03 ott 2013

La sporty by Lopez







Ancora una volta ho il piacere di ospitare su Duecilindri Blog una sporty modificata da Fabrizio Lopez, giovane e promettente meccanico romano.


Invito proprio colui che ci ha messo mani, a raccontarci qualcosa di più su questa bella motocicletta!

Curiosità particolari, retroscena ...insomma Fabrizio, dicci qualcosa di più!


Nel mentre, mi limiterò a complimentarmi con l'esecutore materiale!



10 commenti:

  1. Ciao Paolo e ciao a tutti
    allora; la moto di partenza era un fortyeight. L'"amico", proprietario della moto, pur avendo le idee chiare in linea generale, su ciò che voleva realizzare, è arrivato a questa versione, dopo non pochi esperimenti e tribolazioni per le varie soluzioni di manubri, filtri, colore.
    La cosa su cui non ha avuto mai il minimo dubbio, era la gomma maggiorata posteriore. Inizio con quella, perchè poi è il motivo principale per cui ho sottoposto la moto a Duecilindri.
    Volevo dire a tutti coloro che ci seguono che, omologazione a parte, sul vostro Sporty, la gomma da 180 ci va. E ci va senza modifiche strutturali o spese esagerate. Il Parafango ed i fender, sono stati tagliati solo per volere del proprietario e la gomma ci passa anche con lo standard. Si elimina un pò di robaccia per sfruttare al massimo gli spazi disponibili e si monta la ruota dei Dyna con la gomma 180/60-17. Basta.
    Per il resto, alcune chicche sono: Il cambio a bilancere, una mia creazione, che avete già visto sul "Kingester" di facile ed economica realizzazione. I paracalore per lo scarico Breackout, fatti con un avanzo di ShortShot. Il tachimetro laterale con spie che si fissa sul bullone del serbatoio, sempre Kingeneering made, La cover clacson che in realtà contiene le bobine messe lateralmente. Le frecce posteriori montate senza braccetti. Il pignone visibile da un oblò e dotato di "posacenere" Bar&Shield.
    Il serbatoio lo voleva più capiente, e siamo passati ad un 12lt Iron rialzato.
    Il filtro non mi piace, ma è un regalo della sua compagna.
    Il manubrio è stupendo a parer mio.
    Coperchi punterie cromati.
    La moto l'abbiamo convertita a carburatore ed ora ha un carattere incredibile.
    Tanti altri particolari che potete apprezzare (o meno) da soli.
    KingeneeringKustomCare
    Ps: grazie per il "giovane" classe '69

    Kinge

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che sella è

      Scheggia

      Elimina
    2. Io faccio i complimenti..... a parte la posizione del serbatoio stile Frisco, che a me non piace, la moto nel complesso è veramente bella.
      Mi piacerebbe avere maggiori info sui paracalore: io monto la stessa marmitta ma fasciata e vorrei proprio mettere dei paracalore simili in oltre chiedo marca e modello delle sospensioni posteriori......
      Il manubrio è veramente bellissimo. Complimenti ancora
      Angelo alias Lord Bett

      Elimina
    3. La sella ê una Biltwell montata senza molle ma con silent block.
      Le coperture scarico, sono quelle degli short shot, tagliate all occorenza.
      Gli ammo sono Progressive fullcover da 12’ con lowering kit da 1’
      kinge

      Elimina
  2. Senza offesa preferivo stock....

    Non capisco perché montare un 180 a filo cinghia quando il 130 sulle Sportster è già adeguato....

    Inoltre il bel peanut del 48 non lo cambierei mai con un serbatoio banale nero opaco...così sembra un Iron col ruotone...secondo me ha perso molta personalità

    Ovviamente complimenti a priori per la manualità


    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dispiace contraddirti, ma le sportster montano la 150 dietro.
      Allora il run di primavera 2014 ti vedrò cavalcare una sporty style japan? ;)
      Pippo70

      Elimina
    2. Ok 150, allora ancora più che adeguato! In ogni caso così vicino alla cinghia non la farei mai arrivare....magari guadagna qualcosa in estetica però non la capisco proprio
      Sulla prossima Sporty non voglio dire niente per scaramanzia, è ancora tutto solo un progetto, cmq spero di si;))
      Polv&

      Elimina
    3. In realtà, volevo solo dimostrare che il 180 si monta e senza quei salassi e stravolgimenti che propongono i conc.
      Sappiamo che è un argomento di interesse, a parte i gusti personali. Tenete conto che io ho un NT col 150 e me lo tengo.
      Per la cinghia, non preoccupatevi che non tocca e se pur toccasse, per torsioni o sbattimenti,cosa volete che succeda. Sui motard si va con la catena costantemente a contatto con la spalla della gomma...
      Kinge

      Elimina
  3. bella moto, mia piace tutta, anche la gomma post e spratutto il manubrio, il faro, gli ammo post. mentre la scelta del serbatoio non la digerisco molto, ma bella la posizione.
    per la cinghia forse se toccasse sulla ruota potrebbe consumarsi e sfilacciarsi ma si vedrebbe molto prima di rompersi. cmq secondo me vale la pena.
    complimenti, magari la becco in giro per Roma.
    ciao.
    Bigger.

    RispondiElimina
  4. Ciao,come hai fatto a montare su questa moto "Forty Eight" la gomma posteriore una 180/60/17?se il cerchio e da 16'? Inoltre tu hai detto che non ha n'è modificato n'è cambiato niente.Se ti va attendo una tua risposta...Ciao Orazio

    RispondiElimina

SHARE THIS