23 set 2013

XR1200 by Harley Davidson Pavia









Angelo Neri, socio fondatore con Max pezzali di Harley Davidson Pavia, si dimostra ancora una volta un preparatore riconoscibile e personale.

Le realizzazioni che escono dalla officina pavese, possono piacere o meno, ma sono sempre particolari e, cosa che apprezzo molto, ricche di suggestioni sportive.

Osservate questa Xr1200 dopo la cura "Neri"; la moto acquista carattere e una gran dose di grinta.

Come consuetudine (quasi una firma) un fanale v-rod (ultimo modello però); sospensioni Ohlins, scarichi Bub, cerchi/puleggia/dischi PM, comandi Rizoma, tendicinghia e pignone FreeSpirit; insomma il meglio del meglio.

Ma anche l'occhio vuole la sua parte, per cui il "vestito" (leggi codino racing) viene tagliato al limite mentre il serbatoio mostra fiero lo "scudo americano" (anche questo fregio è un altro tocco tipico del Neri).

Un vezzo puramente estetico è invece la riproduzione del colore del serbatoietto separato svedese sui copricilindri, sulla derby cover e sugli steli forcella.

Tanta, tanta roba!

Forse solo la posizione della targa con mi entusiasma … ma è solo un dettaglio marginale!

Vorrei vederla dal vivo per capire ad esempio se la moto è stata dotata di un contachilometri mini digitale e per scrutare bene il manubrio e i comandi.

Un plauso al Neri!!!!






7 commenti:

  1. Da quanto ricordo Hd Pavia ha spesso fatto moto dal cipiglio racing su base sportster e buell in effetti, visti anche i tanti soldi spesi in accessori di marca il risultato c'è , le uniche cose a non convincermi sono gli specchietti quadrati alle estremità del manubrio e come per Paolo la posizione della targa , che sembra più un para spruzzi per il codino, di cui non si vede purtroppo bene il gruppo luci....

    RispondiElimina
  2. Approvo, bella belva, deve essere fighissima da guidare.
    Daniele noobrider

    RispondiElimina
  3. Notevole come trasformazione, concordo con Enrico, gli specchietti non fanno impazzire nemmeno me ma nell'insieme mi piace molto questo pezzo!

    RispondiElimina
  4. Molto bella!!! ( a parte la posizione targa), quei cerchi mi fanno impazzire!!!..li vorrei sul mio "Cigno"....qualcuno sà se sono delle misure originali???...sopratutto l'anteriore è un 17 o un 18 ????....ciao By RAVE

    RispondiElimina
  5. Molto ma molto bella!
    Peccato la solita "dimenticanza" del parafango anteriore, comune peraltro a molte preparazioni.

    RispondiElimina
  6. Molto bella, tra l'altro ricordo che questa moto si era vista in una puntata de "Le strade di Max", dove fecero vedere come realizzavano la grafica e il codino...

    RispondiElimina
  7. Ciao paolo, sai cosa ha usato angelo per convertire la frizione in idraulica?

    RispondiElimina

SHARE THIS