21 nov 2013

Sportster che passione!



Chi non ha la passione per le moto, o una passione in genere, non potra' mai capire.

La vita diventa più' bella, più' ricca, quasi imprevedibile.

Quelli che si alzano all'alba per andare a pesca, quelli che si fanno centinaia di chilometri in treno per vedere una partita di pallone o ancora quelli che passano ore e ore a costruire un modellino di carro armato ma solo del periodo nazista; tutti questi hanno la mia ammirazione e sostegno.

Io sono un appassionato di sporty lo sapete e questo mi ha portato negli anni nuove amicizie, un sito-blog ad esse dedicato, la possibilita' di entrare nel mondo del custom (del quale mi reputo un discreto conoscitore).


Insomma una passione non e' fine a se stessa ma porta con se mille altre sfaccettature e mille altre possibilita'.


Ma le passioni vanno coltivate, vanno curate, bisogna dedicare loro tempo e attenzione!

... quello che però riceverete in cambio credetemi, non avra' prezzo.


Per cui ...appassionatevi, ragazzi appassionatevi a qualcosa!


Ma se state leggendo questo post forse una passione l'avete già!!!

12 commenti:

  1. Emanuele-Bolzano21 novembre 2013 10:00

    Una sana passione, è linfa per la mente e per lo spirito. Ti cambia la vita, forse te la allunga, sicuramente te la rende molto, molto più bella. Condivido in toto il tuo pemsiero.

    RispondiElimina
  2. Ho avuto la fortuna fin da piccolo ( 11 anni circa) di appassionarmi alle moto e atutto quello che si poteva fare con esse, ho avuto ancor più fortuna a conoscere un bambino ( perchè questo eravamo) che abitava nel mio paesino arroccato sul lago di garda..che aveva la mia stessa passione...siamo divenuti e siamo amici fraterni,ci hanno legato le nostre avventure tra i boschi o tra le strade innevate fatte con i nostri fantic 50....che erano 75..con carburatore 19..espansione..filtro...ecc ..ci hanno legato le avventure fatte anche di un viaggio con i nostri 125 cc per mezza europa a 16 anni.. ( 1985!!!).con ancora le frontiere, il muro di Berlino..le monete diverse...niente cellulari...ci hanno unico le corse sfrenate con i 100,130,ecc cavalli delle prime belve ruggenti....o forse ci ha uniti la stessa passione per un motore ..perchè in fondo un motore è un pò come un essere vivente, respira,si ciba,emette calore, suoni, e ti sente..perchè noi gli parliamo anche per come lo usiamo....lo viviamo..ciao By RAVE

    RispondiElimina
  3. x chi nn la prova, è difficile da spiegare.....la passione ti nasce dentro fin da bambino e con il tempo cresce insieme a te.....grande e smisurata passione per un cavallo d'acciaio......la tua MOTO
    ciao
    Marcolino

    RispondiElimina
  4. Credo che se riusciamo a descrivere le sensazioni che ci da...allora non è vera passione!

    Il bello è che spesso le persone intorno a noi ci prendono per pazzi....poi capita che trovi posti come questo, dove non servono spiegazioni e ti senti a casa!


    Polv&

    RispondiElimina
  5. Ho 33 anni e da quando ne avevo 14 sono sulle 2 ruote.
    Sono passato dallo scooterino aprilia sr 50, alle moto sportive (aprilia,honda, ducati), al motard (vor), alle naked (buell) ed alla fine ho conosciuto le harley e penso di fermarmi qui.
    Nel mio cammino motociclistico ci sono state cadute, raduni, pause di riflessione, gioie e dolori... insomma un sacco di vita nel mezzo.
    Sono stato fortunato, ho avuto la possibilità di fare molte esperienze con moto diversissime tra loro, ma penso che avrei fatto lo stesso anche se fossi rimasto fermo a qualche moto fa, perchè mi sento completo quando guido come se le mie vere gambe fossero le ruote e il mio cuore il motore, mi sento fuso con la moto, quando è estate e la parcheggio sotto casa dopo un giretto le accarezzo e le sorrido e d'inverno quando non si riesce proprio a guidarla qualche sera, quando i bimbi sono a letto, scendo in garage e mi fumo una sigaretta con lei per starle un pò vicino... non so come spiegavi la cosa ma so che in molti potete capire...
    Janluk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps: quasi dimenticavo... ma che F*** è la tipa in foto!!!!!
      Un applauso a Paolo per la scelta! :-)
      Janluk

      Elimina
  6. Ghiri non potevi mettere a nudo meglio le mie passioni se non con una foto del genere... Gnocca e Sportster da urlo! perchè ho visto bene era una Sportster vero??? :D ;)

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Ragazzi che commozione leggere certe cose..
    grandi tutti!

    io personalmente non faccio distinzione tra i ferri. amo i motori da quando mi sono scottato da bambino con la marmitta del motorino di mio padre..
    non mi importano i cavalli o la potenza o andare veloce.. a me importa solo capire in ogni istante cosa sta succedo dentro, quando tutti i pezzi si muovono in una magica armonia e trasmettono vibrazioni, calore, respiri e potenza.

    dovrei farvi vedere il mio 3000 V6 biturbo che ho in garage.. o ascoltare il mio sportster al minimo senza terminale.. non so spigarmi meglio.

    emozioni che non si condividono, non si commentano, che si vivono nel profondo di ognuno di noi..
    faccio il meccanico di automobili e nei motori trovo la mia soddisfazione principale.

    ciao belli

    Ps: belle cosce!

    RispondiElimina
  9. Credo che tutti abbiamo i "momenti intimità" come dice Janluk, che detta così sembra roba da sfigati, ma non mi importa niente cosa pensano gli altri. In questo periodo sto pensando di vendere la moto per un'altra Sportster...è un po' come lasciare una ragazza che si ama per una dalla quale sai di avere qualcosa in più. Eppure ogni mattina e ogni sera quando apro il box e la vedo lì..seriamente prende vita! Nessun rimpianto se la darò via e cercherò di capire se andrà in buone mani o no. Anche a me capita di fermarmi qualche minuto in più con lei o scendere apposta a vederla, magari le do un pulita, la sistemo meglio nel suo spazio, la copro e controllo che abbia il serbatoio pieno anche se non la userò per 3 mesi d'inverno...Quando la accendo mi delude per il minimo da iniettata che mi rompe le orecchie, poi si scalda, si abbassa un po' e la capisco di più. Girare da solo a 70-80 in 5° tranquilla col braccio sinistro appeso e le gambe allungate mi sento in buona compagnia e sorrido beato..ogni tanto mi aggrappo al manubrio, giù una marcia, ripresa, 90-100-120 e di nuovo a lasciarla rallentare da sola come prendesse fiato dopo lo scatto! Potremmo stare qui ore a raccontarcele....
    vi aspetto al prossimo run!

    Polv&

    RispondiElimina
  10. Davvero una bellissima spiaggia.......

    RispondiElimina
  11. Bella topona, mi piace perché ormai non esiste foto di donna appetibile che non rappresenti:
    - una bambolona rifatta e photoshoppata (aspirante velina, ex calcio-girl, ex berlusca-girl etc).
    - una sucide girl 17enne nemmeno granché ma che è convinta di aver inventato lei piercing, tattoo e capelli viola
    - un sordido puttanone
    Costei pare, pur nella rutilanza di tattoo e pellata, abbastanza genuina. Magari sulla chiappa ci scappa una sana smagliatura, che è anche normale quando si finisce la high school e si ha avuto una vita avventurosa.

    RispondiElimina

SHARE THIS