25 nov 2009

Rombo di Tuono - Una delle vincitrici





Eccovi una delle bellezze del Rombo di Tuono. Una moto che ha colpito assolutamente nel segno con il suo profilo basso, il suo essere rigida, la carrozza modellata ad hoc e quella sua aria un pò vintage.






H.o.g




Se non siete iscritti all' Harley owners club ma volete leggere comunque la rivista ufficiale trimestrale ed essere sempre informati su tutte le attività cliccate all'indirizzo http://www.hogmagonline.com/issue.php?LangOpts=it e ne vederete delle belle. Oltre a poter sfogliare virtualmente tutte le pagine e gli arretrati, troverete una marea di articoli, di curiosità, di news e reportage.


18 nov 2009

Wild Hog -Sella a molle + copri parafango





Per chi vuole mettere una sella con le molle ad una sportster post 2007 (iniezione) la WILD HOG di Reggio Emilia ha la soluzione. Il kit comprende sella a molle, sotto sella rigido e copri parafango posteriore grezzo per coprire il vuoto creato dallo spostamento della centralina in uno scomparto apposito. Il risultato è assolutamente impeccabile ed il prezzo varia dai 350 ai 450 euro a seconda della grandezza del "appoggianatiche", inoltre l'azienda emiliana fornisce borse laterali in cuoio bellissime e accessori vari tra i più validi sul mercato.


Tutte le informazioni sul sito http://www.wildhog.it/


10 nov 2009

Crazyoils





Francesco Mattioli è una vecchia conoscenza del mondo harley a Milano, avendo lavorato molti anni in una ormai ex concessionaria di Viale Friuli.


Chiusa l'esperienza con il dealer milanese (che voci di corridoio dicono sia fallito -?-) ha deciso di mettere a disposizione di tutti la propria esperienza dando vita a CRAZYOILS. Accessori, meccanica, pezzi particolari, verniciature e abbigliamento sono il pane di questa giovane attività che ha per il momento il fulcro nel blog http://crazyoils.blogspot.com/ ma che spero presto possa avere una via e un numero civico. 



Inoltre Francesco ha contatti con il Giappone e America dal quale fa arrivare accessori e riviste altrimenti introvabili e sopratutto fa una politica dei prezzi altamente competitiva.


5 nov 2009

Easyrider





Billy e Wyatt, detto Capitan America, partono sui loro choppers (motociclette degli hippy dei '60). Fanno molti incontri, piacevoli e no. Nel viaggio di ritorno sono uccisi a fucilate. Questa è la storia del più famoso "film di strada" della storia del cinema. Il tema classico del viaggio si mescola con quelli della cultura alternativa degli anni '60: marijuana, musica pop, protesta hippy, pacifismo, crisi del mito americano. In varia misura furono ammirate la colonna musicale (che include brani di Byrds, The Band, Robbie Robertson, Jimi Hendrix, Bob Dylan, Steppenwolf), la bizzarra tecnica di montaggio, la suggestiva fotografia di Laszlo Kovacs, l'interpretazione di Nicholson. Molte riserve sul suo sessismo di fondo, sulla sgangherata sceneggiatura (scritta da D. Hopper con P. Fonda e Terry Southern), persino sulla conclusione troppo deprimente. Se la storia e la trama del film lasciano molto a desiderare in compenso i paesaggi sono assolutamente fantastici .... e le immagini delle moto in movimento con il sottofondo musicale sono la grandezza di questo manifesto biker. 

Cliccate http://www.youtube.com/watch?v=mJS8j9YYB9w per vederne un esempio (Born to be wild).