17 dic 2013

Bettina e la tabella laterale . . . .






Come avete letto in alcuni dei precedenti post, in questi ultime settimane stò cercando di capire fattibilità, impatto estetico, costi in merito alla tabella laterale.

L'idea sarebbe quella di metterla solo sul lato sinistro della moto (anche se in teoria sarebbe più corretto metterlo sulla destra) e farla simile a quella della mitica R serie limitata short track di Talamo (che trovo stupenda).

Forse non tutti sanno che quella tabella è asportabile, è slegata dal codino ed è "attaccata" per mezzo di due distanziali . . . .questo per dire che nel caso
sarebbe una modifica reversibile (in foto la tabella di Camilla).

Ma andiamo per ordine; nei giorni scorsi mi sono informato presso un paio di artigiani della vetroresina, i quali mi hanno risposto che cercare di far fare una tabella simile a quella della R senza una sorta di esempio o di "stampo" sarebbe un impresa ardua, lunga, costosa e dal risultato incerto.

Per fortuna mi viene in aiuto Andrea, felice possessore di una delle 22 R di Talamo, il quale inaspettatamente e con mia grande gioia si offre di farmi una sagoma in cartone.

Non avrei avuto il coraggio di chiederglielo, anche se l'ho pensato, visto che è l'unica persona che conosco che possiede la stradale munita dei porta numero.

Piccola parentesi; mi ha fatto molto piacere vedere che esistono ancora persone che sono capaci di dare, per il gusto di dare.

Proprio ieri Andrea mi ha scritto di aver fatto una sorta di "calco" della tabella con del das; ottima idea, non ci avrei mai pensato.

Nel mentre proprio sotto il mio ufficio trovo dei pezzi di vetroresina (in origine era un lavello) destinati allo smaltimento; il Lupin III° che c'è in me entra in azione e li mette in sicurezza nel proprio box.

La prossima settimana dovrei entrate in possesso della sagoma fatta da Andrea, dopodichè vedrò il da farsi; provare io stesso a tagliare l'ex lavello, portarla da un artigiano, verificare come potrebbe starci ....

Insomma; chi segue Duecilindri vedrà gli sviluppi.

Ringrazio Andrea ancora una volta e la sua splendida Camilla!

14 commenti:

  1. Grande Andrea e bravo "Paolo lupin 2C".

    RispondiElimina
  2. Vederla così, rispetto al disegno fa già un'altra impressione ed è molto più convincente.
    Bella!
    Janluk

    RispondiElimina
  3. Potresti provare due strade: una "a mestiere", facendo eseguire da un artigiano una replica di quella originale di Andrea; una " a cavolo", tagliando il lavello e seguendo una via più ruspante. E' probabilissimo che venga meglio la prima, ma per il puro gusto di esplorare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, questa è l'idea.
      Prima, grazie alla sagoma in DAS, provo a farne una con la vetroresina del lavello . . . .la rivesto di colore ...vedo come potrebbe starci e poi nel caso o lo faccio fare da un artigiano o faccio sistemare la mia prova.
      Paolo 2C

      Elimina
  4. Premesso che confermo il mio parere e cioè che la linea si appesantisce troppo, mi viene una domanda spontanea: perchè farla removibile?? Se ti piace tanto non è meglio farla fissa? Se la metti e togli a seconda dell'umore va a finire che rovini il codino....non dovendoci gareggiare trovo inutile tutta l'operazione

    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè removibile?
      Prima di tutto devo vedere se mi piace e questo lo capirò solo vedendo la tabella (o una simil tabella) sulla Bettina.
      Farla removibile intendo attaccarla come quella della R di talamo, altrimenti cosa intendi?
      Smontare codino, attaccare tabella, riverniciare tutto ect etc . . .troppo complicato Polv&.
      Paolo 2C

      Elimina
    2. No no ok, adesso ho capito.
      Però non mi piace...la fai troppo culona!
      Polv&

      Elimina
  5. Ammetto che removibile fa un altro effetto (migliore) , anche se temo che i distanziali con le vibrazioni potrebbero rovinarti il codino....
    Capisco la citazione racing costituita dal portanumero anche se tecnicamente dovrebbe esserci da entrambe le parti , a destra farebbe da protezione sugli scarichi, la inevitabilmente coprendoli, del resto anche a sinistra finisce per coprire l'ammortizzatore ohlins, comunque un peccato visto il costo .....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea sarebbe quella di partire dalla Tabella della R di talamo e magari sagomarla ancora un pò per scoprire almeno un pò gli Ohlins.
      Paolo 2c

      Elimina
  6. Comunque.....se fai la tabella, tra qualche mese vorrai anche la mascherina di Talamo...poi il parafango davanti..e poi vuoi mettere come starebbero le semi-tassellate??
    Secondo me così è completa, il cupolino arrotondato sta bene col codino, ma se squadri ancora di più il posteriore con la tabella secondo me diventa disomogenea.

    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto può essere...ma se non la vedo almeno in prova grezza non lo capirò mai.
      sul cupolino invece non ci sono dubbi ...mi piace troppo il mio....idem per i tassellato.
      paolo 2C

      Elimina
  7. Non posso che dare ragione a Polv&.
    Secondo me, la Bettina ha il posteriore ok!
    Comunque Paolo a te la scelta.
    Pippo70

    RispondiElimina
  8. Emanuele - Bolzano18 dicembre 2013 11:44

    La tabella andrebbe sul lato dx visto che si gira in senso antiorario nello short track, ma se è un vezzo e sopratutto rimovibile, allora ci sta tutta. Prevedo un costo sui 300 €. verniciatura compresa, se ti dai da fare.

    RispondiElimina
  9. Non è male ma la tabella appesantisce notevolmente la linea della piccola sportster, rendendo l'insieme a parer mio un po' goffo e disarmonico; poi conoscendoti la toglieresti dopo tre giorni....

    RispondiElimina

SHARE THIS