13 mag 2013

La sportster R di Fabio







 
 
 




Signori e signori, ecco a voi la sportster R di Fabio, lettore da Bologna.

Le intenzioni del proprietario sono chiare, il modello d'origine non deve essere snaturato e non vuole essere la base per chissà quale strana preparazione; al contrario la moto dovrà essere migliorata dal punto di vista delle prestazioni, del confort di guida e resa personale con un mix di accessori genuine, aftermarket e hand made.

Aperti gli scarichi, la R ha quel pizzico di grinta in più, per cui Fabio si concentra su altri importanti aspetti.

Sostituito il largo manubrio di serie con un più stretto Biltwell con traversino, aggiunto un sempre utile contagiri genuine, riposizionate le frecce, sostituite le manopole e rovesciati gli specchietti; queste sono solo alcune  delle cose che balzano all'occhio da un primo sguardo frontale.

Le dure sospensioni stock fanno spazio a due ammortizzatori regolabili provenienti da una Xr1200X mentre i dischi flottanti anteriori unitamente alla doppia pinza assicurano una frenata più precisa e modulabile in caso di necessità e nella guida sul misto.

Proprio a seguito del cambio delle "molle" posteriori, la moto subisce un netto innalzamento; già ordinata una nuova sella leggermente più imbottita e rivestita in materiale antiscivolo.
 

Ma Fabio desiderava che la sua sporty avesse qualcosa di unico e riconoscibile, ecco perchè alcune parti come il filtro e la cover del clacson laterale vengono
fatte forare e internamente saldate delle griglie rosse.


La R è servita!

13 commenti:

  1. Per i miei gusti il mix cromo-nero-arancione-buchi e griglie-striscie a scacchi e adesivi rende il tutto un pò disordinato.
    Inoltre non capisco lo Stage 1 nominato, perchè vedo scarichi e filtro originali.
    Insomma...

    Polv&

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione sullo stage one . . .!

      Elimina
    2. anche io come il Polve trovo che certi dettagli siano superflui...
      nel complesso mi piace, ma eliminerei il cromo a questo punto della preparazione...

      Elimina
  2. Comunque benvenuto, nel gruppo . Poi in effetti ognuno di noi ha gusti di versi come e' normale ed avrebbe fatto o meno questo o quello!
    Io apprezzò la base di partenza della R ed il cambio dischi e molle , poi capisco anche le griglie ed i buchi per richiamare il mix nero con tocchi di arancio, ma non mi attizza, ma anche Paolo era scivolato in un periodo nel vortice dei fori e delle griglie se ben ricordo, alla fine si è ripreso per fortuna..... Eh eh eh
    Come lui poi hai optato per un manubrio più stretto, addirittura con traversino stile enduro-regolarità annesso probabilmente con il comodo portapacchi cromato ....io pensa che vorrei cambiare il manubrio della mia Uly proprio per togliere il traversino....
    Lo stage 1 forse e' occultato, nel senso di scarico forato/aperto e sostituzione del l'elemento filtrante

    RispondiElimina
  3. con tutti quei fori sembra un po' "a pois"...
    lucam

    RispondiElimina
  4. Nel complesso mi piace, il filtro non è bruttissimo magari lo forerei tutto perché così sembra incompleto (o che abbia preso una fucilata ^^). Con uno scarico un po' "scramblergiante" sarebbe perfetta.

    Ciao
    Daniele Nr

    RispondiElimina
  5. Anche per me troppi buchi.. Forse semplicemente verniciando i paracalore in nero apparirebbe diversa. Ma se piace al proprietario ben venga.
    Sgalzi

    RispondiElimina
  6. Troppo cromo e troppe "fucilate", però il portapacchi mi piace (nero).
    Malpo

    RispondiElimina
  7. Lui lo sa già che mi piace... lo ribadisco!

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti per i commenti, sia positivi che negativi, aiutano a capire e a "crescere"!
    In primis un grosso ringraziamento a Paolo che, di sua iniziativa, mi ha "donato" questo spazio.
    A livello motore la moto è praticamente stock, gli unici interventi sono stati un filtro K&N nel box originale ampiamente sforellato e privato della riduzione all'imbocco, una coppia di arricchitori, lo IAC manuale e gli scarichi originali leggermente aperti.
    Appena sarà possibile metterò le mani su uno scarico più "scramblergiante", migliorerò il funzionamento delle forcelle e mi piacerebbe tagliare il parafango posteriore dotandolo di un fanalino (ovviamente cromato) mini lucas o sparto a lente allungata.
    In ogni caso, da autodidatta, vedermi su questo sito mi riempe di orgoglio...
    Grazie a tutti!

    RispondiElimina
  9. Lo IAC manuale mi interessa , funziina bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Funziona molto bene.
      Logicamente, essendo manuale, ti obbliga a una gestione "stile carburatore" del minimo, a freddo parti con il motore accelerato poi, man mano che si scalda, abbassi il regime di giri.
      La soddisfazione di rimettere in moto dopo una breve pausa senza che il motore vada a 1600giri è a mio parere il motivo di maggior soddisfazione...

      Elimina
  10. ...un pò disordinata e crivellata ma se piace a lui...

    RispondiElimina

SHARE THIS