardi.

Una ricetta tutt'altro che facile . . . .ma gustosa, originale e personale se eseguita con maestria, come in questo caso.


Scopriamo qualcosa di più, dalle parole di colui che l'ha realizzata:


"Parlo per quello che è la mia esperienza, potrei sbagliarmi ma non credo, fino ad oggi non ho mai visto una springer paugcho dedicata al telaio sporty.
Siccome le nostre XL hanno la culla inferiore del telaio saldata direttamente sul canotto, fa si che la springer, che ha piastre con offset zero, tocchi sui tubi della culla con sterzate di appena un 20°/25°. 
Sulle softail o sulla maggioranza dei telai rigidi, il canotto è avanzato e la culla è saldata sul fazzoletto di avanzamento, lasciando il canotto "sospeso" e quindi la piasta gira sotto liberamente. 
Pertanto il proprietario di Fisheye, ha acconsentito a far lavorare le piastre della Springer, in modo da fare due asole grandi come i tubi del telaio in modo di aumentare il finecorsa e ottenere così una sterzata "decente".
Praticamente tutte quelle che vedete nelle varie foto sulla rete, per quel che è la mia esperienza (che non comprende le springer originali) hanno questo handicap di sterzo.
In ultimo, si deve eliminare il blocchetto di sterzo, tagliandolo via dal telaio.
Il cerchio anteriore è in realtà un posteriore adattato.

La moto non ha più alcun blocchetto elettrico, si accende con un tasto sul fianchetto sinistro, dopo aver girato la chiave di accensione; no clacson, fari fissi, no Run/off, no frecce, no tachimetro.
Serbatoio Cole Foster, acquistato per un softail e riadattato. 
Ho saldato i nuovi supporti per montarlo e con mio enorme stupore senza bucare il serbatoio, con la saldatrice ad elettrodo! 
Neanche io sapevo di essere un saldatore provetto.

Per verniciarlo, mi sono affidato a Max BLANTART, un noto restauratore di auto d'epoca con la passione per le Harley ed un estro incredibile, che mi ha consigliato lo stesso proprietario di Fisheye. 
Ne è nata un amicizia ed una collaborazione, ha infatti fatto pure il mio serbatoio.
Al momento solo il manubrio è in discussione.
Il parafango posteriore è un bobtail cortissimo, che mi ha obbligato al taglio completo dei fender e al relocamento della centralina, da sottosella a dietro il cilindro posteriore.

Ammortizzatori da 10', relocamento bobine/chiave, targa laterale..."


Lopez al momento stà per finire un forty-eight alquanto particolare; attendo con ansia questa sua nuova preparazione e gli faccio i miei più sinceri complimenti per la sua grande passione e notevole capacità!


19 commenti:

  1. Non sono un amante delle springer sulle spoty....però questa ha il suo perché!
    Bravo lopez!!!

    RispondiElimina
  2. Bella realizzazione anche se personalmente preferisco la springer corta.
    Complimenti al Kinge!
    Mirko.

    RispondiElimina
  3. Non adoro neanche io la springer sulle sporty ma questa a davvero il suo perche bravo !!!!
    Patric

    RispondiElimina
  4. Bella, mi piace!!!

    Rebel

    RispondiElimina
  5. Davvero impeccabile! ottimo lavoro!!!!

    RispondiElimina
  6. Non mi piace la springer sulla sporty....e questa non fa eccezione.
    Troppo grande anche il parafango post.
    Io boccio.

    RispondiElimina
  7. da quello che vedo , e proprio bella , le foto lasciano un po a desiderare , ma non stava meglio un parafango posteriore a filo ruota?

    RispondiElimina
  8. ciao sono il proprietario....grazie a tutti quelli che hanno lavorato alla mia bella,grazie pure a voi dei complimenti e pure dell eventuali critiche,che in parte condivido...devo dire che queste foto non rendono affatto giustizia,le avevo mandate a kinge su whatz up cosi,quasi per gioco...in realta' la moto sia dal vivo che in prospettive piu' consone ha una resa di gran lunga migliore...un saluto a tutti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! siete dei grandi! Massimo Blantart.

      Elimina
  9. Pur ringraziando tutti per i commenti, e Paolo in primis per l'introduzione e questo spazio, ribadisco, perché già lo scrissi a proposito della Sporty Rebel, che mi spiace non avere riscontri sul discorso "limiti della springer" a fronte di solo giudizi estetici. Dai ragazzi, è una modifica ciclistica di importanza enorme. Non basta bocciarla o premiarla per la sola estetica. Scusate cmq la ramanzina.
    Bella per tutti
    kinge lopez KKC

    RispondiElimina
  10. Che dire, complimenti per il lavoro e tutte le modifiche necessarie per adattare i pezzi, la springer non mi piace di principio, sorry! La cosa che mi piace di più e' il parafango posteriore!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mondo è bello perchè è avariato!

      Elimina
    2. Il mondo è bello perchè è avariato!

      Elimina
    3. ..vario... dai, mica si vuole offendere, i latini diceva de gustibus...

      Elimina
  11. Serbatoio fantastico, il bobtail mi piace ma avrei lasciato mezzo fender...
    La springer anche a sto giro non mi convince....sembra un pò una forzatura. Così come la scelta di eliminare le frecce, il tachimetro le luci fisse!!va bene togliere il superfluo ma così....
    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FishEye, voleva il manubtio senza blocchetti elettrici e più in generale una certa pulizia da cavi e accessori non indispensabili per la marcia della moto. Quando abbiamo affrontato il problema di ricollocare in modo invisibile tali superficialità e ci si è resi conto in special modo della spesa che comportava, si è risolto alla romana. Metodo STIQUATZZI! ;-)))

      Elimina

SHARE THIS